violenti-temporali-due-feriti-e-molti-danni-in-svizzera
Keystone
Cressier (Ne)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
45 min

La città di Berna autorizza un raduno contro il Covid Pass

Gli organizzatori della manifestazione hanno concordato piano di sicurezza e percorso del corteo, invitando a non partecipare a raduni non autorizzati
Svizzera
2 ore

Per la terza dose ‘la Svizzera non dovrà aspettare troppo’

Lo ha dichiarato Claus Bolte, capo della sezione autorizzazioni di Swissmedic. Probabile la somministrazione inizialmente solo alle persone a rischio
Svizzera
2 ore

Dalla Corea del Nord missile balistico verso il mar del Giappone

L’allarme è stato diffuso dai militari sudcoreani. Il missile è atterrato in mare senza fare danni né vittime
Svizzera
16 ore

San Gallo, hacker attaccano siti internet di Cantone e Città

Nuovo atto di pirateria informatica nei confronti di enti pubblici in Svizzera. La società hosting riesce a metterci una pezza, ma non basta
Svizzera
18 ore

Certificato Covid sulle piste da sci? Dubbi sulla fattibilità

Nulla di deciso per la stagione alle porte. Fa discutere l’applicabilità di una possibile imposizione da parte di Berna
Svizzera
18 ore

Rapperswil-Jona, trovati morti padre e figlia

La polizia sospetta che si tratti di un omicidio-suicidio. La ragazza aveva 12 anni, il padre 54
Svizzera
20 ore

Nei centri asilo federali violenze episodiche, non sistematiche

Queste le conclusioni del rapporto dell’ex giudice federale Oberholzer incaricato di verificare il ricorso a misure di coercizione sproporzionate
Svizzera
20 ore

In Svizzera 2’366 contagi nel weekend, 4 i decessi

Il tasso di replicazione del virus, il cui dato ha un ritardo di 10 giorni, torna a raggiungere la cifra di 1 che indica in genere un aumento dei contagi
Svizzera
22 ore

Sotto esame il discorso di un deputato Udc contro il Governo

La polizia esamina le dichiarazioni di David Beeler secondo cui ‘il Consiglio federale ha tradito il Paese" e ’in Svizzera c’è la legge marziale’
Svizzera
23 ore

Sul certificato Covid perplessità trasversali in Parlamento

Oltre l’Udc, anche esponenti del Centro e del Ps si esprimono a favore di allentamenti sul Covid Pass svizzero
Svizzera
1 gior

L’esercito sfora di 100 milioni il budget per l’informatica

Una delle ragioni chiave dello squilibrio è il progetto ‘Fitania’, che vorrebbe rendere le forze armate digitalmente adatte alle sfide future
Svizzera
1 gior

Due bambini muoiono in incendio nel canton Berna

Il rogo in una casa di Leuzigen, nel Seeland Bernese
Svizzera
1 gior

Sempre più vicina la terza dose in Svizzera

Il processo di approvazione da parte di Swissmedic sarebbe ‘nelle fasi finali’. Attualmente si stanno studiando i dati forniti da Pfizer e Moderna
gallery
24.06.2021 - 16:170
Aggiornamento : 17:12

Violenti temporali, due feriti e molti danni in Svizzera

Pioggia e grandine anche ieri sera in alcune parti del Paese. Stimati a 15 milioni i danni causati dal maltempo a Cressier (Ne) e dintorni.

Berna – Violenti temporali, con pioggia e grandine, hanno colpito alcune parti della Svizzera ieri sera. Finora sono stati segnalati due feriti, limitazioni al traffico ferroviario e stradale nonché centinaia di sinistri. E un'altra potenziale ondata di maltempo è attesa questa sera.

A Frauenfeld (TG), un albero è caduto ieri sera su un'auto di passaggio. La conducente, di 46 anni, è stata ferita e ha dovuto essere portata in ospedale, precisa un comunicato della polizia cantonale. Sempre in Turgovia, tra Hörhausen e Dettighofen, una automobilista di 38 anni ha perso il controllo del mezzo sulla carreggiata invasa da terra a fango. È uscita di strada, si è schiantata contro una stazione di trasformazione e ha subito ferite di media entità.

La polizia cantonale di Turgovia ha ricevuto in totale 200 segnalazioni di sinistri, in particolare per abitazioni e sottopassaggi allagati, alberi caduti sulle strade e interruzioni della corrente elettrica. Secondo Meteonews, a Salen-Reutenen (TG) si sono raggiunti i 56 millimetri di pioggia.

15 milioni di danni a Cressier e dintorni

Nel canton Neuchâtel, La Mobiliare, il più grande assicuratore delle economie domestiche del cantone, ha registrato 1540 sinistri da lunedì, tra la grandine a La Chaux-de-Fonds e il maltempo che ha parzialmente devastato Cressier e i villaggi circostanti, ha detto l'agente generale Pierre-André Praz a Keystone-ATS. L'importo dei danni supera i 3 milioni di franchi.

Solo per Cressier e dintorni, l'Istituto cantonale di assicurazione e prevenzione (ECAP, assicurazione obbligatoria degli edifici contro incendi e elementi naturali) stima i danni causati dal maltempo a 15 milioni di franchi. Il numero di casi prevedibili è di 400, ha detto Jean-Michel Brunner, direttore dell'ECAP, oggi alla RTS.

Anche Basilea Campagna è stata colpita dal maltempo. La polizia cantonale ha indicato che il centro di emergenza ha ricevuto quasi 1000 chiamate. I vigili del fuoco dal canto loro sono intervenuti circa 300 volte tra le 20 e le 23. A Langenbruck sono caduti 62 millimetri di acqua, secondo il servizio meteorologico Meteonews. Questo è poco meno della metà dell'intera quantità del mese di giugno, ha scritto il servizio meteo su Twitter. Edifici, cantieri e strade sono stati inondati. Diversi tratti stradali sono stati temporaneamente chiusi a causa di piccole frane. Secondo la polizia, non ci sono stati feriti.

La polizia cantonale bernese ha indicato su Twitter di aver ricevuto circa 800 segnalazioni tra le 18 e le 21.30, principalmente per infiltrazioni d'acqua. Torrenti hanno parzialmente rotto gli argini e strade hanno dovuto essere chiuse. In alcuni posti ci sono state perdite di idrocarburi nei corsi d'acqua. In molti luoghi, i servizi militari locali erano costantemente impegnati. Con 450 segnalazioni, il Giura bernese è stato particolarmente colpito, ha twittato la polizia questa mattina.

In Argovia, 49 vigili del fuoco erano in azione in più di 70 siti di danno. La polizia cantonale di Soletta ha ricevuto oltre 50 chiamate per inondazioni nelle case. Secondo Meteonews, a Wittnau (AG) sono caduto poco meno di 52 mm di precipitazioni.

Problemi al traffico ferroviario

Ma i violenti temporali scoppiati ieri sera hanno causato anche varie interruzioni del traffico ferroviario, in particolare alla stazione dell'aeroporto di Zurigo-Kloten e nel Giura bernese.

Alla stazione dello scalo zurighese in tarda serata si sono registrate infiltrazioni: i binari sono stati coperti da quasi 50 centimetri d'acqua, ha riferito stamani a Keystone-ATS il portavoce delle FFS Oli Dischoe, precisando che l'infiltrazione è stata bloccata nella notte. La valutazione e la riparazione dei danni sono in corso. Secondo Meteonews, all'aeroporto di Zurigo sono caduti poco meno di 50 millimetri di precipitazioni.

Secondo un tweet delle FFS, i treni a lunga percorrenza e la linea S24 della S-Bahn via Aeroporto di Zurigo sono di nuovo in funzione dalle 8.30. Mentre le linee S16 e S2 torneranno a funzionare normalmente dalle 16.00. Per i viaggiatori verso l'aeroporto erano a disposizione bus e tram. Mentre il traffico a lunga distanza che circola sulla tratta Zurigo-Winterthur passando da Kloten era stato deviato.

Il maltempo ha anche causato interruzioni del traffico nel Giura bernese. Da ieri sera non circolano più treni tra Sonceboz-Sombeval e Moutier, né tra Courtelary e Reuchenette-Péry sulla linea Bienne (BE) - La Chaux-de-Fonds (NE). MeteoSvizzera ha rilevato nella valle di Saint-Imier (BE) 64 millimetri di pioggia in una sola mezz'ora e 80 mm sull'arco di un'ora. A causa di una frana, anche la linea Moutier-Soletta è interrotta tra Moutier e Crémines (BE).

Secondo le ultime indicazioni del servizio di informazione sul traffico ferroviario, la circolazione dei treni su queste tratte dovrebbe essere ristabilita attorno alle 16.30.

Keystone
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved