24.11.2022 - 19:01
Aggiornamento: 21:29

Il Portogallo soffre più del necessario, ma vince

Ghana battuto da un Cristiano Ronaldo da record, João Felix e Rafael Leâo. Ayew per l’1-1 e Bukari per il 3-2 insinuano però qualche dubbio nei lusitani

il-portogallo-soffre-piu-del-necessario-ma-vince
Keystone
Ancora una volta trascinatore dei suoi

In un primo tempo giocato a ritmi bassi ci sono da segnalare soltanto due occasioni per Cristiano Ronaldo: nella prima si allunga troppo il pallone e viene anticipato dal portiere del San Gallo Lawrence Ati Zigi, nella seconda segna sul secondo palo, ma gli viene fischiato un fallo per una spintarella ai danni di Djiku. Il Ghana invece bada soprattutto a difendersi. Kudus al 50’ tenta una conclusione che non passa troppo distante dal palo lontano della porta di Diogo Costa. Al 63’ Cristiano Ronaldo si guadagna un calcio di rigore che poi insacca con sicurezza. Cr7 diventa così il primo calciatore ad andare in rete in cinque Mondiali diversi. Kudus prova con un violento tiro dalla distanza a pareggiare al 72’, ma poco dopo Ayew sfrutta le indecisioni della difesa lusitana e rimette in equilibrio la sfida. Passano però altri cinque minuti e João Felix riporta avanti il Portogallo. Rafael Leão (entrato da tre minuti) chiude poi i conti all’80’, approfittando di un Ghana ormai destabilizzato. Le difese ballerine permettono al Ghana di rifarsi sotto con il colpo di testa di un indisturbato Bukari. All’ultimo secondo c’è ancora spazio per un clamoroso brivido, con il portiere Diogo Costa che non accortosi di Iñaki Williams alle sue spalle mette il pallone a terra per rinviare, ma si fa anticipare dall’attaccante ghanese, che tuttavia scivola disgraziatamente e non riesce a capitalizzare il regalo ricevuto.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved