coronavirus-berset-15-milioni-di-dosi-di-vaccino-assicurate
Alain Berset (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
2 ore

Il coronavirus arretra in Svizzera: calano ricoverati e contagi

I 18’204 casi registrati nell’ultima settimana sono 3’613 in meno di quella precedente
Svizzera
3 ore

A luglio lieve crescita delle domande d’asilo

Rispetto al mese precedente ne sono state presentate 58 in più (+34%), e 412 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente
Svizzera
3 ore

La Posta azzererà il suo impatto climatico dieci anni prima

Il Gigante Giallo intende eliminare le fonti fossili per i suoi veicoli e il riscaldamento entro il 2030, ciò che era previsto per il 2040
Svizzera
4 ore

Assicurazione complementare, respinto il ricorso di una clinica

Il Tribunale amministrativo federale conferma la decisione della Finma: vanno pagate unicamente le prestazioni il cui prezzo è giustificato
Svizzera
5 ore

L’Uzbekistan riavrà da Berna i beni confiscati alla Karimova

Firmato un accordo per la restituzione del patrimonio confiscato nell’ambito del procedimento penale nei confronti della figlia dell’ex presidente
Svizzera
5 ore

L’immobilismo politico non pesi sulle giovani generazioni

In vista delle votazioni del 25 settembre, i giovani borghesi scendono in campo a favore della riforma dell’Avs
Svizzera
5 ore

Css dovrà rimborsare 129 milioni di franchi agli assicurati

L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) ha ordinato all’azienda di restituire i premi prelevati in eccesso per le complementari
Svizzera
6 ore

Calcio amatoriale e fair-play, le donne esempio per gli uomini

Nel calcio femminile i cartellini gialli sono otto volte meno e i rossi una rarità, e accadono molti meno infortuni rispetto ai tornei maschili
Svizzera
7 ore

Stop agli F-35, raccolte le firme per l’iniziativa popolare

Oggi sono state depositate alla Cancelleria federale oltre 120’000 sottoscrizioni, di cui 103’000 sono state certificate come valide
Svizzera
8 ore

Promesse non mantenute sull’ospedale: a Moutier è ricorso

Rimesso in discussione l’esito della votazione del 28 marzo 2021. Pomo della discordia il futuro del nosocomio locale
14.12.2020 - 12:31
Aggiornamento: 17:12

Coronavirus, Berset: '15 milioni di dosi di vaccino assicurate'

'I cantoni siano pronti a distribuire i medicinali'. Intanto la situazione rimane preoccupante. I cantoni: 'Favorevoli a nuove misure'

«Abbiamo 15 milioni di dosi riservate dei vari vaccini, sufficienti per poco più di 7 milioni di persone». A confermarlo è il consigliere federale Alain Berset a margine dell'incontro odierno con i rappresentanti della Conferenza dei direttori cantonali della sanità (Cds). Potrebbero essere distribuiti già a inizio gennaio, previa autorizzazione di Swissmedic. Intanto la situazione in Svizzera rimane critica e le Feste che si avvicinano preoccupano non poco, tanto che anche la Cds – a margine dello scambio di idee "aperto, ma anche critico" – si è detta d'accordo con l'eventuale adozione di ulteriori misure da parte della Confederazione. «Vediamo che le cifre aumentano o rimangono stabili anche là dove erano calate», ha fatto notare Berset, aggiungendo che il tasso di riproduzione a livello nazionale è attualmente sopra l'1, indice che il virus sta aumentando la sua diffusione, pur con importanti differenze tra i regioni. 

«Abbiamo bisogno di un tasso di diffusione del virus per permettere un tracciamento efficace», ha chiosato Berset. Ecco perché il Consiglio federale sta lavorando su possibile «regole generali per il periodo di festa, dove i contatti privati aumentano in maniera importante. Sono possibili più scenari e cercheremo di avere dei criteri più precisi possibili». Tra questi è stato citato il tasso di riproduzione, ma anche i posti in terapia intensiva. Il governo federale ne discuterà venerdì. «Non siamo noi a dettare il ritmo, ma la diffusione del virus.»

I cantoni devono essere pronti a distribuire il vaccino

Intanto, ha rilevato il consigliere federale, Swissmedic procede con l'analisi dei vaccini in vista di un'autorizzazione di utilizzo in Svizzera. «La Confederazione ha scelto i vaccini, li ha acquistati e li distribuirà ai cantoni. Saranno poi questi ad essere responsabili di distribuirli sul proprio territorio. Dovranno quindi farsi trovare pronti non appena Swissmedic autorizzerà questi medicinali. Indicativamente dovranno essere pronti a inizio anno».

I cantoni a favore di nuove misure

I direttori della sanità pubblica «sostengono le misure prese settimana scorsa dalla Confederazione – ha commentato Lukas Engelberger, presidente della Cds –. Vogliamo meno morti possibile da questa pandemia, e non parlo solo di chi muore per Covid-19. Vogliamo uscire con una società intatta».

Stando al presidente della Cds «le cifre delle ospedalizzazioni devono diminuire e vogliamo essere pronti dai primi giorni del 2021 a distribuire i vaccini. È una sfida logistica enorme, che dobbiamo affrontare».

Per quanto riguarda le misure che potrebbe prendere Berna in vista delle feste, «non si è mai discusso di lockdown», ha aggiunto Engelberger. «C'era però un consenso verso nuove misure» e questo pure comprendendo le voci molto critiche. Che, tuttavia, non sono state precisate.

Durante questa seconda ondata «abbiamo cercato una via che non prevedesse chiusure generalizzate – ha ricordato dal canto suo Berset –, ma ciò funziona solo se tutti fanno la loro parte». Altrimenti, ha specificato il consigliere federale, si tornerà prendere misure molto più incisive. La discussione in Consiglio federale è prevista venerdì.

Leggi anche:

Oltre 10'000 nuovi casi nel weekend in Svizzera, 193 morti

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alain berset coronavirus svizzera
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved