laRegione
Nuovo abbonamento
razzismo-in-svizzera-tedesca-un-podcast-accende-il-dibattito
Anja Glover (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
10 ore

Sommaruga informerà l'Ue sull'esito della votazione

Il Consiglio federale non si esprime sulle prospettive del negoziato per l'accordo quadro
Svizzera
14 ore

Coronavirus, in Svizzera 782 nuovi casi in tre giorni

Dall'inizio della pandemia il totale delle persone infette sale a 52'646. Durante il fine settimana si sono verificati altri due decessi e 26 ricoveri
Svizzera
15 ore

Jet da combattimento, le donne lo avrebbero abbattuto

Il 55% delle votanti ha infatti ieri deposto un "no" nell'urna, stando a un sondaggio di Tamedia. Esattamente opposta è stata invece la posizione degli uomini
Svizzera
16 ore

Incidente della circolazione con esito letale a Liestal

Morto un motociclista diciassettenne scontratosi frontalmente con un automobilista diciannovenne
Svizzera
16 ore

Deraglia un treno a Echallens: nessun ferito ma notevoli disagi

Fuori dai binari un convoglio regionale della linea Losanna-Echallens-Bercher. Ancora ignote le cause del sinistro
Svizzera
16 ore

Votazioni, uno schiaffo per i democentristi

All'indomani delle votazioni federali, la stampa svizzerotedesca e romanda usa toni forti per sottolineare la débâcle dell'Udc
Svizzera
1 gior

Sciaffusa, avanzano gli ecologisti alle cantonali

Hanno guadagnato un seggio anche gli evangelici del PEV mentre ne hanno perso uno ciascuno UDC, PS e PLR
Svizzera
1 gior

Dopo il voto sulla caccia è valzer di reazioni

Se Gysin (Verdi) è 'molto soddisfatta' e spera 'in un cambio di paradigma', Regazzi (Ppd) è 'preoccupato'. E dice: ‘Spero che non ci arrivi una fattura salata'
Svizzera
1 gior

Aerei da combattimento, il sì prevale per 10mila voti

I sondaggi della vigilia davano ampiamente vincente il credito da sei miliardi. Alla fine solo il 50,2% lo ha accettato
Svizzera
1 gior

Bocciata a fil di lana la legge sulla caccia

Il 51,93% dei votati ha respinto il testo in votazione che permetteva, a determinate condizioni, l'abbattimento dei grandi predatori tra cui il lupo
Svizzera
1 gior

Votazioni, risultati finali: sì solo a jet e congedo paternità

Bocciata l'iniziativa dell'Udc sulla fine della libera circolazione con l'Ue. No anche alla modifica della legge sulla caccia e alle deduzioni fiscali
Svizzera
1 gior

Argovia, No alla legge sull'energia, per riduzione CO2

Inoltre Svitto boccia le classi bilingui tedesco/inglese mentre a Nidvaldo l'imposta sugli utili delle imprese scende dal 6% al 5,1%
Iniziativa udc per la limitazione
1 gior

Le reazioni al voto: bene il no, ma i problemi rimangono

Il fronte sindacale chiede più protezione del mercato del lavoro ticinese. Vitta: 'Soluzioni per il Ticino concordate a livello nazionale'
Svizzera
1 gior

Berna pioniera nel finanziamento trasparente dei partiti

La città è la prima in Svizzera ad introdurre un regolamento sul finanziamento dei partiti politici, accolto oggi dall'88% dei votanti
Svizzera
1 gior

A Ginevra luce verde al salario minimo di 23 franchi l'ora

L'iniziativa dei sindacati è stata accolta dal 54,2% dei votanti ginevrini.
Svizzera
15.08.2020 - 11:120

Razzismo, in Svizzera tedesca un podcast accende il dibattito

Anja Glover, una giovane 27enne di madre svizzera e padre ghanese, ricorda che il razzismo non è un'opinione. E c'è anche da noi

Anja Glover, 27enne ghanese-svizzera, si è recentemente trovata al centro del dibattito sul razzismo nella Svizzera tedesca. Le è bastato sollevare l'argomento in alcuni podcast trasmessi durante il lockdown, dopo la morte di George Floyd a Minneapolis, per diventare una figura di riferimento sul tema.

Tutto inizia con il lockdown

La pandemia ha scombussolato la vita della giovane donna, come quella di milioni di persone: la sua agenzia di comunicazione ha perso molti mandati, le sue lezioni di yoga sono state rimandate e il festival del cioccolato da lei lanciato è stato semplicemente cancellato.

Vista la situazione, ha deciso di lanciare un podcast, intitolandolo "Einfach Leben" (semplicemente vivere). "Avevo bisogno di parlare della mia situazione", afferma la ragazza, che abita a Losanna dopo aver trascorso l'infanzia a Willisau, nel canton Lucerna. Fin dal primo episodio, ha esplorato modi di vivere più semplicemente, in ogni senso della parola. E il riscontro è stato positivo.

La morte di Floyd cambia tutto

Ma la morte di George Floyd, ucciso dalla polizia di Minneapolis il 25 maggio, cambia le carte in tavola. Anja Glover viene travolta, come il resto del mondo, da un'ondata di indignazione che risveglia il suo attivismo. Da quel momento decide di usare il suo podcast per parlare di razzismo.

Ex studente di sociologia, scrive e parla in lungo e in largo del tema, tanto più che essendo figlia di una svizzera e di un ghanese, è direttamente interessata dall'argomento. In un articolo pubblicato nella versione in lingua tedesca della rivista "Friday", descrive la sua vita di afroeuropea in Svizzera, con i pregiudizi e i problemi che affronta regolarmente.

Il suo lavoro viene ulteriormente valorizzato dal fatto che due podcaster di lingua tedesca, Kafi Freitag e Sara Satir, le permettono di esprimersi sulla loro piattaforma, "Kafi am Freitag". Il numero di abbonati al loro conto Instagram, gestito da Anja Glover, aumenta considerevolmente: "il 90% dei riscontri è stato molto, molto positivo", afferma.

Molto richiesta dai media

E così diventa una specialista del tema, spinta dal tumulto generale, tanto da essere molto richiesta dai media, che si chiedono se la Svizzera sia razzista come gli Stati Uniti. La giovane donna ripete più volte che il razzismo non è una questione di opinioni, ma un problema di organizzazione della società.

"Il razzismo in Svizzera non è così diverso da quello degli Stati Uniti. Non appare dagli atteggiamenti personali degli individui, ma dall'organizzazione della società stessa", insiste Anja Glover.

Minacciata perché non ha voluto partecipare a un dibattito

Quando si rifiuta di partecipare a un dibattito sul tema con il consigliere nazionale dell'Udc Roger Köppel alla radio svizzerotedesca Sef, le reazioni sono brutali: la ragazza viene minacciata e riceve diverse lettere incendiarie.

Nessuno voleva peraltro discutere la questione con il politico zurighese. La trasmissione è stata semplicemente cancellata. Anja Glover spiega sul suo account Instagram che preferisce "parlare di quello che possiamo fare per combattere il razzismo" piuttosto che affrontare un'altra persona in un dibattito molto polarizzato.

Tra l'altro, poco tempo prima, il dibattito sul razzismo proposto dal programma di punta di Srf "Arena" sfugge di mano. La scelta degli ospiti e delle parole viene chiaramente messa in discussione e l'ombudsman del servizio pubblico riceve oltre 200 denunce. Una settimana più tardi, Arena fa mea culpa riprogrammando un dibattito sullo stesso argomento, questa volta invitando solo persone di origine africana.

'Il razzismo non è un'opinione'

A posteriori Anja Glover ritiene che "la cosa più preoccupante sia stato l'interesse dei media per i commenti pieni di odio" da lei ricevuti, con il rischio di "aumentare la polarizzazione del dibattito, ma anche di legittimare e banalizzare il razzismo come opinione". "Ciò non è rappresentativo della maggior parte delle reazioni del pubblico", afferma.

Lontano dalle polemiche, Anja Glover vede il podcast come un'area protetta e una piattaforma ideale per la libertà di parola. "Ho ottenuto un impatto mai avuto con i miei testi", afferma. "Non c'è bisogno di uno studio per produrre un podcast e si può essere presenti su una piattaforma rapidamente. Quindi, se la gente ti cerca, ti troverà".

Anja Glover esita a lanciare il suo podcast anche in francese. Afferma che la discussione sul razzismo non è allo stesso punto nella Svizzera romanda e in quella tedesca: "Forse c'è ancora un po' di lavoro da fare nella Svizzera tedesca".

© Regiopress, All rights reserved