draft-nhl-lian-bichsel-sara-chiamato-al-primo-turno
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Tennis
11 ore

Wawrinka contro Murray come prima portata a Cincinnati

Sfida dal sapore nostalgico all’Atp 1000 a stelle e strisce, tra il vodese (Atp 3222) e lo scozzese, numero 48 delle gerarchie
Nuoto
16 ore

Noè Ponti davanti a tutti nelle qualificazioni

Il locarnese vola in semifinale dei 100 m delfino con il miglior tempo e nuovo primato nazionale: 51"56
il ritratto
23 ore

Serena Williams, il tennis corpo a corpo

Lascia dopo 23 Slam. Il suo fisico massiccio ed esplosivo è sempre stato al centro dell’attenzione, mostrando il razzismo di chi la criticava
Altri sport
1 gior

Mondiali di salto ostacoli, Svizzera ottava

Prestazione deludente della compagine elvetica a Herning, che manca pure un ticket per i Giochi olimpici di Parigi
calcio
1 gior

Bellinzona in letargo, l’Aarau ne approfitta

Brutta prestazione e seconda sconfitta stagionale per i granata, mai realmente in partita contro gli argoviesi: uno 0-4 che non fa una grinza.
hockey
1 gior

Kurashev prolunga con Chicago

Il 22enne centro svizzero ha firmato un rinnovo annuale con i Blackhawks
hockey
1 gior

L’Ambrì ne fa sei ai Rockets

L’amichevole di Biasca finisce sull’1-6, in gol i nuovi acquisti Hofer, Zündel, Shore e Chlapik e per i biaschesi di Bennett
calcio
1 gior

Lionel Messi escluso dai candidati per il pallone d’oro

L’argentino fuori dai 30 papabili per la prima volta dal 2005
triathlon
1 gior

Julie Derron sesta nel triathlon

L’elvetica non ripete il successo dello scorso anno e manca di soli 48” una medaglia. Titolo alla britannica Stanford
06.07.2022 - 12:47
Aggiornamento: 20:43
Ats, a cura di Stefano Marelli

Draft Nhl, Lian Bichsel sarà chiamato al primo turno?

Da qualche anno nessuno svizzero viene più scelto fra i migliori

L’ultimo elvetico a esser chiamato al primo giro fu Nico Hischier nel 2017, che fu scelto addirittura col numero 1. Quest’anno potrebbe però succedere a Lian Bichsel, 18enne difensore cresciuto nelle giovanili di Olten e Bienne e ora in forza agli svedesi del Leksands. Fra il 2008 e il 2017, erano stati 7 gli elvetici a essere scelti al primo turno del draft Nhl, mentre in seguito soltanto Janis Moser – lo scorso anno – riuscì a venir chiamato fra i primi 100 (60). E nel 2020 andò ancor peggio: nessun rossocrociato fu selezionato nell’intero draft: non succedeva dal 2009. Ma ormai tutto pare maturo affinché, come detto, sia la volta di Lian Bichesel. "Sarebbe davvero qualcosa di speciale", ha detto il giocatore, ricordando però che il draft non è certo un traguardo, ma solo un punto di partenza e che in seguito ci sarà da lavorare moltissimo.

La Svezia

Bichsel era già stato invitato a Buffalo fra maggio e giugno a una discussione in presenza dei rappresentanti di tutti i 32 club della Nhl, il massimo campionato nordamericano. "Si era trattato solo di domande di routine e test atletici", ha detto il ragazzo nato a Olten nel maggio 2004. Mercoledì mattina, il solettese è volato a Montreal, dove fra giovedì e venerdì si svolgerà la procedura di selezione dei nuovi giocatori della lega. Farà ritorno in Europa venerdì sera. Lian Bichsel ha debuttato in National League il 15 dicembre 2020, quando aveva solo 16 anni. In quella stagione, scese sul ghiaccio 4 volte, per soli 3 minuti e 10 secondi: l’impiego col contagocce lo spinse a prendere prestissimo un’altra strada. Finì dunque al Leksands, in Svezia, benché avesse considerato anche di trasferirsi in Nord America.

Le caratteristiche

"Volevo mettermi in mostra in un posto nuovo, con un nuovo allenatore, e la Svezia come Paese era molto interessante", ha spiegato il massiccio difensore, 196 cm per oltre 100 kg. "Inoltre, lassù il sistema scolastico è di livello molto alto". Una scelta azzeccata, quella di raggiungere il Paese scandinavo, dove Lian ha subito iniziato a giocare in prima squadra e nel massimo campionato. 29 le presenze per lui, con 1 gol e 2 assist. In media è restato sul ghiaccio quasi 12 minuti. "A livello di gioco, ho imparato molto", dice Bichsel, che è molto maturato anche come persona, ora che vive da solo e si occupa personalmente di cucinare e rassettare la casa. L’allenatore del Leksands – Björn Hellkvist – è rimasto subito molto impressionato dal giovane svizzero, specie per la grande fiducia in sé stesso. "Non è per nulla usuale vedere giocatori con un simile talento", ha detto sulle colonne dell’Expressen. I giornali locali hanno paragonato Bichsel addirittura a Victor Hedman dei Tampa Bay Lightning, cioè uno dei migliori difensori al mondo. "Non confidassi in me stesso", ha detto il ragazzo, "non sarei mai venuto in Svezia". I suoi obiettivi – dice – sono molto ambiziosi, ma non vuole rivelarli. Lian è un ragazzo tranquillo, non ha idoli nell’hockey, ma ammira chiunque sia riuscito a sfondare in Nhl, specie per il modo in cui hanno saputo programmare e sviluppare la propria carriera.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
draft nhl lian bichsel
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved