la-svizzera-s-impone-in-scioltezza
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
6 ore

Violenza sessuale, arrestato un calciatore inglese

Un non meglio precisato giocatore di Premier League interrogato a Londra per un presunto stupro avvenuto il mese scorso. Ne dà notizia il The Sun
Tennis
7 ore

Rafa a spasso per Londra. Poi, però, deve soffrire

Il maiorchino batte in tre set il ventisettenne olandese, venticinquesimo dell’Atp, con qualche preoccupazione nel finale: ai quarti contro Taylor Fritz
Sci
9 ore

Petra Vlhova, olimpionica di Slalom, si allena a Tenero

Il tecnico ticinese Mauro Pini: preparazione mirata, focus sulle discipline tecniche, all’orizzonte c’è Cortina 2026
CALCIO
11 ore

Hicham Mahou bianconero per i prossimi quattro anni

Il laterale francese di origini marocchine ha disputato l’ultima stagione con il Losanna. Per il Lugano un prezioso rinforzo sulla corsia laterale
CICLISMO
14 ore

Marc Hirschi e la Uae Emirates, uniti per la causa di Pogacar

TdF, il 23enne bernese: ‘Non credo avrò molta libertà d’azione. Il Covid sembrava avermi tagliato fuori, ora invece sto bene e sono contento di esserci’
Calcio
15 ore

Gabriel Jesus all’Arsenal

Lascia il City dopo 5 anni
ciclismo
15 ore

Maratona dles Dolomites, Rocco Cattaneo vince ancora

Settimo successo consecutivo per il ticinese sulle strade dolomitiche, su un percorso che vanta ben 4320 metri di dislivello
BASKET
17 ore

La qualificazione unica buona notizia per una Nazionale scarsa

Il weekend dedicato alle pre-qualifiche di Euro 2025 ci ha restituito una Svizzera povera di contenuti, sia con Cipro (figuraccia), sia con l’Irlanda
L'ANNIVERSARIO
23 ore

Quando il Ticino si fermò per Brasile-Italia

Il 5 luglio del 1982 ai Mondiali di Spagna si disputò una delle partite più significative della storia del calcio, anche per la nostra realtà
TENNIS
1 gior

Van Rijthoven ci prova, ma Djokovic è troppo forte

Wimbledon, il serbo ai quarti. Nella sfida tra astri nascenti, Jannik Sinner manda a casa Alcaraz. In campo femminile la tunisina Jabeur ai quarti
BASKET
1 gior

La Svizzera vince in Irlanda e prosegue il cammino

La Nazionale di Papatheodorou accede quale migliore seconda alla successiva fase di pre-qualificazione in vista degli Europei 2025
CICLISMO
1 gior

I destini incrociati di Jakobsen e Groenewegen

Al Tour de France, nel weekend, vittorie per i due olandesi protagonisti nel 2020 di un drammatico episodio
hockey
15.05.2022 - 21:46
Aggiornamento: 16.05.2022 - 08:29

La Svizzera s’impone in scioltezza

Anche la seconda uscita mondiale sorride a Thürkauf e soci. Danimarca sconfitta 6 a 0. Un gol e tre assist di Malgin

Rossocrociati vincenti e convincenti. Piegata facilmente la Danimarca, avversario tradizionalmente ostico. Ottime le situazioni speciali, ben tre reti ottenute in powerplay.

Patrick Fischer per la seconda sfida dei Mondiali conferma la stessa formazione che ha sconfitto ieri l’Italia. L’unico cambiamento è in porta. Leonardo Genoni è il titolare, Sandro Aeschlimann è la riserva. Nella Danimarca spicca il nome del nativo di Bienne, ovvero Nikolaj Ehlers, figlio dell’allenatore Heinz, attaccante dei Winnipeg Jets. Il capitano dei danesi è il biancoblù Peter Regin.

La Svizzera deve immediatamente respingere in entrata di gara una superiorità numerica e lo fa con bravura. Nel complesso nei primi minuti sono i danesi a farsi preferire. Il primo tiro in porta degli elvetici arriva solamente dopo otto minuti. È comunque il preludio al gol di apertura di Herzog. Sullo slancio Simion sfiora il raddoppio. Poco dopo la Danimarca perde il difensore Oliver Lauridsen, infortunato. La rete di apertura dà maggiore fiducia ai ragazzi di Fischer, con il passare dei minuti la Danimarca viene sempre di più messa sotto pressione, Scherwey dalla corta distanza manca il bersaglio al 13’. È nuovamente una penalità a complicare la vita a Genoni e soci, Bjorkstrand dispone della migliore occasione, ma spara a lato da posizione invitante. Pure in boxplay i rossocrociati riescono a rendersi minacciosi con Moser, ma Dichow è attento. La sfida è assai spigolosa, diversi i check duri. Per la terza volta la Svizzera si ritrova con l’uomo in meno sul ghiaccio, paradossalmente la migliore opportunità è proprio elvetica, ma Thürkauf non è preciso e così si va al primo riposo sul’1 a 0.

La seconda frazione si apre con il primo powerplay svizzero, a Meier bastano 9 secondi per confezionare il raddoppio grazie a una magnifica sassata. La scena si ripete poco dopo, nuova superiorità numerica per la Svizzera. Kurashev dispone della migliore chance, ma Dichow ci mette una pezza. Il dominio rossocrociato viene però ulteriormente ripagato qualche frangente dopo, in effetti al 25’01’’ arriva anche il terzo punto siglato da Suter. La sfida ora è completamente in discesa, la Danimarca fa fatica ad arrivare dalle parti di Genoni ed è pure un po’ sfortunata, al 31’ Ehlers in powerplay colpisce il palo, ma è un fuoco di paglia, Al 33’’ giunge il 4 a 0 realizzato da Moser, autore di una pregevole azione. Ancora prima della seconda pausa in powerplay arriva il 5 a 0 di Kurashev.

L’ultimo periodo è ormai cosmetica, i danesi cambiano l’estremo difensore. In powerplay al 47’ cade il sesto gettone firmato da Malgin con un bel tiro al volo. La Danimarca prova a segnare la rete della bandiera con un nuovo powerplay, ma il boxplay elvetico si dimostra una volta in più all’altezza della situazione e così Genoni può festeggiare uno shutout al termine di una serata relativamente tranquilla.

Nell’altra partita della serata la Svezia ha fatto suo il big match contro la Repubblica Ceca per 5 a 3.

Martedì la Svizzera tornerà in pista e sfiderà il Kazakistan.

Danimarca – Svizzera (0-1 0-4 0-1) 0-6
Reti: 08’58’’ Herzog (Glauser, Corvi) 0-1. 21’03’’ Meier (Moser, Malgin/esp. Regin) 0-2. 25’01’’ Suter (Malgin) 0-3. 32’39’’ Moser (Malgin, Suter) 0-4. 37’33’’ Kurashev (Hischier, Corvi/esp. Kristensen) 0-5. 46’39’’ Malgin (Meier, Moser/esp. Bau) 0-6
Danimarca: Dichow (41’Dahm); Lassen, Markus Lauridsen; Jeensen Aabo, Oliver Lauridsen; Larsen, Jensen; Kristensen; Ehlers, Nielsen, Blichfeld; Storm, Regin, Scheel; Bjorkstrand, Bau, Meyer; Jakobsen, Poulsen, Aagaard
Svizzera: Genoni; Kukan, Siegenthaler; Fora, Moser; Geisser, Glauser; Egli, Marti; Meier, Hischier, Bertschy: Simion, Suter, Malgin; Ambühl, Corvi, Herzog; Scherwey, Kurashev, Thürkauf.
Arbitri: Ohlund (Sve), Recucki (Usa); Devis (Usa), Sormunen (Fin).
Note: 2’645 spettatori. Penalità: Danimarca 4 x 2’. Svizzera 6 x 2’. Svizzera priva di Berra (in soprannumero), Riat e Miranda (non iscritti). Tiri in porta: 19-29 (10-8, 4-17, 5-4). Al 30’30’’ palo di Ehlers. Premiati quali migliori in pista Nielsen e Moser

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
danimarca iihf wc 2022 svizzera
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved