HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10137
2
LucHC Lions
10020
3
Sparta Becherovka
9709
4
thibault_gav
9610
5
FHM2223
9586
6
TrigoAce1
9551
7
Team Belozoglu
9533
8
Team7
9511
9
HC Kaski Male
9447
10
Tschernobyl
9378
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
4 ore

L’hockey stravagante di Sankt Moritz ’48

75 anni fa, al termine di una lunga pausa forzata, per ospitare i primi Giochi dopo la pace ritrovata furono scelte la Svizzera e le nevi engadinesi
il dopopartita
9 ore

L’Ambrì espugna Zugo ‘con la testa e con la lotta’

Uno spunto di Heed dopo 14" di overtime regala la decima vittoria da due punti ai suoi. Pestoni: ‘Ora sottovalutare l’Ajoie sarebbe un errore gigantesco’.
IL DOPOPARTITA
9 ore

Lugano in bianco in un martedì nero. ‘Questione di feeling’

Cinque schiaffi nel primo tempo, triste primato di una partita che si spegne subito. Gianinazzi ‘Probabilmente, un domani gestirei la cosa diversamente’
Altri sport
10 ore

Hockey su prato, Lugano promosso in Serie B Indoor

Decisivi i due successi ottenuti contro Grasshopper e Berna al torneo finale di Prima Lega a Zurigo
Hockey
11 ore

Tim Heed regala due punti d’oro all’Ambrì Piotta

Ottima prestazione dei leventinesi a Zugo: la sfida ha premiato la truppa di Cereda, vittoriosa 3-2 dopo l’overtime
Hockey
11 ore

Nuovo tonfo del Lugano, gode il Friborgo

Dolorosa sconfitta per la truppa di Luca Gianinazzi: ospiti padroni totali alla Cornèr Arena e vincenti per 6-1, con cinque gol nei primi 20’.
Unihockey
14 ore

Ticino fermato dal Kloten

I bellinzonesi, sconfitti in casa dai Jets 7-3, chiudono settimi in classifica e sfideranno nei playoff l’Ad Astra
sci nordico
14 ore

Campionati regionali, vince un... varesino

Fra le donne successo di Manuela Leonardi di Bedretto, fra le ragazze vince Anna Pronzini e fra i ragazzi Levin Arduser
Basket
15 ore

Nancy Fora: ‘Importante la cultura del lavoro’

La cestista ticinese spiega i segreti dei successi dell’Elfic Friborgo, squadra che in Svizzera non ha praticamente rivali
Basket
15 ore

Mercoledì di nuovo in campo Lugano e Massagno

La Sam vincitrice della Coppa di Lega ospita il Neuchatel, mentre i Tigers ricevono il Vevey forse privo di Sefolosha
Tennis
16 ore

Golubic subito sconfitta a Lione

Ancora a secco di successi in un tabellone principale nel 2023 la trentenne tennista rossocrociata
Tennis
1 gior

Djokovic più forte di tutti e di tutto

Il serbo ha conquistato l’Open australiano mostrando, oltre a una netta superiorità tecnica, pure una forza mentale impressionante
Calcio
1 gior

Gattuso lascia il Valencia

Il campione del mondo 2006, 14° in classifica nel campionato spagnolo, se ne va in accordo col club
Hockey
1 gior

Addio a Bobby Hull

Una delle leggende della Nhl - e dei Chicago Blackhawks - si è spenta lunedì a 84 anni
Calcio
1 gior

‘Situazione difficile, aiuteremo i giocatori’

Dopo il fallimento del Fc Chiasso, i sindacati hanno incontrato i calciatori e hanno spiegato loro come muoversi per far valere i propri diritti
L’ANGOLO DELLE BOCCE
1 gior

Ad Anna Giamboni la prima gara del circuito femminile 2023

A Dietikon, l’esponente della Gerla ha superato in finale la bleniese Lorella Ferrari con il punteggio di 12-2
CROSS
1 gior

Roberto Delorenzi vince a Moghegno

La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
laR
 
17.09.2022 - 00:05

Inizio ancora vincente: ‘Noi migliori per due tempi’

Il supplementare premia l’Ambrì a Friborgo, grazie ad Heim, Bürgler e soprattutto Conz. Fischer: ‘Benjamin ci ha salvati alla grande un paio di volte’

inizio-ancora-vincente-noi-migliori-per-due-tempi
Una delle numerose fasi concitate davanti a Conz nel secondo terzo. Uscirne indenni è stata la svolta della partita.

Una vittoria per iniziare, per un Ambrì (con Conz in porta e sei stranieri di movimento, con Juvonen, Marchand, l’infortunato Pezzullo e Zündel in tribuna) capace di espugnare Friborgo per 2-1 al supplementare, grazie in particolare a un’ottima prova difensiva. Subito in vantaggio grazie ad Heim in superiorità numerica, i biancoblù hanno resistito nel secondo tempo, concedendo una sola rete all’arrembante Gottéron, prima di rifare superficie nel terzo tempo e dare la stoccata decisiva al 64’, grazie a Bürgler, ma soprattutto allo splendido assist di Heim.

Difesa solida, attacco efficace

In generale quella dei leventinesi è stata una prestazione incoraggiante, tuttavia il margine di miglioramento, com’è logico che sia dopo il primo impegno ufficiale, è ancora molto: dalla mole di gioco offensivo prodotta, solo sedici conclusioni verso Berra, incolpevole però nella sconfitta dei suoi; alla percentuale di ingaggi vinti, il 35% del totale; in fase di costruzione si è poi visto qualche passaggio effettuato con troppa sufficienza.

Molto buona invece la fase difensiva, sorretta da un Conz strepitoso, come riconosce anche Jannik Fischer: «Devo dire che Conz oggi ha giocato una partita sensazionale, un paio di volte ci ha salvati alla grande. Difensivamente abbiamo certamente ben figurato, nel primo tempo, nel secondo tempo un po’ meno e credo che loro abbiano giocato meglio di noi, ma nel terzo siamo tornati solidi».

La partita ha rischiato di complicarsi con la penalità di partita a McMillan al 23’ (gli arbitri sono andati a consultare il video, l’impressione è che la loro decisione sia corretta, ma non è stata mostrata un’immagine in grado di fugare ogni dubbio) e l’immediata penalità a Isacco Dotti (ingenuo colpo di bastone), eppure gli uomini di Cereda ne sono usciti con "solo" un gol subito: «Non è facile cambiare ritmo quando si gioca così a lungo in inferiorità, trovo che abbiamo giocato due tempi meglio di loro ed è bastato, perciò sono molto contento. Anche il box play è stato buono, il Friborgo peraltro l’anno scorso aveva il miglior power play, subire un gol ci sta, mentre noi abbiamo avuto una chance e l’abbiamo sfruttata. Sinceramente io non ho visto un check direttamente alla testa, piuttosto un primo contatto sulla spalla. Sicuramente McMillan non voleva ferire l’avversario».

Fischer (schierato come settimo difensore) è stato pure lui un tassello importante, mostrando anche un atteggiamento da leader dopo il time out chiamato da Cereda: «Sono felice della mia prestazione, anche durante il time out non ero arrabbiato, bensì coinvolto nella partita».

Come l’anno scorso

Già l’anno scorso al debutto era arrivato un successo per 2-1 al supplementare, nell’occasione a Zurigo, con Bürgler che pure era andato in rete (ma per l’1-0)… «La cosa più importante è aver nuovamente vinto la prima partita, è sicuramente un aiuto per il morale, oltretutto contro una buona squadra come il Friborgo».

Questa sera è invece in programma il debutto casalingo contro il Berna: «Dovremo riuscire a fare il nostro gioco sui sessanta minuti – conclude Fischer – ed evitare di tirarci in difesa come accaduto oggi (ieri per chi legge, ndr) nel secondo tempo».

L’ANNOTAZIONE

Kovacs e compagni non vanno imitati

21’365 franchi di multa. È la poco lusinghiera somma che il club leventinese dovrà sborsare in seguito al lancio di oggetti in pista da parte dei suoi tifosi nel corso della stagione 2021-22. È la cifra più alta del campionato e che mette l’Ambrì sotto un’attenzione particolare da parte della Federazione. I tifosi vengono anche avvisati che verrà potenziato l’impianto di videosorveglianza all’interno dello stadio al fine di individuare chi si renderà protagonista dei lanci in pista. E per chi sgarra è entrata in vigore una norma più severa, che prevede l’interdizione d’accesso allo stadio per due anni a chi "lancia deliberatamente oggetti contro arbitri, giocatori, ufficiali di gara, personale televisivo o altri spettatori".

Il pubblico è insomma avvisato e invitato a comportarsi come, per esempio, i 9’000 della Bcf Arena, che si sono accontentati di fischiare quando non in accordo con il quartetto arbitrale. La Gottardo Arena non è infatti il Comunale di Bellinzona e il Galà dei Castelli si è appena svolto. Agli emuli di Joe Kovacs, Ryan Crouser e degli altri pesisti è dunque chiesto di esibirsi in contesti più appropriati.

Friborgo - Ambrì Piotta (0-1 1-0 0-0 0-1) d.s. 1-2

Reti: 3’51" Heim (Pestoni, Shore/esp. Rossi) 0-1, 24’11" Mottet (Sprunger, Gunderson/esp. Kneubuehler per McMillan e Isacco Dotti) 1-1, 63’49" Bürgler (Heim, Zwerger) 1-2.

Friborgo: Berra; Gunderson, Jecker; Diaz, Vainio; Sutter, Dufner; Chavaillaz, Scheidegger; Bertschy, Desharnais, Marchon; Rossi, Walser, Jörg; Bykov, De la Rose, Mottet; Sprunger, Schmid, Kuokkanen.

Ambrì Piotta: Conz; Heed, Isacco Dotti; Virtanen, Burren; Fohrler, Zaccheo Dotti; Fischer; Chlapik, Spacek, McMillan; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Pestoni, Shore, Zwerger; Grassi, Kostner, Trisconi; Hofer.

Arbitri: Stricker, Hungerbühler; Kehrli, Altmann.

Note: 9009 spettatori. Penalità: 1 x 2’ contro il Friborgo; 2 x 2’ + 1 x 5’ e penalità di partita (22’25" McMillan) contro l’Ambrì. Tiri in porta: 35-16 (9-6, 18-3, 6-5, 2-2). Friborgo privo di Sörensen, Jobin (infortunati) e Binias (Swiss League); Ambrì senza Müller, Pezzullo (infortunati), Juvonen (straniero in soprannumero), Zündel, Marchand (in soprannumero). Pali: 26’48" Schmid, 36’45" Desharnais. Time out Ambrì al 47’47". Premiati a fine partita, quali migliori giocatori in pista Sprunger e Conz.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved