lunedi-in-svizzera-nuovo-grande-passo-verso-la-normalita
Keystone
Non è ancora l’ora delle discoteche
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
10 ore

‘Putin vattene’. E ancora, ‘Liberate l’Ucraina, e la Russia’

Manifestazione per le strade di Ginevra per chiedere la cessazione del conflitto ucraino e per uno scambio di prigionieri
Svizzera
13 ore

Torna in funzione il reattore numero 1 di Beznau

Dopo una revisione di due mesi, la centrale di Döttingen ha ricevuto luce verde da parte dell’ispettorato federale della sicurezza nucleare
Svizzera
13 ore

La Svizzera può essere un modello per l’Ucraina

È il parere del premio Nobel per l’economia Roger Myerson, secondo cui Berna può svolgere un ruolo di mediazione tra i due belligeranti
Svizzera
14 ore

In fiamme un ristorante nel cuore di Gruyères

L’incendio è divampato poco dopo le 4.30. Per ragioni di sicurezza, una quarantina di persone sono state sfollate
Svizzera
17 ore

Immatricolazioni di auto nuove col freno a mano tirato

Il primo semestre del 2020 ha fatto segnare un netto calo: -12%. Addirittura del 18,2% per il solo mese di giugno
Svizzera
17 ore

Truffa del falso poliziotto: gabbati per 140 mila franchi

‘Soliti ignoti’ particolarmente attivi nel canton Argovia: 50 segnalazioni solo ieri. Raggirate tre tonne tra i 63 e gli 88 anni
Svizzera
18 ore

Il voto delle commissioni parlamentari deve rimanere segreto

È il parere della Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale: respinta una mozione di Andrea Glarner
Svizzera
1 gior

Infermieri, via libera al progetto per rafforzare la professione

La Commissione della sanità della camera alta ha approvato il disegno governativo, prima tappa dell’attuazione dell’iniziativa popolare accettata nel 2021
gallery
Svizzera
1 gior

Militanti imbrattano la sede della Sefri

L’organizzazione ambientalista Renovate Switzerland chiede di accelerare il risanamento termico degli edifici
30.05.2021 - 17:37

Lunedì in Svizzera nuovo grande passo verso la normalità

Scatta la fase di stabilizzazione. Da domani bar e ristoranti riaprono del tutto. Generosi allentamenti anche per sport, cultura, riunioni private e aziende.

Berna – La Svizzera farà un grande passo verso il ritorno a una vita normale lunedì. I ristoranti, la cultura e lo sport in particolare beneficeranno dell'allentamento delle misure anti-Covid deciso mercoledì dal Consiglio federale. Un allentamento più generoso del previsto.

Dato che il numero di nuove infezioni sta diminuendo e che le persone vulnerabili dovrebbero essere vaccinate entro la fine del mese, il Consiglio federale reputa possibile passare dalla fase di protezione a quella di stabilizzazione. Restando cauti, però.

Da lunedì, i ristoranti potranno riaprire completamente. I tavoli interni saranno limitati a quattro ospiti, quelli all'esterno a sei. Tutti i clienti dovranno sedersi e consegnare i loro dati. Le mascherine saranno necessarie solo per muoversi. Revocata la limitazione dell’orario di chiusura dalle 23 alle 6.

Più pubblico

Gli eventi con pubblico, come le competizioni sportive o il cinema, potranno svolgersi al chiuso con 100 persone invece di 50, o fino alla metà della capacità della sala, e all'aperto con 300 persone invece di 100. Questo vale anche per le cerimonie religiose. I posti non dovranno più essere assegnati in modo fisso, saranno sufficienti mascherina e distanza. Concerti e spettacoli sono di nuovo permessi, purché si svolgano all'aria aperta.

Riunioni come visite guidate o riunioni aziendali possono essere tenute con un massimo di 50 persone invece di 15. Questo vale anche per riunioni come matrimoni o compleanni che si svolgono fuori casa. Per le riunioni private a casa, il limite passa da 10 a 30 partecipanti in spazi chiusi e da 15 a 50 fuori. Per gli eventi nello spazio pubblico, non ci sono più restrizioni.

Lo sport amatoriale sarà ora consentito in gruppi di 50 persone invece di 15. Le competizioni a squadre sono ancora vietate al chiuso. I bagni termali e i centri benessere possono riaprire.

Università e telelavoro

Le università non saranno più soggette al limite di 50 persone e potranno riprendere le loro attività quasi normalmente. Lavorare da casa non è più obbligatorio, ma solo raccomandato alle aziende, a condizione che possano testare il loro personale ogni settimana.

Altri allentamenti a partire da lunedì: qualsiasi persona che è guarita o può dimostrare di essere stata vaccinata sarà esentata dalla quarantena per sei mesi. Le persone sotto i 16 anni sono anche esentate dalla quarantena e dall'obbligo di fare un test di screening all'entrata in Svizzera. Le persone provenienti da paesi in cui circolano varianti di virus preoccupanti non possono beneficiare di questa eccezione.

Le discoteche devono aspettare

Poiché questa quarta fase della riapertura va ben oltre il piano iniziale, il Consiglio federale prevede solo un ultimo pacchetto di allentamenti prima della pausa estiva. Riguarda essenzialmente le discoteche. Il Governo dovrebbe consultare le parti interessate l'11 giugno e prendere una decisione il 23 per l'entrata in vigore il 1° luglio. Il passaggio alla fase 3, la cosiddetta fase di standardizzazione, avverrà in agosto, se la campagna di vaccinazione continua allo stesso ritmo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
allentamenti bar consiglio federale coronavirus ristoranti svizzera
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved