raccolte-oltre-59-000-firme-contro-il-matrimonio-per-tutti
(Keystone)
12.04.2021 - 17:44
Aggiornamento: 20:08
Ats, a cura de laRegione

Raccolte oltre 59'000 firme contro il 'matrimonio per tutti'

Il popolo dovrà con ogni probabilità esprimersi alle urne sul matrimonio per le coppie dello stesso sesso approvato in dicembre dalle Camere federali

Il comitato che si oppone al "matrimonio per tutti" ha annunciato oggi di aver raccolto oltre 59'000 firme contro la revisione della legge. Il popolo dovrà quindi con ogni probabilità esprimersi alle urne sul matrimonio per le coppie dello stesso sesso.

Per l'esattezza, sono stati consegnati alla Cancelleria federale a Berna 59'176 autografi credibili, si legge in un comunicato dei referendari.

Le Camere federali hanno approvato il testo in dicembre, con un percorso iniziato sette anni fai dai Verdi liberali, che include anche la possibilità per le coppie lesbiche di accedere alla donazione di sperma.

Le grandi linee del disegno di legge prevedono che le attuali disposizioni che regolano il matrimonio si applicherebbero in futuro anche a quelli fra persone dello stesso sesso. Ad oggi, in Svizzera, per le coppie omosessuali esistono solo le unioni domestiche registrate, con diritti e doveri meno importanti rispetto al matrimonio.

Un comitato apartitico con rappresentanti soprattutto di UDC e Unione democratica federale (UDF) ha però lanciato un referendum. Gli oppositori sono infastiditi soprattutto dal fatto che le novità verrebbero applicate senza alcuna modifica della Costituzione. Oltre a questo, trovano la donazione di sperma per coppie lesbiche "legalmente e moralmente dubbia".

L'argomento è di grande interesse pubblico. Basti pensare che l'odierna consegna delle firme è stata accompagnata da una contro dimostrazione dei favorevoli al matrimonio per tutti. La polizia cantonale - ha appreso Keystone-ATS - ha denunciato 49 persone per infrazione delle norme Covid.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
camere federali matrimonio per tutti
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved