premi-cassa-malati-l-albero-non-nasconde-la-foresta
Keystone
Michel Matter
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
4 ore

Mauro Poggia sporge denuncia dopo minacce di morte

Il consigliere di Stato ginevrino è stato attaccato verbalmente in un ristorante. Il portavoce: niente a che vedere con le restrizioni anti-Covid.
Svizzera
9 ore

Politica europea, ‘il Consiglio federale ci consulti’

La Commissione della politica estera del Consiglio degli Stati esige un coinvolgimento formale nelle decisioni governative riguardanti l’Ue
Svizzera
9 ore

Conciliabilità famiglia-lavoro: proposto un sostegno economico

Nel confronto internazionale la Svizzera si situa tra le ultime posizioni per quanto riguarda l’accessibilità e la qualità della custodia complementare
Svizzera
10 ore

Casse pensioni: 2021 positivo con livelli di copertura record

Il 2021 molto positivo anche per gli investimenti: gli istituti di previdenza hanno infatti realizzato un rendimento patrimoniale netto medio dell’8,0%
Svizzera
10 ore

Il casco obbligatorio fino a 16 anni non convince la Commissione

La Ctt-S propone inoltre di respingere l’introduzione della possibilità per i veicoli a due ruote di sostare sul marciapiede
Svizzera
11 ore

La Commissione è contro la privatizzazione di Postfinance

Per la Ctt-S il disegno di legge proposto dal Consiglio federale non è soddisfacente
Svizzera
12 ore

Tante famiglie poco sopra al minimo vitale, Caritas preoccupata

L’organizzazione sottolinea come da un punto di vista statistico, tali famiglie non sono considerate come povere e per questo non ricevono aiuti
Svizzera
13 ore

Pazienti adulti e bambini promuovono gli ospedali svizzeri

Secondo un sondaggio la maggior parte dei ricoverati è contenta del soggiorno in ospedale. Elevato il grado di soddisfazione in pediatria
laR
 
28.09.2021 - 20:12

Premi cassa malati, ‘l’albero non nasconde la foresta’

Annuncia una lieve diminuzione per il 2022. Restano i problemi delle riserve eccessive e dell’opacità del sistema, afferma il vicepresidente della Fmh Matter.

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

In un articolo apparso di recente nella ‘Revue médicale suisse’, Michel Matter (vicepresidente della Federazione dei medici svizzeri-Fmh) e Philippe Eggimann (presidente della Società medica della Svizzera romanda) hanno scritto che un nuovo aumento dei premi di cassa malati quest’anno sarebbe stato “scioccante”. Pochi minuti dopo la conferenza stampa in cui Alain Berset ha annunciato la prima (quasi impercettibile) diminuzione del premio medio in Svizzera dal 2008, il consigliere nazionale verde-liberale non ha dubbi: «Dobbiamo rallegrarcene, perché è qualcosa di storico», dice Matter a ‘laRegione’. Dal 2017, osserva il ginevrino, «l’aumento annuale del premio medio e anche quello dei costi è un po’ meno marcato: assistiamo a un vero cambiamento, anche se i costi continueranno a crescere».

«L’albero però non nasconde la foresta», afferma il deputato del Pvl. Restano i problemi delle riserve eccessive e della trasparenza. Per quanto riguarda il primo, a suo parere sono due gli «elementi principali» che non vanno persi di vista: «I guadagni in borsa fatti dagli assicuratori e i premi fissati a un livello superiore rispetto ai costi effettivi stimati per l’anno successivo. Grazie a questi elementi, le riserve degli assicuratori negli ultimi tre anni sono cresciute in maniera esponenziale. Oggi siamo a 12,4 miliardi di franchi: è inammissibile, questi soldi appartengono agli assicurati!». Una trentina di casse quest’anno le hanno ridotte, ma «parliamo di 380 milioni di franchi su un totale che è appunto di 12,4 miliardi». Matter – che ha sostenuto la mozione di Lorenzo Quadri (Lega) volta a rendere obbligatorio abbattere le riserve – si aspetta che «anche nel 2022» queste vengano ridotte. «Perché non dobbiamo dimenticare che, durante la pandemia, gli assicurati hanno pagato i loro premi ma hanno avuto accesso a meno prestazioni».

La questione della trasparenza: riguarda il modo in cui i premi sono fissati. «Tempo fa Berset – ricorda Michel Matter – ha ammesso che l’Ufficio federale della sanità pubblica non dispone di tutte le risorse necessarie per valutare approfonditamente i premi sottoposti dagli assicuratori. Per questo i cantoni devono essere maggiormente coinvolti [è quanto chiede anche un’iniziativa cantonale del Ticino, ndr]». Michel Matter, assieme a Philippe Eggimann, propone un cambiamento di paradigma nel meccanismo di fissazione dei premi, attualmente «del tutto opaco»: «Bisognerebbe passare a un sistema che si basi sui costi effettivi e che preveda il versamento di acconti sui premi ed eventuali conguagli, come avviene a livello fiscale».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cassa malati costi fmh michel matter premi riserve
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved