HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHC Rofels
5585
2
HC Aspi Capitals
5490
3
HC Kaski Male
5443
4
HC TUT-TUT
5387
5
AmStars
5236
6
LucHC Lions
5235
7
Artemisia
5199
8
ASIA TEAM
5199
9
Team Belozoglu
5196
10
GregBeaud
5183
ULTIME NOTIZIE Sport
TIRI LIBERI
20 min

Hervé Coudray, il nuovo factotum del basket elvetico

Il francese è stato nominato responsabile tecnico nazionale. Possiede un importante curriculum nella formazione e una filosofia che si ispira agli Usa
Calcio
1 ora

Gianluca Ferrero nuovo presidente della Juve

L’uomo d’affari 59enne scelto dall’azionista principale per succedere ad Andrea Agnelli
Formula 1
3 ore

Mattia Binotto si è ufficialmente dimesso dalla Scuderia Ferrari

Il Team Principal lascerà il suo ruolo il 31 dicembre. ‘Giusto compiere questo passo, per quanto sia stata per me una decisione difficile’
Qatar 2022
5 ore

L’ombra delle minacce alle famiglie dei giocatori dell’Iran

La Cnn cita una fonte della sicurezza interna: decine di Pasdaran in Qatar per controllare i giocatori ed evitare proteste e contatti con stranieri
atletica
7 ore

Del Ponte si opera ‘per evitare questo infortunio in futuro’

La ticinese è vittima di una frattura da stress. Coach Meuwly detta i tempi di recupero: ‘Allenamento a pieno regime da metà marzo, gare in estate’,
SERIE A
14 ore

Il CdA della Juve si è dimesso in blocco: lascia anche Agnelli

Il dirigente 46enne saluta il club bianconero dopo più di dodici anni: decisive le contestazioni sulle plusvalenze.
Qatar 2022
15 ore

La doppietta di Bruno Fernandes porta il Portogallo agli ottavi

Ottima prestazione che si meritano a pieno merito i tre punti con l’Uruguay, dopo la Corea ci sarà la seconda classificata del girone della Svizzera
volley
15 ore

Bellinzona chiaramente sconfitto dal Therwil

Le basilesi passano all’Arti e Mestieri con un secco 3-0. Valentina Mirandi: ‘Ci siamo fatte sopraffare dalle difficoltà’.
Qatar 2022
15 ore

Yakin: ‘Col Brasile serviva più coraggio’

Freuler: ‘Sapevamo che la gara decisiva sarebbe stata quella coi serbi’
volley
16 ore

Sesta vittoria consecutiva per il Lugano

Kanti Sciaffusa sconfitto al tie break, dopo aver sprecato un match point nel quarto set. Bianconere sempre terze in classifica.
QATAR 2022
17 ore

Il gol di Casemiro infrange il sogno della Svizzera

Elvetici battuti all’83’ di una sfida giocata con ordine e sacrificio e che avrebbero meritato di chiudere in parità. Ora si decide tutto contro la Serbia
HCL
23.09.2022 - 22:50

Il Lugano fermato a Ginevra, nonostante un ottimo primo tempo

Nella loro prima trasferta stagionale bianconeri battuti alle Vernets nella sera del debutto di Connolly. Le due reti ticinesi firmate da Granlund e

il-lugano-fermato-a-ginevra-nonostante-un-ottimo-primo-tempo
Keystone
Praplan festeggia il gol-partita

Seconda sconfitta consecutiva in pochi giorni per il Lugano di Chris McSorley, battuto 5-2 dal Servette. Nella sera del debutto di Brett Connolly, schierato da Chris McSorley in terza linea al fianco di Josephs e Thürkauf. Proprio l’esordiente canadese, imbeccato dal connazionale Josephs, ha avuto immediatamente sul suo bastone la prima occasione del match, respinta però da Mayer. Decisamente più brillante degli avversari in avvio di gara, la compagine sottocenerina ha comunque gonfiato la rete una manciata di minuti più tardi. Determinante la giocata di Marco Müller, che ha seminato la difesa granata prima di scaricare su Granlund, implacabile poi davanti alla porta (13’46"). Un improvviso colpo di reni delle Aquile – a 23" dalla prima sirena – ha però reso vano lo sforzo bianconero, riportando il risultato in equilibrio con il gol Omark.

Un Lugano che non ha saputo far fruttare il suo predominio nella frazione iniziale, si è ritrovato quindi invischiato in un insidioso periodo centrale in cui il Servette è cresciuto. Non tanto nelle occasioni create, quanto più nell’intensità messa sul ghiaccio. Fazzini e soci sono stati costretti a limitarsi al gioco reattivo, ottenendo una produzione offensiva esigua e di bassa qualità.

L’alba dell’ultimo periodo pareva aver conferito alla banda di Chris McSorley la vivacità di inizio gara. Granlund stava per ridare il favore a Marco Müller, con quest’ultimo fermato solo da Mayer. Ma le Aquile, grazie ad un altro lampo, hanno riportato l’inerzia a loro favore; dimenticato dalla difesa bianconera, Praplan ha infilato Schlegel e portato avanti i suoi per la prima volta in serata (44’15"). Come accaduto nella sconfitta con i Lions, Arcobello e compagni hanno evidenziato delle difficoltà nel powerplay, incapaci di installarsi realmente nel terzo di pista avversario in due situazioni di superiorità quasi consecutive. Il Servette ha perciò approfittato della sterilità bianconera, e chiuso la contesa con le reti di Filppula (52’12") e nuovamente Omark (57’45"). Il match è terminato con la segnatura di Bennett (59’30") e la seconda di Praplan (59’47" a porta vuota), che hanno fissato il risultato sul definitivo 5-2.

Contro il Losanna, domani alla Cornèr Arena, il Lugano proverà ad chiudere il weekend con il sorriso.

Ginevra Servette - Lugano (1-1 0-0 4-1) 5-2
Reti: 13’46’’ Granlund (Marco Müller) 0-1. 19’37’’ Omark (Richard) 1-1. 44’15’’ Praplan (Filppula) 2-1. 52’12’’ Filppula (Smirnovs/penalità differita) 3-1. 57’45’’ Omark 4-1. 59’30’’ Bennett (Fazzini) 4-2. 59’47’’ Praplan (Karrer/a porta vuota) 5-2.
Ginevra Servette: Mayer; Tömmernes, Karrer; Maurer, Vatanen; Le Coultre, Völlmin; Chanton; Rod, Filppula, Praplan; Bertaggia, Pouliot, Miranda; Omark, Richard, Hartikainen; Smirnovs, Jooris, Antonietti; Berthon.
Lugano: Schlegel; Riva, Alatalo; Guerra, Andersson; Mi. Müller, Kaski; Wolf, Gerber; Morini, Granlund, Ma. Müller; Bennett, Arcobello, Fazzini; Josephs, Thürkauf, Connolly; Patry, Herburger, Vedova.
Arbitri: Tscherrig, Hungerbühler; Stalder, Huguet.
Note: 5’076 spettatori. Penalità: 5 x 2’ contro il Ginevra Servette; 2 x 2’ contro il Lugano. Tiri: 30-32 (6-11, 13-5, 11-16). Servette senza Descloux, Winnik, Cavalleri (infortunati) e Smons (in soprannumero); Lugano privo di Carr, Walker (infortunati), Stoffel e Koskinen (in soprannumero). Cinquecentesima partita di Luca Fazzini con la maglia del Lugano. Lugano senza portiere dal 59’44’’ al 59’47’’. Premiati a fine partita, quali migliori giocatori in pista, Valtteri Filppula e Markus Granlund.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved