Samuel Golay
Solo se il lupo torna a temere l'uomo la convivenza è possibile
Svizzera
30.11.2015 - 11:010
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:14

Due lupi da abbattere sul Calanda: si avvicinano troppo agli insediamenti

I Grigioni e San Gallo chiedono l’autorizzazione per l’abbattimento di due lupi sul Calanda, la montagna a nord-ovest di Coira dove dal 2012 vive un importante branco di predatori. Il comportamento del branco si fa infatti sempre più problematico, ha indicato oggi il Dipartimento retico delle costruzioni, dei trasporti e delle foreste.

Stando all’autorità finora non si sono ancora verificate situazioni di pericolo immediato per l’uomo. Tuttavia negli scorsi mesi vi sono stati ripetutamente incontri ravvicinati tra uomini e lupi all’interno o nei dintorni di insediamenti. I lupi, da soli o in gruppo, si sono avvicinati fino a raggiungere le stalle, aree d’uscita per gli animali o edifici e hanno potuto essere allontanati solo con difficoltà. A seguito di questi episodi il comportamento del branco è stato classificato come problematico.

Coira e San Gallo intendono ora procedere a due abbattimenti: solo se i lupi tornano a temere l’uomo sarà possibile garantire anche in futuro una convivenza con questi predatori nel paesaggio rurale svizzero, affermano le autorità. La domanda è stata inoltrata all’Ufficio federale dell’ambiente (Ufam). (Ats)

© Regiopress, All rights reserved