HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10388
2
LucHC Lions
10262
3
Sparta Becherovka
9991
4
TrigoAce1
9890
5
FHM2223
9869
6
thibault_gav
9824
7
Team Belozoglu
9817
8
HC Kaski Male
9765
9
Team7
9706
10
Poitu
9630
ULTIME NOTIZIE Sport
IL DOPOPARTITA
1 ora

L’Ambrì doma i Leoni. ‘Volevamo pulizia, ci siamo riusciti’

Spacek e Chlapik regalano due punti preziosi ai biancoblù, in una sfida che si anima nel terzo tempo. Negli spogliatoi anzitempo Heim e Kneubuehler
Volley
1 ora

Il Lugano risorge dalle proprie ceneri, Sciaffusa al tappeto

Dopo un avvio a dir poco difficile, le ragazze di Apostolos Oikonomou cambiano volto alla partita vincendo tutti e tre gli ultimi set
IL DOPOPARTITA
4 ore

A Lugano era pazienza, adesso è competizione

I bianconeri si godono il successo sul Kloten e i 61 punti in classifica prima della pausa. ‘Pian pianino stiamo andiamo nella direzione in cui volevamo’
Basket
5 ore

Sam, domenica di festa condita da un successo

Anche se la sfida con il Monthey è davvero brutta. Gubitosa: ‘Viste le premesse contava solo vincere’. Un Lugano incerottato, invece, s’arrende al Nyon
CALCIO
6 ore

Un gol di Di Giusto affossa le ambizioni del Lugano

Bianconeri battuti dal Winterthur al termine di una prestazione poco brillante, ma nella quale qualche occasione per il pareggio c’è comunque stata
Hockey
6 ore

A Zurigo l’Ambrì vince la battaglia dei nervi

I biancoblù ottengono la vittoria all’overtime dopo un match poco spettacolare ma comunque giocato con buona solidità difensiva. Decide tutto Chlapik
CICLOCROSS
7 ore

Van der Poel batte Van Aert e torna campione del mondo

A Hoogerheide, l’olandese vince l’eterno duello con il rivale belga e conquista il suo quinto titolo, succedendo nell’albo d’oro al britannico Pidcock
Calcio
8 ore

Bellinzona ancora senza identità

I granata cedono alla distanza anche contro il Wil e le parti alte della classifica si fanno sempre più lontane
SCI NORDICO
10 ore

Nadine Fähndrich brilla sulle nevi di Dobbiaco

La lucernese, eliminata venerdì nella semifinale dello sprint, sabato ha colto il quarto posto nella 10 km skating
SCI NORDICO
10 ore

Trionfo di Alessandro Vanzetti in Val Bedretto

L’esponente del Simano vince il tradizionale concorso del Pizzo Rotondo, mentre fra le donne ottimo secondo posto per Natascia Leonardi
Hockey
1 gior

Grazie a Klok il Lugano decolla e atterra sopra il Kloten

Dopo lo Zugo, i bianconeri mettono sotto anche gli Aviatori e salgono al nono posto in classifica, strappandolo proprio alla formazione zurighese
Tennis
1 gior

Stan ottiene il punto decisivo: Svizzera alle finali di Davis

In svantaggio 2-1 dopo la sconfitta nel doppio, i rossocrociati ribaltano la sfida con la Germania grazie ai successi di Hüsler e Wawrinka
01.03.2022 - 21:51
Aggiornamento: 22:13

Lugano, cinque gol per ritrovare il sorriso

Una doppietta di Morini e i gol di Arcobello, Thürkauf e Fazzini rimettono i bianconeri in carreggiata, nel martedì che segna l’esordio di Abdelkader

lugano-cinque-gol-per-ritrovare-il-sorriso
Ti-Press/Gianinazzi
Morini si fionda sul disco e segna il gol dell’1-0

Dopo le due sconfitte del weekend il Lugano rialza la testa. In un martedì che segna l’esordio in bianconero dello statunitense Justin Abdelkader, schierato in terza linea con Bertaggia e Walker in un attacco che ritrova anche Herren, ma è costretto a far senza gli infortunati Herburger e Vedova, mentre in difesa si rivede Elia Riva. Contro una formazione giurassiana a cui la cura Julien Vauclair sembra avere qualche effetto, visto che dopo aver battuto lo Zurigo sabato, lunedì l’Ajoie si è arreso con il minimo degli scarti sul ghiaccio di Berna, il Lugano come nelle ultime uscite si mette subito a spingere. E 3’13’’ i ticinesi sono già in vantaggio: Morini è dimenticato dalla difesa ospite davanti a Aeberhard, e il numero 23 trova il modo di batterlo tra i gambali. Non contenti, i bianconeri continuano a premere: ben dieci tiri in otto minuti, più uno di Walker che finisce sulla traversa. L’Ajoe è all’angolo, ma gli basta uno slap di Eingemann, che sorprende Fatton dalla media distanza, per rilanciare le proprie quotazioni all’8’50’’. Da quel momento in poi, infatti, la situazione sul ghiaccio si fa più equilibrata, e nel finale di tempo Asselin e compagni si creano una grossa occasione per raddoppiare, ma Fatton riesce a chiudere su Bogdanoff.

L’avvio di secondo tempo non ha la medesima verve del primo per i padroni di casa. Anche se al terzo minuto un tocco sotto porta di Thürkauf, mentre Hauert si trova sulla panchina dei puniti, fa venire i brividi a Aeberhard. Quell’occasione è il preludio al gol bianconero: tiro dalla linea blu di Alatalo e deviazione decisiva di Morini: è il 2-1 al 25’07’’. Poi, però, poco dopo Fatton è costretto a superarsi sul tentativo di Asselin, completamente libero da marcatura in mezzo allo slot. Quell’occasione sprecata gli uomini di Vauclair finiranno per rimpiangerla a lungo: infatti al 34’49’’ Arcobello trova il modo di segnare un terzo gol (il suo sesto nelle ultime sei partite), mettendo il puck oltre la linea di porta nonostante un aggancio in extremis di Rouiller.

Se c’era ancora qualche dubbio sull’esito del confronto, questo viene fugato in avvio di periodo conclusivo. Quando una penalità inflitta ad Asselin sul finire del secondo tempo viene sfruttata dal Lugano per segnare una quarta volta: tentativo di Boedker respinto da Aeberhard, ma Thürkauf è lesto a reagire, nonostante si trovi in una posizione molto defilata. A quel punto, tutto era ormai ampiamente deciso. Con il Lugano leva un po‘ il piede dall’acceleratore, mentre Morini a undici minuti dal termine fallisce comunque una buonissima opportunità per centrare la tripletta personale. Luca Fazzini, invece, non fallisce la sua di opportunità, segnando il definitivo 5-1 al 56’20’’, dopo l’uno-due con Arcobello.

Lugano - Ajoie (1-1 2-0 2-0) 5-1
Reti: 3’13" Morini (Alatalo) 1-0. 8’50" Eigenmann 1-1. 25’07" Morini (Alatalo) 2-1. 34’39"Arcobello (penalità differita) 3-1. 41’09" Thürkauf (Boedker, Löffel/esp Asselin) 4-1. 56’20" Fazzini (Arcobello/penalità differita) 5-1.
Lugano: Fatton; Alatalo, Riva;Löffel, Müller; Chiesa, Guerra; Wolf; Fazzini, Arcobello, Morini; Boedker, Thürkauf, Josephs; Abdelkader, Walker, Bertaggia; Traber, Tschumi, Stoffel; Herren.
Ajoie: Aeberhard; Gauthier-Leduc, Pouilly; Rouiller, Hauert; Birbaum, Eigenmann;Bartholet; Huber, Devos, Schmutz; Asselin, Frossard, Schweri; Frei, Romanenghi, Wännström; Bogdanoff, Macquat, Schnegg, Joggi.
Arbitri: Hebeisen, Fluri; Obwegeser, Cattaneo.
Note: 4’596 spettatori. Penalità: 2 x 2’ contro il Lugano; 4 x 2’ contro l’Ajoie. Tiri in porta: 51-18 (19-8, 18-5, 14-5). Lugano senza Schlegel, Herburger, Vedova, Carr, Fadani (tutti infortunati) e Irving (straniero in sovrannumero); Ajoie senza Hazen (infortunato) e Fortier (straniero in sovrannumero). Al 4’45" traversa colpita da Walker. Premiati a fine partita, quali migliori in pista, Calvin Thürkauf e Daniel Eigenmann.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved