Tennis
22.07.2019 - 12:150

Il tennis piange Peter McNamara

Già fenomenale doppista in coppia con il connazionale e quasi omonimo Paul McNamee (tre Slam all'attivo), l'australiano fu anche n. 7 al mondo in singolare

Lo sport piange la scomparsa di una delle leggende del tennis australiano: a 64 anni, Peter McNamara, tre volte vincitore Slam in doppio ma anche n.7 del mondo in singolare, si è arreso al tumore alla prostata contro il quale ha condotto una lunga battaglia della quale ben pochi erano a conoscenza.

McNamara è noto a tutti gli appassionati per i suoi successi in doppio tra la fine degli anni '70 e l’inizio degli anni '80 insieme al connazionale e quasi omonimo Paul McNamee. I “Macs” hanno conquistato lo Slam di casa, gli Australian Open (1979), due titoli di Wimbledon (1980, 1982) e altri 16 titoli Atp. McNamara vantava anche ottimi risultati in singolare: raggiunse la semifinale agli Australian Open (1980), i quarti a Wimbledon (1981) e al Roland Garros (1982).

È stato anche allenatore di successo, al servizio di Mark Philippoussis e Grigor Dimitrov (vincitore delle Atp Finals del 2017). Di recente ha lavorato con il connazionale Matthew Ebden (Atp 100), e con la cinese Qiang Wang, esplosa nel finale della scorsa della stagione (Top-20 Wta).

Potrebbe interessarti anche
Tags
peter mcnamara
peter
tennis
mcnamara
slam
singolare
quasi omonimo
omonimo paul
omonimo paul mcnamee
quasi omonimo paul
© Regiopress, All rights reserved