ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
39 min

Saranno quasi 200 i milioni di franchi destinati all’ambiente

Lo ha deciso il Consiglio degli Stati per 29 voti a 16, approvando una proposta di minoranza della verde Adèle Thorens Goumaz
Svizzera
1 ora

Cure infermieristiche, approvato rafforzamento professione

L’iniziativa chiede in particolare che sia disponibile un numero sufficiente di infermieri diplomati per rispondere al fabbisogno crescente di cure
Svizzera
2 ore

Agricoltura: più impiego di erbicidi, insetticidi e fungicidi

Vendute nel 2021 circa 2’259 tonnellate di prodotti fitosanitari, 329 tonnellate in più rispetto al 2020
Svizzera
4 ore

Nessuna sanzione disciplinare contro Roger Köppel

Il consigliere nazionale Udc era sospettato di aver violato il segreto d’ufficio per alcune dichiarazioni sul suo canale video
Svizzera
5 ore

Un grigionese sullo scranno più alto del Consiglio nazionale

Appartenente al Centro, 42enne, nato a Rabius, nella Surselva, Martin Candinas è stato eletto nella Camera bassa nel 2011
Svizzera
11 ore

Circolazione e cure infermieristiche nel menu invernale a Berna

Al via la sessione invernale che eleggerà anche i consiglieri federali in sostituzione di Maurer e Sommaruga e i nuovi presidenti delle due Camere
Svizzera
12 ore

Oggi a Berna il tradizionale mercato delle cipolle

Nella capitale un centinaio di pullman turistici da tutta la Svizzera e dall’estero
elezioni cantonali
1 gior

Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio

Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
06.04.2021 - 13:20

Disordini a San Gallo, ricorsi contro allontanamenti dal centro

Ricorsi inoltrati contro i divieti di accesso ad alcune zone della città pronunciati contro oltre 500 persone dopo i disordini durante le festività pasquali

Ats, a cura de laRegione
disordini-a-san-gallo-ricorsi-contro-allontanamenti-dal-centro

Il canton San Gallo ha ricevuto i primi ricorsi relativi ai divieti di accedere a determinate aree della città pronunciati contro oltre 500 persone dopo i disordini registrati durante le festività pasquali.

Il Venerdì Santo ci sono stati disordini per la seconda volta in una settimana. La domenica di Pasqua, la polizia ha controllato centinaia di persone a seguito di nuovi appelli alla violenza pubblicati sui social media: 60 persone sono state fermate e sono stati emessi oltre 500 divieti di accedere ad alcuni luoghi della città. Gli agenti hanno anche fermato un gruppo che trasportava 2,5 litri di alcool metilico e piccole bottiglie vuote che avrebbero potuto essere utilizzate per confezionare bombe Molotov.

"Gli allontanamenti in questa situazione straordinaria sono stati considerati proporzionati", stando a una valutazione dell'operazione di polizia. Non ci sono stati disordini, nessuno è rimasto ferito e i danni alla proprietà sono stati ampiamente evitati.

Nessun effetto sospensivo

Questa misura implica che la persona interessata non può accedere a una piazza, un parco o un quartiere per un massimo di un mese. La polizia di San Gallo ha sfruttato questo margine di manovra: per i prossimi 30 giorni le circa 500 persone colpite dal provvedimento non potranno più entrare nel perimetro designato.

"Abbiamo ricevuto i primi ricorsi contro i divieti", ha detto all'agenzia di stampa Keystone-ATS Hans-Rudolf Arta, segretario generale del dipartimento cantonale di sicurezza e giustizia. Le persone interessate hanno 14 giorni di tempo per opporsi.

Il cantone deve verificare se gli allontanamenti soddisfano i requisiti legali, sono proporzionati nel caso specifico e non rappresentano una grave violazione dei diritti fondamentali. L'interesse pubblico a scongiurare il pericolo deve prevalere sull'interesse privato degli esclusi dall'uso dello spazio pubblico.

"I ricorsi non hanno effetto sospensivo", ha spiegato Arta. Le persone respinte non possono entrare nel perimetro in questione fino a quando il cantone prenderà una decisione, a meno che non debbano recarsi in città per lavoro o studio. Se il ricorso viene respinto, è ancora possibile appellarsi al tribunale amministrativo.

Un ulteriore appello alla violenza

"Volevamo fermare la spirale di violenza", ha detto Roman Kohler, portavoce della polizia cittadina di San Gallo. "Ci sono già appelli alla violenza per venerdì prossimo", ha aggiunto precisando che dei 33 espulsi Venerdì Santo, 25 hanno ignorato l'ordine e dovranno ora subirne le conseguenze.

Il portavoce della polizia è consapevole che i molti divieti ad accedere al perimetro sollevano anche interrogativi. Gli interessati che possono spiegare in modo credibile di essere stati ingiustamente respinti possono contattare la polizia.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved