casi-di-rigore-allentate-le-condizioni-per-accedere-agli-aiuti
Ueli Maurer, capo del Dipartimento federale delle finanze (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
4 min

Vaiolo delle scimmie: primo caso in Svizzera

Si tratta di una persona residente nel canton Berna che è stata esposta al virus all’estero
gallery
Svizzera
1 ora

Basilea, polizia disperde gli oppositori di un raduno Udc

Le forze dell’ordine hanno cercato di tenere lontani dallo stand del partito politico i dimostranti del gruppo ‘Basel Nazifrei’
Svizzera
3 ore

Bancomat fatto esplodere nel Giura bernese

I malviventi sono fuggiti in auto. L’ammontare della refurtiva non è ancora noto.
gallery
Svizzera
5 ore

Grigioni, camminata di protesta contro il World economic forum

Polizia e organizzatori si aspettavano maggiore affluenza. In programma altre manifestazioni in varie città svizzere
Svizzera
6 ore

Schianto contro il portale della galleria, muore automobilista

L’incidente è avvenuto a Küttigen, nel canton Argovia. Il veicolo ha preso fuoco subito dopo lo schianto.
gallery
Svizzera
7 ore

Scontri a Zurigo per una manifestazione contro il Wef

L’appello a scendere in piazza ieri per opporsi al World economic forum era stato lanciato su internet
commercio al dettaglio
12 ore

Princìpi e realtà, la Migros a un bivio

I 2,28 milioni di soci votano fino al 4 giugno sulla revoca del divieto di vendere alcolici. Analisi, contesto e reportage.
Svizzera
1 gior

‘2,2 miliardi in più per ridurre i premi di cassa malati’

È quanto prevede il controprogetto all’iniziativa socialista sui premi di assicurazione malattia adottato dalla Commissione sanità del Nazionale
13.01.2021 - 15:17
Aggiornamento : 16:26

Casi di rigore, allentate le condizioni per accedere agli aiuti

Per le aziende chiuse a partire dal 1 novembre non sarà più necessario dare prova di un calo della cifra d'affari. Contributi fino al 20% del fatturato

Ats, a cura de laRegione

A causa della situazione epidemiologica e delle ulteriori restrizioni imposte alle attività economiche, il Consiglio federale ha deciso di allentare le condizioni che un'impresa deve soddisfare per percepire gli aiuti destinati ai casi di rigore. Ora, le aziende che a partire dal 1 novembre 2020 hanno dovuto chiudere la loro attività per almeno 40 giorni su ordine delle autorità, sono da considerarsi casi di rigore senza dover dare prova di un calo del giro d'affari.

Inoltre, si può tenere conto anche della flessione del fatturato registrata nel 2021, indica una nota governativa odierna.

Il limite massimo per i contributi a fondo perso viene aumentato al 20% del giro d'affari o a 750 000 franchi per impresa. La modifica dell'ordinanza consente di sostenere i casi di rigore su larga scala. Già nel mese di gennaio più della metà dei Cantoni fornisce questo tipo di sostegno e in febbraio quasi tutti i Cantoni dovrebbero essere in grado di fare altrettanto, precisa il governo.

Dall'inizio della pandemia di coronavirus il Consiglio federale ha deciso una serie di provvedimenti per attenuare le conseguenze economiche. L'indennità per lavoro ridotto e l'indennità di perdita di guadagno coprono, a seconda del settore, tra la metà e i due terzi delle perdite della giro d'affari, detratte le prestazioni preliminari.

Nella sessione invernale, entrambi i provvedimenti sono stati rafforzati in modo sostanziale. Con il programma di crediti COVID-19, in primavera la Confederazione ha concesso alle imprese mutui garantiti da fideiussioni per un valore complessivo di 17 miliardi di franchi.

Nei Cantoni sono stati avviati programmi che mettono a disposizione dei casi di rigore complessivamente circa 2,5 miliardi di franchi, a cui la Confederazione partecipa per due terzi (1,9 mia). Già nel mese in corso più della metà dei Cantoni versa i primi aiuti per i casi di rigore. In febbraio, tutti i Cantoni, con poche eccezioni, saranno in grado di concedere contributi tramite un programma per i casi di rigore. I programmi cantonali sono pertanto adatti a fornire un rapido aiuto alle imprese particolarmente colpite dalla pandemia di COVID-19, precisa il Governo.

I Cantoni possono ora versare a tutte le imprese contributi fino al 20% del fatturato annuale (finora 10 %) e fino a 750 000 franchi (finora: 500 000 frs.). Questo aumento è inteso a considerare meglio le imprese con una quota elevata di costi fissi. In tal modo è pure possibile coprire un'eventuale proroga delle chiusure oltre la fine di febbraio 2021.

I Cantoni possono addirittura aumentare il limite massimo assoluto degli aiuti fino a 1,5 milione di franchi, a condizione che i proprietari apportino almeno in ugual misura capitale proprio supplementare o i finanziatori rinuncino ai loro crediti, sottolinea ancora la nota governativa

 

 

 

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
casi rigore consiglio federale
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved