ambri-un-break-degno-del-miglior-federer
Keystone
Inti Pestoni cerca di fermare Andy Miele
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
11 ore

‘Contro il Lugano II voglio vedere l’atteggiamento giusto’

Debutta domani a Giubiasco il Bellinzona di David Sesa, già rimasto colpito da Pablo Bentancur e ‘dal suo amore ed entusiasmo per il club’
Nuoto
11 ore

Rientro da Budapest con (spiacevole) sorpresa per Noè Ponti

Reduce dai Mondiali in Ungheria, il gambarognese, via social, ha comunicato la sua positività al coronavirus
Tennis
13 ore

Golubic non stecca l’entrata. Laaksonen e Bencic invece sì

La zurighese supera il primo turno di Wimbledon battendo in due set (chiusi con il punteggio di 6-4 6-3) la tedesca Perkovic
Tennis
14 ore

Wimbledon finisce ancora prima di iniziare per Berrettini

Finalista lo scorso anno, l’italiano deve alzare bandiera bianca a poco dal suo esordio. Fermato dalla positività al coronavirus
Atletica
14 ore

Doping, quattro anni di stop per Alex Wilson

Lunga squalifica per lo sprinter elvetico, positivo al trenbolone. A 31 anni, la sua carriera rischia di chiudersi qui
Storie mondiali
22 ore

Buff Donelli, una star del football prestata al soccer

La seconda edizione della Coppa del Mondo di calcio, nel 1934, fu voluta e accomodata da Mussolini in persona
nuoto sincronizzato
1 gior

Il nuoto sincronizzato in Svizzera fa i conti con gli abusi

Bufera sul dipartimento gestito da Swiss Aquatics, respingono le accuse ma si dimettono i co-direttori sportivi Markus Thöni e Patricia Fahrni
Tennis
1 gior

Wawrinka cede alla distanza a Jannik Sinner

Il vodese deve salutare Wimbledon al primo turno, sconfitto dal talentuoso italiano 7-5 4-6 6-3 6-2
ciclismo
1 gior

Tour de France, non ci saranno Alaphilippe e Cavendish

I due non sono stati convocati dalla Quick-Step
footbalino
1 gior

Anche tre atleti disabili ai Mondiali di Footbalino

La partecipazione è il frutto della collaborazione tra la federazione svizzera e quella ticinese
Calcio
1 gior

Mercato, Cragno al Monza

Il portiere arriverà in prestito dal Cagliari
ginnastica artistica
1 gior

Ginnastica, oro e argento ai Campionati svizzeri per Lena Bickel

La ticinese è prima alle parallele asimmetriche e seconda nel concorso multiplo. Argento e bronzo (ad anelli e sbarra) anche per Mattia Piffaretti
Calcio
1 gior

Simone Rapp a Karlsruhe

Il ticinese lascia Vaduz per la Germania
Calcio
1 gior

Lucas Leiva torna in Brasile

Il 35enne centrocampista giocherà nel Gremio
18.03.2022 - 22:11
Aggiornamento: 22:36

Ambrì, un break degno del miglior Federer

I biancoblù espugnano per 2-1 la Vaudoise Arena nella prima sfida dei preplayoff. Decide un gol di McMillan, ma il protagonista è il portiere Juvonen

Sorretto da un Juvonen semplicemente sontuoso, l’Ambrì può esultare e conduce 1-0 nella serie. Per i ragazzi di Cereda è la settima vittoria consecutiva. Oltre al portiere decisivo lo spirito di sacrificio e la scaltrezza sottoporta.

Per l’esordio nei preplayoff a Losanna i leventinesi recuperano McMillan, reduce da squalifica. Altrimenti nessuna novità particolare, sempre fuori D’Agostini. Il portiere di riserva è Müller, dato che Ciaccio è malato. I locali devono fare a meno di Almond e Frolik. A difesa della gabbia vodese c’è Stephan.

I padroni di casa iniziano subito all’arrembaggio e Juvonen si deve impegnare più volte al fine di evitare uno svantaggio prematuro. Il portiere leventinese al 4’ viene anche aiutato dal palo sul tiro di Miele. La scena si ripete a parti invertite un minuto più tardi, stavolta è McMillan a essere sfortunato e a centrare i ferri della gabbia locale. È il preludio al gol, ottenuto al 7’ da Pestoni su assist magistrale di Hietanen. Per Bertschy e soci è un vero choc. La squadra di Fust, assai lunatica, capace del meglio come del peggio, impiega qualche minuto prima di riprendersi. A rimettere le cose in sesto ci pensa Jäger all’undicesimo, il suo tiro non lascia scampo a Juvonen. Per l’ex Davos è la quinta rete nelle ultime sei uscite stagionali. La segnatura ridà fiducia e conforto ai padroni di casa che continuano lo sforzo offensivo. L’Ambrì dal canto suo non sta però a guardare e cerca di sfruttare qualche falla del reparto difensivo avversario non sempre perfetto. Nel finale di tempo brividi per i sopracenerini, ma Bertschy e Sekac non sfruttano due buone occasioni.

L’inizio di frazione centrale è assai equilibrato. Con il passare dei minuti sono i vodesi ad alzare il baricentro. Diverse le opportunità sventate da Juvonen. L’Ambrì cerca di opporsi e mette sul ghiaccio tutte le forze, a testimoniarlo il check di Bianchi che spedisce direttamente Gernat sulla panchina di riposo dei biancoblù. Al 27’ Juvonen deve nuovamente superarsi per sbarrare la strada a Heldner. È praticamente un tiro al bersaglio, specialmente attorno al giro di boa di metà incontro, con l’Lhc in powerplay. La difesa biancoblù è encomiabile e dimostra grande sacrificio. Con il passare dei minuti il forsennato ritmo dei locali, un po’ secondo logica, cala leggermente. Zwerger sul finire di frazione crea un pericolo chiamando in causa Stephan, lo stesso portiere è poi decisivo nel fermare una conclusione di Fora da posizione invitante.

Grande brivido dopo appena 20’’ del terzo periodo, Sekac a botta sicura fallisce il bersaglio. Dall’altra parte occasionissima per Bürgler al 44’, lo svittese solo davanti a Stephan perde il duello. Al 46’ Bertschy esulta, ma l’Ambrì chiama il coach challenge e ne ha ben ragione. L’azione è in effetti viziata da fuorigioco, gol annullato e così si resta in parità. Galvanizzato il complesso di Cereda si affaccia dalle parti di Stephan, un tiro di Fora non trova per poco la via del gol. Gli animi si scaldano, la tensione è palpabile. Dopo un alterco ben 4 protagonisti si accomodano sulla panchina dei penalizzati. Al 52’ splendida combinazione ticinese finalizzata da McMillan, l’Ambrì si riporta così in vantaggio. Il Losanna cerca di reagire, mischia furibonda davanti a Juvonen, il portiere in qualche modo ci mette una pezza. Genazzi e compagni agiscono in powerplay attorno al 55’, ma Juvonen è semplicemente mostruoso. La sua parata su Fuchs, con il guantone, è l’apice della sua arte. Nel finale Fust tenta il tutto per tutto e toglie il portiere, ma l’Ambrì non trema e può festeggiare.

Losanna - Ambrì Piotta (1-1 0-0 0-1) 1-2
Reti:
06’14’’ Pestoni (Hietanen, Heim/esp. Glauser) 0-1. 10’26’’ Jäger (Frick) 1-1. 51’08’’McMillan (Pestoni, Zwerger) 1-2.
Losanna: Stephan; Glauser, Genazzi; Marti, Gernat; Heldner, Frick; Krueger; Riat, Fuchs, Sekac; Paré, Miele, Bozon; Bertschy, Jäger, Kenins; Holdener, Baumgartner, Krakausas; Douay
Ambrì Piotta: Juvonen; Fora, Isacco Dotti; Hietanen, Fischer; Fohrler, Zaccheo Dotti; Burren; Trisconi, Kostner, Bianchi; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Pestoni, McMillan, Zwerger; Incir, Dal Pian, Bionda; Neuenschwander
Arbitri: Stolc, Borga; Progin, Stalder
Note: 7’017 spettatori. Penalità: Losanna 5 x 2’. Ambrì 6 x 2’. Tiri in porta: 36-19 (14-5, 14-8, 8-6). Losanna senza Almond, Frolik (infortunati), Maillard e Emmerton (in soprannumero). Ambrì privo di Conz, Conacher, Hächler, D’Agostini, Regin (infortunati), Ciaccio (malato), Grassi (squalificato) e Pezzullo (in soprannumero). Al 3’40’’ palo di Miele. Al 4’41 palo di McMillan. Al 30’19’’ palo di Jäger. Losanna dal 58’20’’ al 60’00" senza portiere. Premiati come migliori in pista Jäger e Juvonen.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ambrì ambrì piotta hcap janne juvonen lhc luca cereda preplayoff vaudoise arena
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved