Servette
2
Sion
0
2. tempo
(2-0)
Zurigo
0
S.Gallo
0
2. tempo
(0-0)
FC Stade Ls Ouchy
1
Losanna
2
1. tempo
(1-2)
Xamax
0
Sciaffusa
1
2. tempo
(0-1)
Juventus
0
Monza
2
fine
(0-2)
Lazio
Fiorentina
18:00
 
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
9985
2
LucHC Lions
9922
3
Sparta Becherovka
9622
4
thibault_gav
9531
5
FHM2223
9504
6
TrigoAce1
9466
7
Team Belozoglu
9431
8
Team7
9385
9
HC Kaski Male
9365
10
Poitu
9248
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
40 min

Acb, anno nuovo e problemi vecchi

Prestazione davvero deludente dei granata, sconfitti senza appello in casa dall’Yverdon (0-2)
Tennis
53 min

Doppio colpo per Novak Djokovic

Il serbo a Melbourne fa suo il primo Slam dell’anno e riconquista la vetta dell’Atp. Fra le donne vince la bielorussa Sabalenka
Bob
1 ora

Bronzo mondiale per Vogt e Michel

A Sankt Moritz, nel bob a due, arriva la prima medaglia iridata per la Svizzera dal 2016
SCI ALPINO
3 ore

Mikaela Shiffrin si ferma a sei centesimi dal record di Stenmark

Nella Repubblica Ceca la statunitense chiude lo slalom alle spalle della tedesca Lena Dürr. Migliore elvetica, Michelle Gisin con il nono posto
Tennis
4 ore

Ventiduesimo Slam per l’insaziabile Djokovic

A Melbourne il serbo piega il greco Stefanos Tsitsipas in soli 3 set: 6-3, 7-6 (7/4), 7-6 (7/5)
Hockey
4 ore

Una giornata a Bristedt per la testata a Kovar

Lo svedese sanzionato dal giudice unico per l’intervento scorretto ai danni del ceco, sabato in Davos-Zugo. Punito anche Tanner per un fallo su Romanenghi
Sci
5 ore

Per Marco Odermatt, a Cortina è... ancora domenica

Il nidvaldese completa un weekend da favola: dopo il trionfo della vigilia, il 25enne concede il bis nel secondo superG
Hockey
19 ore

Tre punti d’oro per un affarone: l’Ambrì espugna Langnau

I biancoblù colgono un importantissimo successo nell’Emmental e fanno 4 su 4 contro i Tigrotti in stagione. Decisivo l’apporto della prima linea
CALCIO
21 ore

Aliseda all’ultimo respiro, il Lugano strappa un punto al Gc

Partita senza grosse emozioni che si chiude con un pareggio tutto sommato giusto e accettabile da entrambe le squadre
Basket
23 ore

Domati i Leoni ginevrini, Sam all’ultimo atto

A Montreux il Massagno di Robbi Gubitosa non stecca e si qualifica per l’ultimo atto di Coppa della Lega
Sci
1 gior

Shiffrin ancora davanti a tutte: 85esima vittoria per lei

La statunitense vince anche fra i paletti stretti di Spindleruv Mlyn e ora tallona Stenmark. Terzo posto per Wendy Holdener.
Tennis
1 gior

È Aryna Sabalenka la regina d’Australia

La bielorussa fa suo il primo Slam dell’anno. Battuta in finale, in tre set, Elena Rybakina al termine di una sfida durata due ore e mezza
Sci
1 gior

Rientro riuscito: Odermatt fa suo il primo superG di Cortina

Il nidvaldese non lascia scampo alla concorrenza. Ad accompagnarlo sul podio il norvegese Kilde (secondo a 35 centesimi) e l’italiano Casse
Basket
1 gior

Quasi 4 milioni per una maglia di LeBron James

Cifre da capogiro per l’asta di New York. L’oggetto più ambito la casacca indossata nel 2013 dal cestista
18.03.2022 - 22:11
Aggiornamento: 22:36

Ambrì, un break degno del miglior Federer

I biancoblù espugnano per 2-1 la Vaudoise Arena nella prima sfida dei preplayoff. Decide un gol di McMillan, ma il protagonista è il portiere Juvonen

ambri-un-break-degno-del-miglior-federer
Keystone
Inti Pestoni cerca di fermare Andy Miele

Sorretto da un Juvonen semplicemente sontuoso, l’Ambrì può esultare e conduce 1-0 nella serie. Per i ragazzi di Cereda è la settima vittoria consecutiva. Oltre al portiere decisivo lo spirito di sacrificio e la scaltrezza sottoporta.

Per l’esordio nei preplayoff a Losanna i leventinesi recuperano McMillan, reduce da squalifica. Altrimenti nessuna novità particolare, sempre fuori D’Agostini. Il portiere di riserva è Müller, dato che Ciaccio è malato. I locali devono fare a meno di Almond e Frolik. A difesa della gabbia vodese c’è Stephan.

I padroni di casa iniziano subito all’arrembaggio e Juvonen si deve impegnare più volte al fine di evitare uno svantaggio prematuro. Il portiere leventinese al 4’ viene anche aiutato dal palo sul tiro di Miele. La scena si ripete a parti invertite un minuto più tardi, stavolta è McMillan a essere sfortunato e a centrare i ferri della gabbia locale. È il preludio al gol, ottenuto al 7’ da Pestoni su assist magistrale di Hietanen. Per Bertschy e soci è un vero choc. La squadra di Fust, assai lunatica, capace del meglio come del peggio, impiega qualche minuto prima di riprendersi. A rimettere le cose in sesto ci pensa Jäger all’undicesimo, il suo tiro non lascia scampo a Juvonen. Per l’ex Davos è la quinta rete nelle ultime sei uscite stagionali. La segnatura ridà fiducia e conforto ai padroni di casa che continuano lo sforzo offensivo. L’Ambrì dal canto suo non sta però a guardare e cerca di sfruttare qualche falla del reparto difensivo avversario non sempre perfetto. Nel finale di tempo brividi per i sopracenerini, ma Bertschy e Sekac non sfruttano due buone occasioni.

L’inizio di frazione centrale è assai equilibrato. Con il passare dei minuti sono i vodesi ad alzare il baricentro. Diverse le opportunità sventate da Juvonen. L’Ambrì cerca di opporsi e mette sul ghiaccio tutte le forze, a testimoniarlo il check di Bianchi che spedisce direttamente Gernat sulla panchina di riposo dei biancoblù. Al 27’ Juvonen deve nuovamente superarsi per sbarrare la strada a Heldner. È praticamente un tiro al bersaglio, specialmente attorno al giro di boa di metà incontro, con l’Lhc in powerplay. La difesa biancoblù è encomiabile e dimostra grande sacrificio. Con il passare dei minuti il forsennato ritmo dei locali, un po’ secondo logica, cala leggermente. Zwerger sul finire di frazione crea un pericolo chiamando in causa Stephan, lo stesso portiere è poi decisivo nel fermare una conclusione di Fora da posizione invitante.

Grande brivido dopo appena 20’’ del terzo periodo, Sekac a botta sicura fallisce il bersaglio. Dall’altra parte occasionissima per Bürgler al 44’, lo svittese solo davanti a Stephan perde il duello. Al 46’ Bertschy esulta, ma l’Ambrì chiama il coach challenge e ne ha ben ragione. L’azione è in effetti viziata da fuorigioco, gol annullato e così si resta in parità. Galvanizzato il complesso di Cereda si affaccia dalle parti di Stephan, un tiro di Fora non trova per poco la via del gol. Gli animi si scaldano, la tensione è palpabile. Dopo un alterco ben 4 protagonisti si accomodano sulla panchina dei penalizzati. Al 52’ splendida combinazione ticinese finalizzata da McMillan, l’Ambrì si riporta così in vantaggio. Il Losanna cerca di reagire, mischia furibonda davanti a Juvonen, il portiere in qualche modo ci mette una pezza. Genazzi e compagni agiscono in powerplay attorno al 55’, ma Juvonen è semplicemente mostruoso. La sua parata su Fuchs, con il guantone, è l’apice della sua arte. Nel finale Fust tenta il tutto per tutto e toglie il portiere, ma l’Ambrì non trema e può festeggiare.

Losanna - Ambrì Piotta (1-1 0-0 0-1) 1-2
Reti:
06’14’’ Pestoni (Hietanen, Heim/esp. Glauser) 0-1. 10’26’’ Jäger (Frick) 1-1. 51’08’’McMillan (Pestoni, Zwerger) 1-2.
Losanna: Stephan; Glauser, Genazzi; Marti, Gernat; Heldner, Frick; Krueger; Riat, Fuchs, Sekac; Paré, Miele, Bozon; Bertschy, Jäger, Kenins; Holdener, Baumgartner, Krakausas; Douay
Ambrì Piotta: Juvonen; Fora, Isacco Dotti; Hietanen, Fischer; Fohrler, Zaccheo Dotti; Burren; Trisconi, Kostner, Bianchi; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Pestoni, McMillan, Zwerger; Incir, Dal Pian, Bionda; Neuenschwander
Arbitri: Stolc, Borga; Progin, Stalder
Note: 7’017 spettatori. Penalità: Losanna 5 x 2’. Ambrì 6 x 2’. Tiri in porta: 36-19 (14-5, 14-8, 8-6). Losanna senza Almond, Frolik (infortunati), Maillard e Emmerton (in soprannumero). Ambrì privo di Conz, Conacher, Hächler, D’Agostini, Regin (infortunati), Ciaccio (malato), Grassi (squalificato) e Pezzullo (in soprannumero). Al 3’40’’ palo di Miele. Al 4’41 palo di McMillan. Al 30’19’’ palo di Jäger. Losanna dal 58’20’’ al 60’00" senza portiere. Premiati come migliori in pista Jäger e Juvonen.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved