decisivo-loeffel-a-berna-il-lugano-coglie-due-punti-pesanti
Stoffel prova a contenere Andersson (Ti-Press)
+7
04.12.2021 - 22:31
Aggiornamento: 05.12.2021 - 16:37

Decisivo Loeffel, a Berna il Lugano coglie due punti pesanti

I bianconeri pareggiano il conto all’ultimo minuto a 6-4 per merito del topscorer Luca Fazzini e si impongono ai rigori grazie all’estro del difensore

Il Lugano affronta a Berna il secondo scontro diretto settimanale, con la stessa identica formazione vincente martedì contro il Ginevra. Le due squadre dimostrano di equivalersi anche sul ghiaccio, con una leggera prevalenza del Lugano a ranghi completi, ma con le migliori occasioni che arrivano con l’uomo in più con Fazzini, Guerra e Morini. Anche Schlegel ha il suo bel da fare, in particolare sulle ripartenze di Kahun e Varone, ma alla prima pausa si arriva a portieri ancora imbattuti.

I bianconeri spingono anche in entrata di secondo periodo e attorno a metà partita si portano meritatamente in vantaggio grazie alla deviazione di caviglia di Riva e ultimo tocco di Thiry. Schlegel, che poco prima del punto del vantaggio si era superato per fermare Varone, deve arrendersi al 37’ al tiro dalla media distanza di Henauer, contro l’andamento del gioco. Subito dopo però l’ex di turno è decisivo su Bader. Pertanto si arriva anche al secondo riposo in situazione di parità.

Gli orsi crescono comunque con il passare dei minuti e nel terzo periodo prendono in mano il pallino del gioco. La più grossa occasione della prima parte di tempo ce l’ha tuttavia Boedker a tu per tu con Wütrich. A metà tempo arriva, al termine di una grande combinazione, il vantaggio bernese a firma di Andersson. Il Lugano si avvicina al pareggio in particolare con il tiro di Arcobello al 55’. Poi negli ultimi due minuti McSorley tenta l’assalto in 6 contro 4 e Fazzini con un polsino dei suoi pareggia i conti.

Al supplementare grosse occasioni per Carr e Thomas due volte e Fazzini, ma nessuno riesce a segnare. Si giunge così ai rigori, fino al settimo giro dove decidono il gol di Loeffel e la parata di Schlegel su Fahrni.

Berna - Lugano (0-0, 1-1, 1-1, 0-0; 0-1) d.r. 2-3
Reti: 29’41” Riva 0-1. 36’42” Henauer (Varone) 1-1. 49’28” Andersson (Kahun, Scherwey) 2-1. 59’03” Fazzini (Loeffel, Alatalo/esp. Andersson, a 6 contro 4) 2-2. Rigori: Varone 1-0, Arcobello -; Thomas -, Fazzini 1-1; Kahun -, Carr -; Fahrni 2-1, Loeffel 2-2; Praplan -, Walker -; Fazzini -, Varone -; Loeffel 2-3, Fahrni -.
Berna: Wütrich; Untersander, Henauer; Andersson, Beat Gerber; Thiry, Colin Gerber; Hänggi; Thomas, Kahun, Scherwey; Conacher, Varone, Moser; Fahrni, Praplan, Bader; Sciaroni, Kast, Berger; Neuenschwander.
Lugano: Schlegel; Loeffel, Müller; Alatalo, Riva; Chiesa, Guerra; Traber, Bernd Wolf; Fazzini, Arcobello, Carr; Bertaggia, Thürkauf, Josephs; Morini, Herburger, Boedker; Vedova, Walker, Stoffel.
Arbitri: Stricker, Urban (A); Wolf, Stalder.
Note: 13’444 spettatori. Penalità: 5 x 2’ contro entrambe le squadre. Tiri in porta: 34-46 (7-16, 14-15, 8-14, 5-1). Berna senza Rüfenacht, Blum, Jeffrey, Pinana, Daugavins e Jeremi Gerber (infortunati); Lugano privo di Herren (infortunato), Nodari, Irving, Hudacek (soprannumero). Al 60’38” palo colpito da Carr. Al 57’44” timeout Lugano, senza portiere fino al 59’03”. Migliori in pista Wütrich e Alatalo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
berna hc lugano hockey lugano berna national league
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved