laRegione
Nuovo abbonamento
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
10 ore
Coronavirus, 108 contagi in Svizzera nelle ultime 24 ore
Stabile il numero di nuovi casi nell'ultima settimana. Per tre volte superata la soglia psicologica dei 100
Svizzera
1 gior
Gli svizzeri all'estero: 'L'iniziativa Udc prefigura una catastrofe'
Immigrazione 'moderata', la 'Quinta Svizzera' non ha dubbi: 'Mettere fine all'accordo limiterebbe la mobilità e avrebbe un impatto negativo sulla piazza economica'
Svizzera
1 gior
Bimbo investito sulle strisce a Berna, è grave
Stava attraversando la strada a bordo del suo monopattino. I passanti hanno dovuto sollevare l'auto per liberarlo
Svizzera
1 gior
Annullate le tre note ‘désalpes’ del canton Friburgo
A causa del coronavirus quest'anno non si terranno a fine settembre le famose discese dagli alpeggi
Svizzera
1 gior
Coronavirus, in Svizzera nuovi contagi stabili: 104 ieri
Sono 104 le persone che nelle ultime 24 ore sono risultate positive al test. Sei le persone ricoverate
Svizzera
1 gior
I fautori del 5G cercano il dialogo con la popolazione
Nasce la piattaforma 'Change5G' per rispondere con 'fatti concreti e scientifici' alle preoccupazioni sulla nuova tencologia
Svizzera
1 gior
Vasto incendio nella zona industriale di Laufen
Diversi edifici in fiamme nel canton Basilea Campoagna, le fiamme sono scoppiate dopo le 3 di stanotte
Svizzera
2 gior
Meteo, temperature oltre i 30 gradi un po' in tutta la Svizzera
Record odierno, a Visp, con 32,5 gradi. In Ticino la colonnina di mercurio è salita a 31,2 gradi a Biasca
Svizzera
23.05.2018 - 16:050

Protezione dello spazio aereo, il Cf apre la consultazione

Il Consiglio federale: il rinnovo dei mezzi dovrà avere un costo di massimo 8 milioni di franchi, e la scelta dei tipi di aerei da acquistare non è ancora stata fatta

Il Consiglio federale intende rinnovare i mezzi per la protezione dello spazio aereo. Oggi è stata posta in consultazione fino al 22 settembre una relativa decisione programmatica soggetta a referendum facoltativo.

"Si tratta di pensare alle persone che vivono, abitano e lavorano in Svizzera, ma anche alle infrastrutture", ha detto il consigliere federale Guy Parmelin ai media a Berna. "Per garantire la sicurezza è necessario rinnovare la protezione dello spazio aereo".

L’obiettivo del programma, chiamato Air2030, è quindi quello di ammodernare drasticamente la difesa dello spazio aereo. Gli aerei da combattimento F/A-18 raggiungeranno la fine del periodo di utilizzazione nel 2030, mentre già ora i rimanenti Tiger F-5 possono essere impiegati per il servizio di polizia aerea unicamente durante il giorno e in buone condizioni di visibilità, senza avere alcuna possibilità di successo contro un ipotetico avversario dotato di velivoli moderni.

Nel caso dei sistemi di difesa terra-aria (Dta) esiste da lungo tempo una lacuna per quanto riguarda la difesa a lunga gittata. "L’acquisto degli aerei da combattimento e la difesa terra-aria devono essere coordinati, si tratta di un progetto unico", ha sottolineato Parmelin. Questo facilita notevolmente l’armonizzazione a livello di qualità e quantità.

A causa della complementarietà della difesa terra-aria e degli aerei da combattimento, sia l’uno che l’altro sono necessari. Gli aerei sono più mobili, più flessibili e possono essere impiegati in molteplici modi, mentre la Dta incrementa la capacità di resistenza.

"I sistemi che ci procureremo dovranno durare 30 o 40 anni ed essere adeguati anche a eventuali momenti difficili", ha affermato il ministro della difesa. "Si tratta di un progetto importante e proprio per questo abbiamo voluto mantenere la possibilità che la popolazione si potesse esprimere", ha aggiunto. Per tale ragione il progetto viene presentato nella forma di una decisione programmatica.

Massimo 8 miliardi di franchi

Il rinnovo dei mezzi dovrà avere un volume finanziario di al massimo 8 miliardi di franchi. Le ditte estere che riceveranno mandati saranno inoltre tenute a compensare il 100% del valore contrattuale mediante affari di compensazione in Svizzera. Gli acquisti concreti saranno proposti alle Camere federali nel quadro di uno o più programmi d’armamento.

Il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (Ddps) ha già definito e comunicato i requisiti dei nuovi sistemi in materia di politica di sicurezza, politica d’armamento e politica economica.

La scelta del tipo di aereo da combattimento e di sistema Dta da acquistare non è ancora stata fatta e nemmeno il numero di velivoli è stato stabilito. Le decisioni verranno prese dopo la decisione di principio del Parlamento e del popolo e in seguito sottoposte alle Camere.

© Regiopress, All rights reserved