TiPress
Svizzera
26.06.2019 - 10:460

Via libera alla cannabis medicinale

Il Consiglio federale vuole permettere ai medici di prescriverla direttamente. Trasmessa al Parlamento la proposta di modifica della legge sugli stupefacenti.

Berna – Il Consiglio federale intende semplificare l'accesso ai trattamenti a base di canapa medicinale e nella sua seduta odierna ha posto in consultazione la pertinente modifica della legge sugli stupefacenti (LStup). Per altri scopi la sostanza rimane vietata.

L'utilizzo della canapa medicinale è fortemente aumentato negli ultimi anni. Migliaia di pazienti vi ricorrono per esempio in caso di cancro o sclerosi multipla. Al giorno d'oggi, in caso di tenore di Thc superiore all'1% è necessaria un'autorizzazione dell'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp), che nel 2018 ne ha rilasciate circa 3'000.

La modifica di legge prevede la possibilità per i medici di prescrivere direttamente ai pazienti trattamenti a base di canapa senza dover richiedere un'autorizzazione eccezionale, viene spiegato in un comunicato governativo. Questa novità permetterà di semplificare l'accesso alle cure, un passo necessario visto il numero crescente di domande.

 

La questione del rimborso da parte dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie – prosegue la nota dell'esecutivo – sarà esaminata in separata sede. Attualmente i trattamenti possono essere rimborsati unicamente caso per caso e uno dei presupposti è l'inefficacia delle altre opzioni terapeutiche.

 

© Regiopress, All rights reserved