la-casa-propria-resta-un-sogno-per-molti-svizzeri
Keystone
Non è un Paese per proprietari di case
ULTIME NOTIZIE Svizzera
gallery
Svizzera
1 ora

Basilea, polizia disperde gli oppositori di un raduno Udc

Le forze dell’ordine hanno cercato di tenere lontani dallo stand del partito politico i dimostranti del gruppo ‘Basel Nazifrei’
Svizzera
3 ore

Bancomat fatto esplodere nel Giura bernese

I malviventi sono fuggiti in auto. L’ammontare della refurtiva non è ancora noto.
gallery
Svizzera
5 ore

Grigioni, camminata di protesta contro il World economic forum

Polizia e organizzatori si aspettavano maggiore affluenza. In programma altre manifestazioni in varie città svizzere
Svizzera
6 ore

Schianto contro il portale della galleria, muore automobilista

L’incidente è avvenuto a Küttigen, nel canton Argovia. Il veicolo ha preso fuoco subito dopo lo schianto.
gallery
Svizzera
6 ore

Scontri a Zurigo per una manifestazione contro il Wef

L’appello a scendere in piazza ieri per opporsi al World economic forum era stato lanciato su internet
commercio al dettaglio
12 ore

Princìpi e realtà, la Migros a un bivio

I 2,28 milioni di soci votano fino al 4 giugno sulla revoca del divieto di vendere alcolici. Analisi, contesto e reportage.
Svizzera
1 gior

‘2,2 miliardi in più per ridurre i premi di cassa malati’

È quanto prevede il controprogetto all’iniziativa socialista sui premi di assicurazione malattia adottato dalla Commissione sanità del Nazionale
Svizzera
1 gior

Violenza domestica, si allontani l’autore dal tetto familiare

La Commissione affari giuridici al Nazionale ha approvato due mozioni che estende a livello nazionale il principio già in vigore in diversi cantoni
09.07.2021 - 20:28
Aggiornamento : 20:58

La casa propria resta un sogno per molti svizzeri

Forte aumento della domanda e quindi dei prezzi. L’Ufficio federale delle abitazioni: persone con patrimonio modesto escluse dal mercato, tranne che in Ticino.

Berna – In Svizzera si assiste a un forte aumento della domanda di proprietà immobiliare e di conseguenza dei prezzi delle abitazioni, cosa che rende non più realizzabile per molte famiglie il sogno di una casa propria: è la constatazione cui giungono i ricercatori che stanno monitorando gli effetti della libera circolazione delle persone sul mercato dell'alloggio per conto dell'Ufficio federale delle abitazioni (UFAB).

La domanda di abitazioni è determinata sostanzialmente dall'aumento dei nuclei familiari, si legge in un comunicato odierno dell'UFAB. Nel 2020, anno della pandemia, questa crescita è risultata la più modesta da diversi anni a questa parte, soprattutto per quanto riguarda gli svizzeri; i nuclei famigliari stranieri sono invece progrediti più o meno come negli anni precedenti. Non vi è stato comunque alcun rilassamento del mercato dell'alloggio, soprattutto perché il Covid-19 ha portato le persone a cercare una casa più grande o un'abitazione secondaria.

Pochi possono permetterselo

La situazione del mercato degli immobili di proprietà è cambiata poco nel 2020 rispetto al 2019. L'offerta rimane scarsa e questo a fronte di un sensibile rialzo dei prezzi, tendenza dovuta tra l'altro alla debole attività edilizia. Tranne che in Ticino le persone con un patrimonio piuttosto modesto si ritrovano di fatto escluse dal mercato, constata l'UFAB. La domanda rimane peraltro robusta malgrado l'incremento dei prezzi.

Quest'anno il monitoraggio degli effetti della libera circolazione delle persone sul mercato dell'alloggio - svolto congiuntamente dal 2009 dall'azienda Meta-Sys di Bubikon (ZH) e dalla scuola universitaria professionale di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) - si è concentrato sulla proprietà abitativa. Le analisi mostrano che dal 2007 si è assistito a uno spostamento dalle case unifamiliari agli appartamenti di proprietà e che nel complesso la quota dei proprietari è diminuita. "Rimangono in pochi a potersi permettere un'abitazione propria: singoli individui, coppie senza figli e persone anziane", si legge nella nota.

Patrimonio sempre più importante

L'analisi evidenzia inoltre che è aumentata l'importanza del patrimonio a scapito del reddito, diventato meno rilevante. Questo spiega anche perché sia salita l'età degli acquirenti. La situazione viene quindi giudicata problematica per le famiglie senza un patrimonio cospicuo, che stentano a trovare case a prezzi abbordabili. Nel contempo cresce la quota delle abitazioni secondarie destinate alla locazione.

Secondo i ricercatori la situazione è tuttavia migliorata rispetto al 1990, quando erano molto scarse sia le abitazioni di proprietà che gli appartamenti in affitto. Oggi chi non può permettersi una casa di proprietà può pur sempre ripiegare su un appartamento in affitto nei segmenti di prezzo medio-alti.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
abitazioni casa domanda mercato prezzi proprietà
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved