Cagliari
Fiorentina
12:30
 
caso-lauber-sara-verosimilmente-stefan-keller-ad-indagare
Stefan Keller (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
21 min

Tentativi di suicidio in netto aumento tra i giovani

Con la pandemia e le relative restrizioni impose dalle autorità, le cifre sono schizzate verso l’alto. Oltre il 50% in più nel 2021
Svizzera
41 min

SUV: sempre più pesanti, sempre più pericolosi

In caso d’incidente, questi veicoli incrementano il rischio di morte nell’auto più leggera del 50%
Svizzera
2 ore

Contanti meno usati: un bancomat su due è destinato a sparire

A dirlo è il presidente della direzione di SIX Group, la società finanziaria che gestisce la borsa di Zurigo e il traffico dei pagamenti in Svizzera
Svizzera
2 ore

Misure statali anti-Covid presto non più necessarie

Secondo l’epidemiologo ed ex membro della task force federale Marcel Tanner con l’arrivo dell’estate mascherine e test potrebbero diventare facoltativi
Svizzera
19 ore

Zurigo: rilevata la temuta malattia di Newcastle

Diverse galline ovaiole di un’azienda zurighese sono state infettate dal virus altamente contagioso
Svizzera
20 ore

Berna: ancora proteste contro le misure Covid

La dimostrazione, non autorizzata, ha coinvolto circa 2’000 persone, e si è tenuta alla presenza di un nutrito contingente di poliziotti
Svizzera
21 ore

Segue il navigatore e guida contromano per 12 km sulla A2

La conducente, una 64enne, stava percorrendo la galleria del Seelisberg alle due di notte quando, su indicazione del Gps, ha fatto inversione di marcia
Svizzera
23 ore

Il Long Covid causa 1’800 richieste pendenti all’AI

Le persone interessate denunciano sintomi quali estrema stanchezza, mancanza del respiro, difficoltà di concentrazione
09.09.2020 - 17:590

Caso Lauber, sarà verosimilmente Stefan Keller ad indagare

L'inchiesta penale contro l'ex procuratore generale della Confederazione Michael Lauber dovrebbe venir affidata a chi ne chiese la revoca dell'immunità

Stefan Keller, presidente del Tribunale d'appello e amministrativo di Obvaldo, dovrebbe condurre l'inchiesta penale nei confronti dell'ex procuratore generale della Confederazione, Michael Lauber, accusato di abuso di autorità, violazione del segreto d'ufficio e favoreggiamento.

La scelta definitiva di un procuratore generale straordinario della Confederazione nella persona di Keller, proposto oggi dalla Commissione giudiziaria del parlamento, incombe all'Assemblea federale che si riunirà per l'occasione il 23 di settembre. Keller è il procuratore straordinario che ha presentato la richiesta di revoca dell'immunità di Michael Lauber, si legge in una nota odierna della commissione giudiziaria. Infine, quest'ultima ha definito la procedura per la scelta del successore di Michael Lauber, il cui posto è stato messo a concorso all'inizio di settembre. A tale scopo ha deciso di adottare una procedura in due fasi con ulteriori approfondimenti.

Fu Keller a chiedere di togliere l'immunità all'ex capo del Mpc

L'ex capo del Ministero pubblico della Confederazione (Mpc), Lauber, dovrà rispondere davanti alla giustizia dei suoi incontri segreti con il presidente della Federazione internazionale di calcio (Fifa) Gianni Infantino. A chiedere al parlamento che a Lauber venisse tolta l'immunità è stato lo stesso Keller. A fine luglio, il magistrato aveva presentato una richiesta alla Commissione degli affari giuridici degli Stati e alla Commissione d'immunità del Nazionale, entrambe accolte. Nella sua domanda, Keller rilevava che allo stato attuale restano oscuri gli scopi reali degli incontri - non verbalizzati e non documentati - avvenuti tra Lauber, Infantino e il procuratore generale dell'Alto Vallese Rinaldo Arnold. Non è pertanto possibile escludere un obiettivo rilevante dal profilo penale. In caso di dubbio, sosteneva Keller, si deve promuovere un procedimento penale.

Il caso Lauber

Dopo che gli è stata tolta l'immunità, interrogato da Keystone-ATS, Lauber si era limitato a dire di aver preso atto della decisione della commissione. In precedenza, Lauber aveva fatto notare come l'Autorità di vigilanza del Ministero pubblico della Confederazione, il Tribunale penale federale e il Tribunale amministrativo federale - autorità che hanno investigato sugli incontro con Infantino - non avessero rilevato elementi per un procedimento penale.

L'ex procuratore generale della Confederazione, travolto dal caso, ha finito col presentare le sue dimissioni lo scorso 24 luglio. Ha lasciato l'incarico a fine agosto. Le sue funzioni sono state assunte ad interim dai due vice, Ruedi Montanari e Jacques Rayroud. Il prossimo procuratore generale della Confederazione dovrebbe essere eletto dall'Assemblea federale durante la sessione invernale di dicembre.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved