cassa-malati-assicurazioni-complementari-a-rischio-collasso
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
17 min

‘In Ucraina le infrastrutture di base sono duramente colpite’

Guerra, emergenza umanitaria, ricostruzione: intervista a Martin Schüepp, Direttore delle Operazioni del Comitato internazionale della Croce Rossa
Svizzera
13 ore

Horizon Europe: alcuni Stati vogliono che la Svizzera partecipi

Non si sa di preciso di quali nazioni Ue si tratti, ma Germania, Austria e Pesi Bassi hanno in passato fatto intendere di essere favorevoli
Svizzera
14 ore

Notifiche per le aziende estere, ‘cinque giorni bastano’

L’organizzazione sindacale Travail.Suisse sarebbe disposta ad accettare la riduzione del termine d’annuncio
Svizzera
18 ore

Zurigo, ripescato un cadavere dal lago: indagini in corso

La polizia ha ricevuto ieri mattina la segnalazione di un corpo che galleggiava nella zona del Bellevue e del Quaibrücke
Svizzera
18 ore

Ondata di fallimenti: bancarotte aumentate del 41%

Le aziende più colpite sono quelle attive nel ramo dei servizi. Creditreform ha confrontato il primo semestre di quest’anno con quello del 2021.
Svizzera
20 ore

Governo in vacanza, ma non mancheranno gli incontri ufficiali

Cassis sarà impegnato a New York a inizio agosto, Keller-Sutter si recherà questo mese a Praga. Parmelin sarà in Sudafrica questa settimana.
diplomazia
1 gior

Sette princìpi e una promessa: Ucraina in pace e democratica

La Dichiarazione di Lugano convince i partecipanti e Kiev, ma il premier ucraino esagera e chiede per il suo Paese i soldi congelati degli oligarchi
Svizzera
1 gior

‘L’addio ai Tiger è prematuro’

È il parere della Commissione della politica di sicurezza del Nazionale. Per esprimersi definitivamente, invece, sugli F-35A attende ancora due rapporti
Svizzera
1 gior

Abitazioni di proprietà, prezzi salgono nonostante aumento tassi

La causa è l’offerta estremamente limitata. Aumenti soprattutto nei comuni rurali e nei centri
28.08.2018 - 14:11
di Ats

Cassa malati, assicurazioni complementari a 'rischio collasso'

Gli assicuratori, evidenzia uno studio di comparis.ch, devono dimostrarsi innovativi se non vogliono perdere il 'lucrativo settore'

Le casse malattia rischiano di perdere il lucrativo mercato della assicurazioni complementari, che lo scorso anno ha generato guadagni per mezzo miliardo. Senza idee innovative per le cure ambulatoriali il sistema rischia di collassare, stando ad uno studio realizzato per conto di comparis.ch.

In base alla ricerca, gli svizzeri pagano di tasca propria le spese sanitarie più di chiunque altro al mondo. Concretamente lo studio di Pius Gyger, economista specializzato nel settore sanitario, dimostra che su un totale di 80 miliardi di spese, nel 2016 gli svizzeri hanno pagato privatamente ben 24 miliardi. Di questi 5,4 miliardi sono stati versati per le complementari e rappresentano quasi il 20% dei costi finanziati di tasca propria.

In questo settore gli assicuratori malattia hanno bassi tassi di rischio ed elevati rendimenti. Fra il 2008 e il 2016 il volume dei dei premi incassati è aumentato di 865 milioni a 6,6 miliardi. I pagamenti per le cure seguite invece sono aumentati solo di 353 milioni a 4,7 miliardi di franchi. Il guadagno è stato quindi di 512 milioni.

Le casse hanno tratto profitto soprattutto dal settore stazionario ospedaliero. L'assicurazione di base viene costantemente ampliata, ma l'offerta delle assicurazioni complementari si adegua solo in minima parte. Inoltre i clienti sopra i 50 anni non hanno nessuna possibilità di cambiare assicuratore, possono unicamente disdire la propria copertura. Le cifre riguardanti le assicurazioni semiprivate e private dimostrano che negli ultimi anni sono rimaste redditizie per gli assicuratori. Il numero di assicurati con una formula classica di assicurazione semi-privata e privata è rimasto costante negli ultimi anni, mentre dal 2008 i premi medi pro capite sono aumentati del 6%.

Stando all'autore dello studio, i bisogni della popolazione vanno ben oltre le prestazioni coperte dall'assicurazione di base e gli svizzeri sono disposti a pagare per i servizi sanitari. Gli assicuratori devono però dimostrarsi innovativi se non vogliono perdere questo lucrativo settore, afferma Felix Schneuwly, esperto di assicurazione malattia a comparis.

"Le entrate dei premi dell'assicurazione complementare per i malati ricoverati vengono utilizzate per finanziare le prestazioni obbligatorie dell'assicurazione di base e per compiti che richiedono un finanziamento pubblico, come la ricerca e l'insegnamento", precisa lo specialista. L'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) però intende impedire questo sistema di "vasi comunicanti".

Il passaggio della medicina acuta al settore ambulatoriale ha messo sotto pressione le assicurazioni complementari per le cure stazionarie. Con il modello flessibile, meno costoso, i pazienti possono decidere di volta in volta se scegliere la divisione semi-privata o privata, risparmiando. Per Schneuwly, al momento del passaggio dalle prestazioni ospedaliere a quelle ambulatoriali, sono mancate proposte interessanti per l'assicurazione complementare. "Chi desidera usufruire del comfort di un'assicurazione semi-privata o privata per un intervento chirurgico ambulatoriale, difficilmente trova l'assicurazione complementare adeguata", ha spiegato.

Schneuwly ha lanciato un appello agli assicuratori ad essere più dinamici e a lavorare in collaborazione con fornitori di prestazioni mediche per poter proporre prodotti complementari attrattivi. Esiste un potenziale anche per le assicurazioni per cure di lunga durata. Sono prodotti cari e adattati ai bisogni dei clienti, secondo l'esperto.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved