ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
58 sec

Un grigionese sullo scranno più alto del Consiglio nazionale

Appartenente al Centro, 42enne, nato a Rabius, nella Surselva, Martin Candinas è stato eletto nella Camera bassa nel 2011
Svizzera
6 ore

Circolazione e cure infermieristiche nel menu invernale a Berna

Al via la sessione invernale che eleggerà anche i consiglieri federali in sostituzione di Maurer e Sommaruga e i nuovi presidenti delle due Camere
Svizzera
7 ore

Oggi a Berna il tradizionale mercato delle cipolle

Nella capitale un centinaio di pullman turistici da tutta la Svizzera e dall’estero
elezioni cantonali
20 ore

Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio

Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
20 ore

Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni

Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
22 ore

Novembre si appresta a congedarsi con una notte gelida

Nelle Prealpi e nelle vallate alpine la colonnina di mercurio è infatti scesa ben al di sotto dello zero
Svizzera
1 gior

Benzina: lanciato un comparatore gratuito dei prezzi

Secondo il promotore, il Touring Club Svizzero, vale la regola del cinque: occhio infatti ai chilometri percorsi e ai litri del pieno
Svizzera
1 gior

Consiglio federale: Herzog (Ps) e Rösti (Udc) i più amati

Un sondaggio guarda ai candidati preferiti dagli elettori in vista delle elezioni di dicembre per sostituire i dimissionari Sommaruga e Maurer
Svizzera
1 gior

Le Forze aeree svizzere in addestramento nel Regno Unito

Beneficiano di condizioni difficili da trovare in Svizzera, come ampie aree di volo vicino al mare e regioni scarsamente popolate
Svizzera
1 gior

Unione sindacale: riconfermato per 4 anni Pierre-Yves Maillard

Due donne vicepresidenti: la presidente di Unia Vania Alleva e la segretaria generale del Vpod/Ssp Natascha Wey
Svizzera
1 gior

Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione

All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
2 gior

Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile

Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
2 gior

Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese

Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
24.03.2021 - 15:24
Aggiornamento: 18:13

Ufsp: il certificato vaccinale sarà disponibile in estate

Il documento che verrà riconosciuto a livello internazionale attesterà l'avvenuta somministrazione del siero

ufsp-il-certificato-vaccinale-sara-disponibile-in-estate
Non ci sarà invece nessun registro centrale delle vaccinazioni (Ti-Press)

Un certificato vaccinale riconosciuto a livello internazionale dovrebbe essere disponibile in Svizzera entro l'estate. Il documento rivelerà un'avvenuta somministrazione del siero, ma non i test o un'infezione da coronavirus.

Prove di un tampone o della malattia saranno integrate al certificato Covid-19 solo in secondo tempo, ha riferito nella consueta conferenza stampa in linea degli esperti della Confederazione Anne Lévy, direttrice dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Aeroporti consultati

"Vogliamo essere in grado di emettere un certificato di vaccinazione che sia a prova di falsificazione e riconosciuto a livello internazionale", ha detto. Ci sono contatti con l'Unione europea (Ue), ma la Svizzera non aspetterà gli sviluppi a Bruxelles.

Non ci sarà in alcun caso un registro centrale delle vaccinazioni dato che non c'è una base legale. Ai lavori per sviluppare il documento, che dovrà essere disponibile sia in forma cartacea che digitale, sono associati i Cantoni, il Dipartimento federale di giustizia e polizia, ma anche l'economia privata, ad esempio gli aeroporti.

Rammarico per lemievaccinazioni.ch

L'introduzione del certificato di vaccinazione non ha nulla a che fare con lemievaccinazioni.ch. "Vogliamo lavorare indipendentemente dalla fondazione che gestisce la piattaforma", ha detto Lévy.

Il portale è stato disattivato ieri a causa di una fuga di dati. L'UFSP se ne rammarica e ha imposto alla fondazione di non tornare in linea fino a quando le informazioni saranno sicure e verificabili.

Masserey lascia cda

In relazione con la vicenda, Virginie Masserey, responsabile della sezione Controllo delle infezioni all'UFSP, ha annunciato che si dimette dal consiglio di amministrazione della piattaforma, una posizione che ha ricoperto "a titolo personale" dal primo gennaio.

"Non ho ancora preso parte a nessuna delle riunioni o decisioni di questo consiglio", ha detto rispondendo a una domanda di un giornalista. "Non ricevo alcun compenso e non ho alcun interesse finanziario", ha precisato. "Sono lì come esperto di salute pubblica e non come rappresentante dell'UFSP e non ho alcuna responsabilità diretta nell'assegnazione del mandato per myCOVIDvac", sito gestito per conto della Confederazione dalla Fondazione lemievaccinazioni, ha aggiunto. Si è ritirata perché la separazione dei ruoli sia "chiara" e per "evitare qualsiasi malinteso a questo riguardo".

Effetti della campagna vaccinale visibili

"Sembra che stiamo cominciando a vedere gli effetti della vaccinazione per le persone oltre gli 80 anni", ha poi detto, discutendo di aspetti epidemiologici. Per questa fascia d'età, le ospedalizzazioni continuano a diminuire, e le infezione nelle case per anziani "sono in costante calo".

La tendenza generale però è quella di un aumento delle infezioni: "Un mese fa, eravamo a una quota di circa 1000 casi al giorno, oggi siamo a circa 1800". Il numero di ricoveri e di morti, invece, rimane stabile. Accanto alla vaccinazione, l'esperta ritiene che ci siano altre ragioni. In primo luogo, "come sempre", c'è uno sfasamento temporale tra l'aumento delle infezioni e il numero di ricoveri e decessi. In secondo luogo, attualmente sono soprattutto i giovani che si infettano e le persone anziane potrebbero infettarsi più tardi.

Secondo l'UFSP, il 36% delle persone vulnerabili sono state vaccinate. Nel complesso, il 9% della popolazione totale aveva ricevuto almeno una dose del siero e il 5,4% è completamente vaccinato.

Pur riconoscendo che il numero di infezioni è diminuito nelle case di riposo grazie al vaccino, Martin Ackermann, presidente Task force scientifica COVID-19 ha fatto notare che il 70% dei pazienti in terapia intensiva ha meno di 70 anni. Il numero di letti occupati in questi reparti deve dunque continuare a essere un indicatore chiave.

Precauzioni per feste pasquali

In vista delle imminenti feste pasquali, Masserey ha invitato la popolazione a prevedere riunioni di famiglia all'esterno e rispettando le distanze. Ha inoltre raccomandato di sottoporsi a test.

A questo proposito, per l'UFSP non c'è rischio di carenza di materiale dato che sul mercato ci sono tamponi in abbondanza. Quelli da praticare autonomamente saranno invece "disponibili tra alcune settimane", ha affermato Lévy.

Test di massa sulla buona strada

L'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici (Swissmedic) sta attualmente preparando un'autorizzazione speciale per questi test, che potranno essere ottenuti gratuitamente nelle farmacie.

Secondo Lévy, si stanno facendo progressi anche con i test di massa: 22 Cantoni dispongono di un concetto in materia, in due il meccanismo funziona bene e tre hanno avviato progetti pilota. In futuro, test fatti periodicamente e gratuiti saranno disponibili nelle scuole, nelle aziende e nelle amministrazioni.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved