Brasile
4
Corea del Sud
1
fine
(4-0)
Sierre
1
Dra.gosier-ga
3
fine
(0-0 : 0-0 : 1-3)
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Qatar 2022
14 min

L’arte del pallone: il Brasile non dà scampo alla Corea

Primo tempo a passo di danza in un lunedì senza storia, con la selezione di Tite che liquida la pratica degli ottavi segnando quattro gol
HOCKEY
37 min

L’ipocrisia dell’ibrido. Mottis: ‘Che formazione sia’

L’inverno rigido di una Swiss League che attende di conoscere il proprio destino dopo aver sopravvalutato se stessa. ‘Quei 400 mila franchi ora mancano’
Altri sport
2 ore

Riesaminate le provette dei Giochi 2012: 73 casi di doping

Immane lavoro dell’Ita su richiesta del Comitato olimpico internazionale: oltre 2700 campioni analizzati, trentun medaglie ritirate e 46 riassegnate
Qatar 2022
3 ore

Ai rigori vince la Croazia

I giapponesi non reggono la pressione e dal dischetto sbagliano 3 volte su 4
QATAR 2022
3 ore

Tutti i numeri di Kylian Mbappé

Il 24enne francese sta riscrivendo una parte dei libri di storia del calcio. È il primo giocatore ad aver totalizzato 9 reti mondiali ad appena 23 anni
QATAR 2022
4 ore

Sotto indagine dirigenti e giocatori della Celeste

La Fifa apre una procedura per quanto avvenuto al termine della sfida vittoriosa contro il Ghana
QATAR 2022
4 ore

La Fifa ha deciso, gol di Griezmann da annullare

Respinto il ricorso della federazione francese, che riteneva scorretto l’uso del Var nella sconfitta contro la Tunisia
QATAR 2022
4 ore

La Fifa apre un’inchiesta disciplinare contro la Serbia

In merito alle tensioni venutesi a creare in campo nella partita con la Svizzera. Nessun procedimento contro l’Asf e Granit Xhaka
22.12.2021 - 14:36
Aggiornamento: 17:46

Hector non trema e stavolta beffa Shiffrin, Gisin decima

Nel gigante di Coppa del mondo a Courchevel la svedese si è imposta scambiandosi la posizione del giorno prima con l’americana. Bene anche Rast (12a)

hector-non-trema-e-stavolta-beffa-shiffrin-gisin-decima

Ha retto la pressione Sara Hector e dopo il secondo posto conquistato il giorno prima, si è presa la vittoria nel secondo gigante di Coppa del mondo in due giorni sulle nevi di Courchevel. Per la prima volta chiamata a scattare per ultima nella seconda manche dopo il miglior tempo firmato sul primo tracciato, la svedese ha mantenuto i nervi saldi gestendo i 34 centesimi di margine su colei che l’aveva preceduta ventiquattro ore prima, Mikaela Shiffrin, la migliore fino a quel momento e alla fine seconda a +0”35 dalla vincitrice. Non è per contro riuscita a difendere il secondo posto centrato nella prima manche la beniamina di casa Tessa Worley, infine quarta a 68 centesimi dalla vetta e a soli 8 dal terzo gradino del podio occupato dall’italiana Marta Bassino. Per la 29enne scandinava si tratta della seconda vittoria (il quinto podio, tra l’altro il terzo a Courchevel) nel Circo Bianco dopo quella ottenuta nel 2014 a Kühtai, sempre tra le porte larghe. La Shiffrin dal canto suo con il 114esimo podio in Cdm ha approfittato dell’uscita di pista (come il giorno precedente, ma stavolta nella prima manche) di Sofia Goggia per allungare ulteriormente in vetta alla generale, nella quale vanta 115 punti di margine sull’italiana e già 315 sulla slovacca Petra Vlhova, oggi quinta.

Per quel che riguarda i colori rossocrociati, la migliore è ancora una volta stata Michelle Gisin, anche se dopo lo splendido terzo posto del giorno prima stavolta l’obvaldese, apparsa un po’ affaticata – non bisogna dimenticare che soffre ancora dei postumi della mononuclosi –, si è dovuta accontentare del decimo rango finale (era sesta dopo la discesa iniziale). Si è per contro confermata la vallesana Camille Rast, la quale ha approfittato del discreto numero di partenza (27) per aggiungere al nono posto della vigilia un 12esimo posto che le vale anche quale qualifica per i Giochi olimpici di febbraio (servivano due piazzamenti nelle migliori 15). Hanno completato la buona prova d’insieme della squadra elvetica Wendy Holdener (16a), Simone Wild (18a), Andrea Ellenberger (25a) e Corinne Suter (26a).

Gisin: ‘È stata dura ma è stato bellissimo tenere il ritmo delle migliori, è una conferma’.

«È una conferma – ha dichiarato a fine gara la Gisin, che passerà qualche giorno a casa prima di ripartire alla volta di Lienz, dove tra Natale e Capodanno sono in programma due prove tecniche (ancora un gigante il 28 e uno slalom io giorno dopo) –. Nella seconda manche ho dovuto lottare per conservare un po’ di energie, è stata una settimana provante ma è sensazionale aver ottenuto questi risultati».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved