Davide Agosta
Svizzera
29.11.2017 - 12:470

Syna costernato per le basse paghe nei negozi

Il sindacato Syna è “costernato” per i bassi salari nel commercio al dettaglio e chiede un aumento della busta paga soprattutto per le persone con un reddito esiguo. Il gruppo basilese attivo nelle edicole Valora, con un compenso minimo di 19,89 franchi all’ora, è il peggiore, secondo il sindacato.

Il salario minimo più elevato iscritto in un contratto collettivo di lavoro (Ccl) che sarà versato nel 2018 è quello di Lidl, con 23,03 franchi all’ora. Coop e Migros pagano da parte loro almeno 21,91 franchi. Denner, Spar, Manor, Volg e Landi danno una retribuzione tra 20,10 e 21,64 franchi. Aldi paga il salario minimo orario più alto, ossia 23,49 franchi, ma non è stato considerato da Syna poiché "il discounter tedesco non distingue tra personale con e senza formazione professionale". Inoltre, Aldi non ha firmato un CCL e "il salario minimo non è quindi obbligatorio e può essere diminuito in ogni momento". Il sindacato si felicita invece del nuovo Ccl che entrerà in vigore nel 2018 in tutti i negozi delle stazioni di servizio. Il salario minimo stabilito nel contratto sarà di 20,33 franchi. Per Syna, “è inconcepibile che il personale di vendita guadagni meno di 20 franchi all’ora”.

Tags
franchi
syna
salario
salario minimo
syna costernato
negozi
ccl
© Regiopress, All rights reserved