vicenda-fifa-ricusato-il-procuratore-federale-stefan-keller
Stefan Keller (Foto Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Mauro Poggia sporge denuncia dopo minacce di morte

Il consigliere di Stato ginevrino è stato attaccato verbalmente in un ristorante. Il portavoce: niente a che vedere con le restrizioni anti-Covid.
Svizzera
5 ore

Politica europea, ‘il Consiglio federale ci consulti’

La Commissione della politica estera del Consiglio degli Stati esige un coinvolgimento formale nelle decisioni governative riguardanti l’Ue
Svizzera
6 ore

Conciliabilità famiglia-lavoro: proposto un sostegno economico

Nel confronto internazionale la Svizzera si situa tra le ultime posizioni per quanto riguarda l’accessibilità e la qualità della custodia complementare
Svizzera
6 ore

Casse pensioni: 2021 positivo con livelli di copertura record

Il 2021 molto positivo anche per gli investimenti: gli istituti di previdenza hanno infatti realizzato un rendimento patrimoniale netto medio dell’8,0%
Svizzera
7 ore

Il casco obbligatorio fino a 16 anni non convince la Commissione

La Ctt-S propone inoltre di respingere l’introduzione della possibilità per i veicoli a due ruote di sostare sul marciapiede
Svizzera
8 ore

La Commissione è contro la privatizzazione di Postfinance

Per la Ctt-S il disegno di legge proposto dal Consiglio federale non è soddisfacente
Svizzera
9 ore

Tante famiglie poco sopra al minimo vitale, Caritas preoccupata

L’organizzazione sottolinea come da un punto di vista statistico, tali famiglie non sono considerate come povere e per questo non ricevono aiuti
Svizzera
10 ore

Pazienti adulti e bambini promuovono gli ospedali svizzeri

Secondo un sondaggio la maggior parte dei ricoverati è contenta del soggiorno in ospedale. Elevato il grado di soddisfazione in pediatria
Svizzera
10 ore

Si è arreso ed è sceso l’uomo sulla gru a Oerlikon

Dopo esservisi arrampicato ieri sera e aver dato fuoco alla cabina, l’uomo si è convinto a scendere. Non ancora chiaro il motivo dell’azione
gallery
Svizzera
12 ore

Zurigo, sale su una gru e dà fuoco alla cabina

L’uomo si trova ancora sul macchinario. Vani i tentativi della polizia di stabilire un contatto
Svizzera
1 gior

Un lupo sbrana 28 animali in Vallese: ordinato l’abbattimento

Il predatore ha ucciso gli ovini in situazione protetta su superfici agricole utili: soddisfatti i requisiti per l’uccisione
Svizzera
1 gior

Entro il 2025 il 50% dei nuovi veicoli dovrà essere ricaricabile

Sottoscritta oggi dai rappresentanti dello Stato e dei settori automobilistico, elettrico e immobiliare la nuova fase della Roadmap mobilità elettrica
Svizzera
1 gior

Imbrattato il monumento a Suvorov nelle Gole della Schöllenen

Il memoriale al feldmaresciallo russo e ai soldati austro-russi caduti contro le truppe napoleoniche del 1799 è stato sporcato con vernice blu e gialla
Svizzera
1 gior

Adozioni illegali da Sri Lanka, Berna aiuta a ritrovare origini

La Confederazione e i Cantoni partecipano a un progetto pilota a sostegno delle persone adottate dello Sri Lanka nella ricerca delle loro origini
05.05.2021 - 09:56
Aggiornamento : 20:42

Vicenda Fifa, ricusato il procuratore federale Stefan Keller

ll Tribunale penale federale ha ammesso la richiesta presentata dal presidente Gianni Infantino. Il Motivo? Le comunicazioni di Keller con i media

Ats, a cura de laRegione

Il Tribunale penale federale (TPF) ha ammesso la richiesta di ricusazione presentata dal presidente della FIFA Gianni Infantino nei confronti del procuratore generale straordinario della Confederazione Stefan Keller. Il motivo sono le comunicazioni di quest'ultimo con la stampa.

La Corte dei reclami penali del TPF contesta a Keller, in una decisione datata 30 aprile, quattro comunicati stampa, diffusi il 10 dicembre 2020, così come il 10 febbraio, l'8 e l'11 marzo 2021, e dichiarazioni rilasciate a una rivista specializzata.

Il TPF non è invece entrato nel merito della richiesta di constatare la nullità degli atti procedurali finora condotti. La decisione è passata in giudicato, precisa la Corte in una nota odierna.

Keller prende nota, FIFA plaude

Keller è stato nominato il 29 giugno 2020 dall'Autorità di vigilanza del Ministero pubblico della Confederazione (AV-MPC) e questa scelta è stata confermata dall'Assemblea federale alla fine di settembre.

In una prima reazione, egli afferma di aver preso nota della decisione, ma respinge le accuse di aver fornito informazioni fuorvianti e non corrette. Discuterà del seguito da dare al procedimento con l'AV-MPC e la Commissione giudiziaria. Si tratterà in particolare di chiarire le implicazioni della decisione del TPF sui vari procedimenti.

Da parte sua, l'AV-MPC ha comunicato di aver preso conoscenza della decisione. Ha inoltre indicato all'agenzia Keystone-ATS che si consulterà con la Commissione giudiziaria il 19 maggio.

La FIFA e il suo presidente hanno accolto con favore la decisione. Il TPF ha riconosciuto che indagando su questioni al di fuori del suo mandato e rendendo pubblici i suoi sospetti personali, Keller ha chiaramente violato la presunzione di innocenza e danneggiato la reputazione del presidente della FIFA, si legge in una nota della federazione internazionale di calcio, nella quale viene ribadita la volontà di cooperare pienamente con le autorità.

I fatti

Presidente del Tribunale cantonale di Obvaldo, Keller era responsabile delle indagini sui discussi incontri segreti tra Michael Lauber, l'allora procuratore generale della Confederazione, e Gianni Infantino, nell'ambito delle indagini dirette contro ex dirigenti della FIFA.

Il 29 luglio 2020, Keller aveva informato il presidente della FIFA di aver aperto nei suoi confronti un procedimento per abuso di autorità, violazione del segreto d'ufficio, favoreggiamento e istigazione a tali atti.

Tra il 10 dicembre 2020 e l'11 marzo 2021, il magistrato aveva inviato quattro comunicati stampa alla stampa relativi, tra le altre cose, a sospetti di amministrazione infedele legati all'uso di un jet privato. In seguito, aveva lui stesso annunciato diverse decisioni del TPF riguardanti Infantino.

La sentenza

Per i giudici di Bellinzona, queste dichiarazioni devono essere analizzate nel loro contesto. Il caso del jet privato non faceva per esempio parte del mandato di Keller, dato che Lauber non era presente sul volo. In queste circostanze, il procuratore non avrebbe dovuto esprimersi su questo argomento e menzionare una qualifica penale.

Il comunicato di Keller lasciava però chiaramente intendere che il presidente della FIFA era accusato. In tal modo, secondo il TPF il suo diritto alla presunzione di innocenza è stato violato. Oltretutto finora il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) non ha aperto nessuna inchiesta sul volo in questione. Secondo la Corte, l'imparzialità del procuratore potrebbe pertanto essere messa in discussione.

Il TPF è giunto alla stessa conclusione per quanto riguarda il ritratto di Stefan Keller pubblicato nell'edizione 1/2021 della rivista specializzata "Plädoyer". Nelle sue dichiarazioni egli ha parlato di fatti di cui era venuto a conoscenza nell'esercizio delle sue funzioni.

Secondo Gianni Infantino, i tre comunicati di febbraio e marzo 2021 dimostrano che il procuratore non pensava più in termini di obiettività e neutralità, ma che ormai si trattava di vincere o perdere.

I giudici del TPF riconoscono che non c'era fondamentalmente nulla che impedisse al magistrato di comunicare le fasi intermedie del procedimento, ma tali annunci implicano estrema cautela e dovrebbero piuttosto essere riservati alle reazioni. Nel caso in questione, Keller ha inviato i suoi comunicati stampa ancora prima che la Corte avesse pubblicato online le sue decisioni.

Questa pratica non solo è discutibile, ma anche in completa violazione della prassi del tribunale. Inoltre, secondo il TPF i titoli di alcuni comunicati stampa erano fuorvianti e sensazionalistici, piuttosto che fattuali.

In queste circostanze, la richiesta di ricusazione deve essere accettata, conclude la Corte dei reclami del TPF, e il procuratore federale straordinario Stefan Keller deve essere escluso dal procedimento contro Gianni Infantino. La domanda di dichiarazione di nullità del procedimento è stata invece respinta perché presentata troppo tardi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fifa gianni infantino stefan keller tribunale penale federale
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved