ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
13 ore

Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher

La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
14 ore

Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica

Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
16 ore

Minacce nucleari, improbabili o meno a Berna ci si premunisce

Definite dal Dipartimento della difesa l’organizzazione e le competenze in caso di grave crisi atomica
Svizzera
16 ore

Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito

Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
18 ore

Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale

Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
19 ore

Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’

La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
20 ore

Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni

Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
1 gior

Tempi bui per i lupi: passa agli Stati l’abbattimento preventivo

Potranno essere uccisi esemplari che si avvicinano minacciosamente a zone abitate o esseri umani o che predano eludendo la protezione delle greggi
Svizzera
1 gior

Rinnovabili da potenziare, ma sempre nel rispetto dell’ambiente

Il dossier approvato dagli Stati passa ora all’esame del Nazionale. Unanime la volontà di ridurre la dipendenza dalle fonti fossili, e non, importate
Svizzera
1 gior

Salta il contratto per il nuovo elicottero della Rega

Il velivolo Aw169-Fips non raggiunge le alte prestazioni richieste dalla Rega in termini di resistenza al gelo
Svizzera
1 gior

Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio

Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
Svizzera
1 gior

Il Consiglio federale non potrà imporre sanzioni autonomamente

Attualmente, la Svizzera può adottare misure restrittive decretate dall’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa
Svizzera
1 gior

Si incaglia al Nazionale l’abolizione del valore locativo

Il dossier torna in commissione. La maggioranza della Camera del popolo vuole coinvolgere maggiormente i Cantoni
gallery
24.06.2021 - 16:17
Aggiornamento: 17:12

Violenti temporali, due feriti e molti danni in Svizzera

Pioggia e grandine anche ieri sera in alcune parti del Paese. Stimati a 15 milioni i danni causati dal maltempo a Cressier (Ne) e dintorni.

violenti-temporali-due-feriti-e-molti-danni-in-svizzera
Keystone
Cressier (Ne)

Berna – Violenti temporali, con pioggia e grandine, hanno colpito alcune parti della Svizzera ieri sera. Finora sono stati segnalati due feriti, limitazioni al traffico ferroviario e stradale nonché centinaia di sinistri. E un'altra potenziale ondata di maltempo è attesa questa sera.

A Frauenfeld (TG), un albero è caduto ieri sera su un'auto di passaggio. La conducente, di 46 anni, è stata ferita e ha dovuto essere portata in ospedale, precisa un comunicato della polizia cantonale. Sempre in Turgovia, tra Hörhausen e Dettighofen, una automobilista di 38 anni ha perso il controllo del mezzo sulla carreggiata invasa da terra a fango. È uscita di strada, si è schiantata contro una stazione di trasformazione e ha subito ferite di media entità.

La polizia cantonale di Turgovia ha ricevuto in totale 200 segnalazioni di sinistri, in particolare per abitazioni e sottopassaggi allagati, alberi caduti sulle strade e interruzioni della corrente elettrica. Secondo Meteonews, a Salen-Reutenen (TG) si sono raggiunti i 56 millimetri di pioggia.

15 milioni di danni a Cressier e dintorni

Nel canton Neuchâtel, La Mobiliare, il più grande assicuratore delle economie domestiche del cantone, ha registrato 1540 sinistri da lunedì, tra la grandine a La Chaux-de-Fonds e il maltempo che ha parzialmente devastato Cressier e i villaggi circostanti, ha detto l'agente generale Pierre-André Praz a Keystone-ATS. L'importo dei danni supera i 3 milioni di franchi.

Solo per Cressier e dintorni, l'Istituto cantonale di assicurazione e prevenzione (ECAP, assicurazione obbligatoria degli edifici contro incendi e elementi naturali) stima i danni causati dal maltempo a 15 milioni di franchi. Il numero di casi prevedibili è di 400, ha detto Jean-Michel Brunner, direttore dell'ECAP, oggi alla RTS.

Anche Basilea Campagna è stata colpita dal maltempo. La polizia cantonale ha indicato che il centro di emergenza ha ricevuto quasi 1000 chiamate. I vigili del fuoco dal canto loro sono intervenuti circa 300 volte tra le 20 e le 23. A Langenbruck sono caduti 62 millimetri di acqua, secondo il servizio meteorologico Meteonews. Questo è poco meno della metà dell'intera quantità del mese di giugno, ha scritto il servizio meteo su Twitter. Edifici, cantieri e strade sono stati inondati. Diversi tratti stradali sono stati temporaneamente chiusi a causa di piccole frane. Secondo la polizia, non ci sono stati feriti.

La polizia cantonale bernese ha indicato su Twitter di aver ricevuto circa 800 segnalazioni tra le 18 e le 21.30, principalmente per infiltrazioni d'acqua. Torrenti hanno parzialmente rotto gli argini e strade hanno dovuto essere chiuse. In alcuni posti ci sono state perdite di idrocarburi nei corsi d'acqua. In molti luoghi, i servizi militari locali erano costantemente impegnati. Con 450 segnalazioni, il Giura bernese è stato particolarmente colpito, ha twittato la polizia questa mattina.

In Argovia, 49 vigili del fuoco erano in azione in più di 70 siti di danno. La polizia cantonale di Soletta ha ricevuto oltre 50 chiamate per inondazioni nelle case. Secondo Meteonews, a Wittnau (AG) sono caduto poco meno di 52 mm di precipitazioni.

Problemi al traffico ferroviario

Ma i violenti temporali scoppiati ieri sera hanno causato anche varie interruzioni del traffico ferroviario, in particolare alla stazione dell'aeroporto di Zurigo-Kloten e nel Giura bernese.

Alla stazione dello scalo zurighese in tarda serata si sono registrate infiltrazioni: i binari sono stati coperti da quasi 50 centimetri d'acqua, ha riferito stamani a Keystone-ATS il portavoce delle FFS Oli Dischoe, precisando che l'infiltrazione è stata bloccata nella notte. La valutazione e la riparazione dei danni sono in corso. Secondo Meteonews, all'aeroporto di Zurigo sono caduti poco meno di 50 millimetri di precipitazioni.

Secondo un tweet delle FFS, i treni a lunga percorrenza e la linea S24 della S-Bahn via Aeroporto di Zurigo sono di nuovo in funzione dalle 8.30. Mentre le linee S16 e S2 torneranno a funzionare normalmente dalle 16.00. Per i viaggiatori verso l'aeroporto erano a disposizione bus e tram. Mentre il traffico a lunga distanza che circola sulla tratta Zurigo-Winterthur passando da Kloten era stato deviato.

Il maltempo ha anche causato interruzioni del traffico nel Giura bernese. Da ieri sera non circolano più treni tra Sonceboz-Sombeval e Moutier, né tra Courtelary e Reuchenette-Péry sulla linea Bienne (BE) - La Chaux-de-Fonds (NE). MeteoSvizzera ha rilevato nella valle di Saint-Imier (BE) 64 millimetri di pioggia in una sola mezz'ora e 80 mm sull'arco di un'ora. A causa di una frana, anche la linea Moutier-Soletta è interrotta tra Moutier e Crémines (BE).

Secondo le ultime indicazioni del servizio di informazione sul traffico ferroviario, la circolazione dei treni su queste tratte dovrebbe essere ristabilita attorno alle 16.30.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved