HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10357
2
LucHC Lions
10208
3
Sparta Becherovka
9980
4
TrigoAce1
9862
5
thibault_gav
9820
6
FHM2223
9805
7
HC Kaski Male
9747
8
Team Belozoglu
9747
9
Team7
9647
10
Chop
9621
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
11 ore

Grazie a Klok il Lugano decolla e atterra sopra il Kloten

Dopo lo Zugo, i bianconeri mettono sotto anche gli Aviatori e salgono al nono posto in classifica, strappandolo proprio alla formazione zurighese
Tennis
12 ore

Stan ottiene il punto decisivo: Svizzera alle finali di Davis

In svantaggio 2-1 dopo la sconfitta nel doppio, i rossocrociati ribaltano la sfida con la Germania grazie ai successi di Hüsler e Wawrinka
Sci
20 ore

A Chamonix lo slalom parla svizzero: primo Zenhäusern, 3° Yule

Due svizzeri sul podio dello slalom per la prima volta dal 1978. Fuori il francese Noel, in testa dopo la prima manche. Primo podio greco con Ginnis
IL DOPOPARTITA
1 gior

‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo

I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
1 gior

Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’

I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
1 gior

Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1

Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
1 gior

Ambrì, una sconfitta che non ci voleva

La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
1 gior

Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti

Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
1 gior

Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto

Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
1 gior

La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull

Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
HOCKEY
03.12.2022 - 22:41

Uno sterile Lugano cade a Bienne

Alla Tissot Arena i bianconeri dominano il primo tempo ma non pungono. Alla distanza escono i bernesi, capaci di sfruttare le occasioni e poi amministrare

di Giuliano Balmelli
uno-sterile-lugano-cade-a-bienne

Dopo la convincente prova di Zugo, il Lugano si presenta a Bienne con il ritorno di Koskinen a guardia della gabbia, di conseguenza è Kaski lo straniero che deve prendere posto in tribuna. In difesa si rivede anche Wolf. L’inizio dell’incontro è di marca bianconera, con il Lugano a controllare maggiormente il disco. Il primo tiro della serata parte dal bastone di Morini dopo tre minuti di gioco, che però non impegna particolarmente Säteri. Al 7’ prima il Bienne (in una speciale maglia retrò per celebrare il quarantesimo della vittoria del campionato 1982-83) sfiora il vantaggio con Brunner, poi sulla ripartenza luganese la conclusione del casco giallo Grandlund scheggia il palo. Sul finale di periodo gli ospiti possono giostrare in 5 contro 3, il portiere biennese deve intervenire sui tiri di Josephs e Marco Müller. Fazzini avrebbe la possibilità di portare avanti i suoi a fil di sirena ma il risultato rimane sullo 0-0.

La prima nota per il secondo tempo è l’assenza di Daniel Carr, non rientrato in panchina dopo la pausa. Al 24’ capitan Haas si rende protagonista di una bella serpentina nel terzo offensivo ma Koskinen fa buona guardia. I seeländer premono e poco più tardi Hischier recupera un disco vagante dietro la gabbia luganese, ma non riesce a trovare la rete a portiere completamente battuto. Attorno alla mezzora Thürkauf viene penalizzato per bastone alto. Il powerplay locale si rivela efficace e Brunner trova il punto del vantaggio in mischia. Il Lugano accusa il colpo e i biennesi raddoppiano con il potente tiro di Lööv, ben servito da Künzle.

Il terzo tempo si apre con l’occasione per Olofsson, che però non controlla il gran passaggio offerto dal compagno. Con Herburger penalizzato i padroni di casa chiudono l’incontro grazie a un’ottima deviazione volante di Haas, ben cercato da Rathgeb. I bianconeri avrebbero ancora un’occasione per riaprire la sfida, ma un nuovo 5 contro 3 non porta frutti. Gianinazzi prova infine l’assalto finale già a più di cinque minuti dalla fine ma il risultato non cambia più.

Bienne – Lugano (0-0 2-0 1-0) 3-0

Reti: 32’23’’ Brunner (Yakovenko/esp. Thürkauf) 1-0. 34’55’’ Lööv (Künzle, Tanner) 2-0. 43’38’’ Haas
(Rathgeb/esp. Herburger) 3-0.

Bienne: Säteri; Rathgeb, Lööv; Yakovenko, Grossmann; Delémont, Forster; Stampfli; Kessler, Sallinen,
Rajala; Hofer, Haas, Olofsson; Brunner, Cunti, Künzle; Froidevaux, Schläpfer, Hischier; Tanner.

Lugano: Koskinen; Alatalo, Mirco Müller; Andersson, Riva; Wolf, Guerra; Villa; Connolly, Arcobello,
Grandlund; Zanetti, Thürkauf, Carr; Fazzini, Herburger, Marco Müller; Gerber, Morini, Josephs; Bedolla.

Arbitri: Stolc (Svk), Tscherrig; Gnemmi, Stalder.

Note: 6075 spettatori. Penalità: 7 x 2’ contro il Bienne; 7 x 2’ contro il Lugano. Tiri: 17-42 (2-17, 9-6, 6-19).
Bienne privo di Schneeberger, Van Pottelberghe, Reinhard (infortunati) Bärtschi e Christen (Swiss League).
Lugano senza Walker (infortunato), Kaski, Patry, Stoffel (in sovrannumero) Bennett e Fadani (Ticino
Rockets). Dal 20’00" Lugano senza Carr. Pali: 6’40’’ Grandlund, 55’10’’ Haas. Al 49’05’’ timeout chiamato dal Bienne. Dal 53’42’’ al 59’15’’ e dal 59’35’’ al 59’40’’ Lugano senza il portiere. Al 58’41’’ timeout chiamato dal Lugano. Premiati a fine partita quali migliori giocatori dell’incontro Harri Säteri e Mirco Müller.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved