ANA Ducks
1
MIN Wild
2
fine
(0-0 : 1-1 : 0-1)
dopo-le-cure-oncologiche-l-infertilita-e-la-cassa-non-paga
L'80% dei bimbi che sopravvive ad un tumore lotta con effetti tardivi del male, come perdere la fertilità da adulti. L'assicurazione malattia non paga però l'inseminazione. DEPOSITPHOTOS
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
10 ore

Svizzera, Certificato Covid elettronico di nuovo attivo

L’app è stata ripristinata dopo una trentina di minuti di disservizio. La helpline nazionale intasata dalle richieste di spiegazioni
Svizzera
13 ore

A due anni dalle Federali l’Udc sale, il Plr cala. Verdi stabili

Il Barometro 2021 della Ssr mostra la ‘ripartenza’ democentrista. Tra le sfide, clima e Covid. Le reazioni di Chiesa, Farinelli, Carobbio, Gysin e Romano
Svizzera
13 ore

Obbligo certificato: ristorazione perde il 28% del fatturato

Lo rileva un sondaggio dell’associazione di categoria GastroSuisse, precisando che il numero di cancellazioni di prenotazioni aumenta
Svizzera
15 ore

Dai vaccini effetti collaterali gravi nello 0,02% dei casi

Su 10’825’881 dosi somministrate le notifiche di casi sospetti di effetti indesiderati sono 8’757, di cui 5’779 (64%) non gravi e 2’978 considerate gravi
Svizzera
17 ore

In Svizzera 952 contagi e 7 decessi in 24 ore

Cala l’occupazione Covid in cure intense. Vaccinato il 61,52% della popolazione
Svizzera
20 ore

Legge Netflix, chiesto referendum: ‘Truffa verso i consumatori’

Per i promotori l’obbligo di investire il 4% del reddito lordo nel cinema svizzero indipendente distorce la concorrenza e impone l’ennesima tassa
Svizzera
21 ore

Proteste anti-Covid, a Berna 510 allontanamenti e 20 denunce

Dopo l’ennesima manifestazione, ancora una volta non autorizzata, sono scattate sanzioni. La polizia ha usato gas irritante e proiettili di gomma
Svizzera
23 ore

Verso il Sì a Legge Covid e cure infermieristiche

La legge Covid-19 al momento otterrebbe il 63% di Sì, che per l’iniziativa popolare sono all’82%. In dubbio l’elezione per sorteggio dei giudici federali
Svizzera
1 gior

In 200 manifestano a Berna contro le misure anti Covid

Il municipale Reto Nause responsabile della sicurezza di Berna, ha ricevuto innumerevoli lettere ed e-mail di minacce nelle ultime settimane
diritti
1 gior

‘No alle donazioni di organi senza consenso esplicito’

Lanciato un referendum: dovrà ottenere 50mila firme entro il 20 gennaio 2022
Svizzera
1 gior

Scatole nere sui nuovi modelli di automobili

In Svizzera la misura entrerà in vigore nel luglio del 2022. Dal 2024 la misura sarà estesa a tutti i nuovi veicoli
Svizzera
1 gior

Anche nel 2022 la pandemia inciderà sui bilanci cantonali

‘C’è ancora grande incertezza, ma le entrate non sembrano evolvere così negativamente’. Il disavanzo maggiore previsto a Ginevra
Svizzera
1 gior

No della Confederazione all’abbattimento di tre lupi a Glarona

L’Usam ha respinto la richiesta del cantone. Non è stata raggiunta la soglia limite di danno al bestiame e non tutti gli animali predati erano protetti
Svizzera
1 gior

Il mercato degli insetti langue: gli svizzeri ne mangiano pochi

Alternativa alla carne, alimento del futuro, cibo altamente proteico e nel contempo sostenibile per il pianeta, ma non graditissimo dai confederati
Svizzera
1 gior

In Svizzera più tumori, ma si guarisce di più

Il Ticino il cantone più colpito in termini di incidenza e decessi. Ma la mortalità è scesa di un terzo fra le donne e più di un terzo fra gli uomini
Svizzera
1 gior

In Svizzera contagi ancora sotto quota 1’000 in 24 ore

Il tasso di positività è al 3,81%. Segnalati 3 decessi e nessun ricovero, ma i dati sulle ospedalizzazioni sono oggetto di aggiustamenti e correzioni
Svizzera
1 gior

Un anno di detenzione più multa al bracconiere senza pietà

Nel Vallese, uccideva animali selvatici, a volte con i suoi ‘compagni di caccia’. Ha anche filmato l’agonia di una femmina di camoscio
Svizzera
 
02.07.2021 - 05:100
Aggiornamento : 11:09

Dopo le cure oncologiche l’infertilità e la cassa non paga

Nicole, sopravvissuta al tumore da piccola, 20 anni dopo scopre che potrebbe non avere figli. I medici avevano detto il contrario e l'assicurazione non paga

Sopravvivere a un tumore da bambini è tosta! Quando pensi di aver voltato pagina, che tutto il male sia alle spalle, ti rendi conto che la malattia ti accompagnerà per il resto della tua vita. Non tutti lo sanno, ma purtroppo le cure oncologiche possono influire sulla fertilità. Tra gli ex pazienti, c’è chi lo scopre quando desidera diventare madre e non ci riesce; in più deve sobbarcarsi molti costi non coperti dalle casse malati. Le cifre sono chiare: quattro bambini e adolescenti su cinque sopravvivono al tumore, ma più dell’80% lotta con effetti tardivi della malattia, come la perdita o compromissione della fertilità. Non tutti i costi per le procedure di conservazione degli ovuli sono però coperti dall’assicurazione sanitaria, pertanto queste persone sono doppiamente penalizzate. A denunciarlo è l’associazione Cancro infantile in Svizzera. 

‘Nessun medico mi aveva avvisata’


Nicole Seiler

Ne sa qualcosa Nicole Seiler (24 anni). Per la donna l’anno 2001 è stato molto complicato, aveva 4 anni e le è stato diagnosticato un tumore ai reni. Ha dovuto asportare quello destro, ma le sorprese non erano finite: le metastasi avevano raggiunto i polmoni. Le cure sono state lunghe e pesanti. «Per sei mesi ho dovuto sottopormi a raggi e chemioterapia», racconta la donna. Solo nel 2016 alla 19enne è stato detto che il tumore era sconfitto, ma i controlli e gli esami regolari continuano per tutta la vita. «All’inizio i medici hanno detto ai miei genitori che quelle cure non avrebbero influito sulla mia fertilità. Due anni fa, invece, il medico ha accennato a eventuali problemi per avere figli dovuti alle cure oncologiche di 20 anni fa. Erano terapie pesanti, ora non le usano più anche per i numerosi effetti collaterali», ci racconta Nicole Seiler. Per lei è stato un colpo basso. Quello che la giovane donna trova deprimente è che nessuno negli anni passati l’ha informata al riguardo, nessuno le ha proposto ad esempio di congelare gli ovuli. Oggi se dovrà optare per tecniche di inseminazione artificiale l’assicurazione non pagherà, perché è trascorso più di un anno dalla fine delle cure. «La mia assicurazione malattie ritiene che dopo così tanti anni il nesso tra infertilità e cure oncologiche non è certo». Alla fine – commenta la donna frustrata – se non potrò avere figli è ancora colpa mia e nessuno paga. In queste condizioni non è certo facile avere un partner. «Che cosa gli dico, che forse sono sterile? E i medici non ti sanno consigliare, come ex paziente ti senti persa», conclude. 

I pazienti vanno informati

Come Nicole Seiler, altri bambini sopravvissuti al tumore condividono le medesime difficoltà. «L’infertilità è una delle conseguenze a lungo termine della terapia oncologica, quindi le donne colpite non dovrebbero pagare di tasca propria i costi del trattamento per l’inseminazione artificiale», conferma il professor Nicolas von der Weid, che dirige il Dipartimento di ematologia oncologica all’Ospedale pediatrico universitario di Basilea. Per l’esperto occorre agire con urgenza. «Servono servizi di consulenza sistematici che forniscono a genitori, bambini e sopravvissuti informazioni complete e corrette, ma anche un’assicurazione di base che copra tutti i costi necessari». Oncologi e pediatri conoscono sempre di più questo rischio legato alle cure oncologiche in tenera età ma l’informazione ai pazienti va migliorata. «Non tutti i medici ne parlano coi pazienti o i loro genitori, molto dipende anche da che cosa si può offrire loro. La medicina di riproduzione ha fatto grossi passi avanti ma in vari ospedali, soprattutto quelli non universitari, non c’è un team formato», precisa il medico che è anche presidente dell’associazione Cancro infantile in Svizzera


Il prof. N. von der Weid dirige il dipartimento di ematologia-oncologica all’ospedale pediatrico universitario di Basilea

Quando l’assicurazione non copre

Dal 2019, per i bambini in età post-puberale, il costo della raccolta e del congelamento dei gameti (spermatozoi e ovociti) è coperto dall’assicurazione sanitaria. Per i bambini in età prepuberale i genitori devono pagare di tasca propria le misure di conservazione della fertilità e non sono costi insignificanti. «La maggior parte dei bambini malati di tumore appartiene proprio a questa categoria, hanno meno di 4 anni. Le misure per preservare la fertilità sono sperimentali. Perciò le casse malati non vogliono coprire i costi. Anche quelli che possono insorgere dopo la terapia, come ad esempio per il prelievo preventivo di ovuli in caso di imminente menopausa prematura o per l’inseminazione artificiale in età adulta, non sono coperti. Tutto questo va cambiato», precisa il professor Nicolas von der Weid.

Il tabù della sessualità dopo un tumore

Sopravvivere a un tumore da bambini implica tutta una serie di problematiche psicosessuali che sono state tabù per molto tempo e solo ora i medici iniziano a considerare. «Un bambino che sopravvive a un tumore può portarne i segni sul corpo, come cicatrici, disfunzioni sessuali, diradamento dei capelli, amputazioni o altro, handicap che lo rendono insicuro quando da adolescente cerca un partner o inizia una relazione. Vediamo che la necessità di informazioni cresce ma ci sono poche consulenze specifiche per questi giovani. Abbiamo iniziato un progetto pilota a Basilea con una sessuologa che risponde anche in modo anonimo alle domande di questi ex pazienti o dei loro genitori», conclude il medico.

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved