dal-consiglio-federale-nuove-misure-per-il-lavoro-ridotto
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
3 ore

Primo Sì al divieto nazionale per le terapie di conversione

La Comm. affari giuridici al Nazionale approva una mozione che vieta le terapie volte a modificare o reprimere orientamento sessuale o identità di genere
Svizzera
4 ore

Neomamme più protette dal licenziamento, no a proposta ticinese

La Commissione affari giuridici al Nazionale ha respinto il testo che estendeva a 12 mesi, anziché 16 settimane, il periodo di protezione dopo il parto
Svizzera
7 ore

La Legge sugli embarghi non va modificata

È il parere della Commissione per la sicurezza del Consiglio degli Stati, che propone di respingere la riforma approvata dal Nazionale
Svizzera
7 ore

Tariffe forfettarie ambulatoriali sulla buona strada

Il documento elaborato da Ospedali svizzeri (H+) e assicuratori malattia santésuisse potrebbe diventare effettivo entro la fine del 2023
Svizzera
7 ore

I camper devono poter pesare di più. Fino a 4,25 tonnellate

Inoltrata alla Cancelleria federale una petizione che chiede di innalzarne il limite. Per poterli guidare, però, saranno necessari corsi ad hoc
Svizzera
9 ore

Urgono soluzioni sui binari per il transito nord-sud

I lavori nella Valle del Reno minano la regolarità del traffico merci: l’industria ferroviaria svizzera un’alternativa sulla riva francese
Svizzera
9 ore

‘Il sondaggio non è stato condotto in maniera obiettiva’

Gli oppositori alla riforma Avs puntano il dito sulle risultanze dell’inchiesta. ‘Ignorato il divario pensionistico delle donne’
Svizzera
10 ore

Motociclista gravemente ferito sul Flüela

L’uomo, un 28enne austriaco, è stato tradito dall’asfalto scivoloso. Cadendo è andato a sbattere contro il guardrail
20.01.2021 - 14:24
Aggiornamento: 17:38

Dal Consiglio federale nuove misure per il lavoro ridotto

Abolito il periodo di attesa retroattivamente dal 1° settembre, e diritto esteso anche a contratti a tempo determinato e apprendisti

Nuove misure a beneficio delle persone colpite dal lavoro ridotto sono state adottate oggi dal Consiglio federale. Queste sono in particolare l'abolizione del periodo di attesa e l'estensione dei beneficiari agli apprendisti.

Le nuove norme, contenute nella riveduta Ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione, entrano in vigore domani. Sono basate sulla legge COVID-19 recentemente adottata dal Parlamento (e contro la quale è stato promosso il referendum, ndr), ha spiegato il consigliere federale Guy Parmelin in conferenza stampa.

Le nuove disposizioni si aggiungono agli aiuti per i casi di rigore e alle indennità per perdita di guadagno. L'esecutivo, ha aggiunto il presidente della Confederazione, sta inoltre studiando la possibilità di riattivare i cosiddetti "prestiti Covid-19".

Tra le novità annunciate oggi figura la soppressione, fino al 31 marzo e retroattivamente dal 1° settembre, del periodo di attesa per la riscossione delle indennità per lavoro ridotto (ILR). La modifica retroattiva non richiede alcun intervento da parte dei datori di lavoro: l'assicurazione contro la disoccupazione adeguerà i conteggi e verserà la differenza.

Il periodo di attesa rappresenta una franchigia a carico delle imprese per ogni mese di percezione del lavoro ridotto: lo scopo è ridurre le uscite dell'assicurazione contro la disoccupazione. Da settembre vigeva un periodo di attesa di un giorno, il minimo previsto dalla legge sull'assicurazione contro la disoccupazione. Con la sua soppressione verrà facilitato il ricorso al lavoro ridotto e migliorata la liquidità delle aziende.

Altra misura adottata oggi: è stata abolita la durata massima di riscossione delle ILR di quattro periodi di conteggio in caso di perdita di lavoro superiore all'85% (retroattivamente dal 1° marzo 2020 e fino al 31 marzo 2021). Misure sono state prese per evitare che tale provvedimento abbia un impatto negativo sulle aziende una volta che non sarà più valido.

Il governo ha poi deciso di estendere il diritto alle indennità per lavoro ridotto anche ai dipendenti con un contratto a tempo determinato. In questo modo anche gli apprendisti delle aziende che hanno dovuto chiudere per ordine delle autorità potranno beneficiarne.

Le indennità per gli apprendisti vengono tuttavia concesse unicamente se le aziende continuano a garantirne la formazione. Le aziende possono richiedere tale prestazione per il periodo gennaio 2021-giugno 2021.

Il governo ha infine precisato le modalità che permetteranno alle persone con redditi modesti di ottenere una ILR maggiore per il periodo 1° dicembre 2020 - 31 marzo 2021, conformemente a quanto deciso dal Parlamento.

Concretamente, i lavoratori che a tempo pieno e con una perdita di guadagno totale conseguono un reddito inferiore a 3470 franchi percepiranno il 100% dell'ILR. Per i redditi tra 3470 e 4340 franchi l'indennità ammonta a 3470 franchi, il che corrisponde a un'ILR tra l'80 e il 100%. Per un salario superiore l'indennità è dell'80%.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
apprendisti assicurazione disoccupazione consiglio federale lavoro ridotto
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved