il-lugano-saluta-l-europa-alla-corner-passa-il-berlino
Giovanni Fiore e Bernd Wolf lottano per il possesso del disco (Ti-Press)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Iselis Punktebuebe
3381
2
HCB 2416
3165
3
SPARTAK JACK
3154
4
TrigoAce1
3152
5
Metallurg Bangitonov
3133
6
HC Aspi Capitals
3120
7
Chochyeta Berson
3104
8
Cam-s
3074
9
DamianOMacho
3016
10
Maxim la biere
2990
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
55 min

Il Milan perde a Porto e gli ottavi di Champions si allontanano

La squadra di Pioli superata 1-0, nello stesso gruppo il Liverpool s’impone 3-2 in casa dell’Atletico. Vittoria importante per l’Inter contro lo Sheriff.
Hockey
1 ora

Ambrì, ritorno al successo con l’Inti Pestoni show

Sotto di due reti dopo venticinque minuti, i biancoblù tornano a galla e sconfiggono il Losanna grazie a un gol di Burren e alla doppietta del topscorer
Hockey
1 ora

Hudacek, e per il Lugano è subito festa

Una doppietta dello slovacco all’esordio permette ai bianconeri di espugnare 3-1 in rimonta la pista del Rapperswil e tornare al successo dopo 3 ko
Tennis
5 ore

Laaksonen avanti ad Anversa, Golubic e Vögele out a Tenerife

Il 29enne sciaffusano ha raggiunto gli ottavi di finale superando in due set il francese Paire; sconfitte senza appello per la zurighese e l’argoviese
Ginnastica artistica
6 ore

Giulia Steingruber nello staff della Nazionale femminile

La Federazione svizzera di ginnastica ha trovato una soluzione ad interim: fino al 2022 l’allenatore capo sarà il 55enne americano Anthony Retrosi
L’evento
6 ore

Il 30-31 ottobre il weekend dello sport di Lugano

L’iniziativa che sostiene il Pse vedrà coinvolte le società cittadine di calcio, hockey, basket e volley, con previste entrate gratuite per gli abbonati
Ginnastica artistica
7 ore

Stefanie Siegenthaler in finale nel concorso multiplo

Nelle qualificazioni la 21enne russa Angelina Melnikova ha preceduto le americane Leanne Wong (55,749) e Kayla di Cello (55,700)
Calcio
7 ore

Il Chiasso esonera Baldo Raineri, il Kriens Davide Morandi

Alla luce dei deludenti risultati (6 punti nelle ultime 7 partite in Promotion) la società momò ha deciso di sollevare dall’incarico l’allenatore 59enne
podismo
8 ore

Coppa ASTi montagna, Paola Stampanoni imbattuta

Tra gli uomini vince Massera, nelle altre categorie vittorie per Stampanoni, Brusorio, Besomi e Rivera. Sabato il Gir dal diavol a Tesserete
Hockey
8 ore

Salta la prima partita per Covid: oggi niente Davos-Zugo

Almeno 3 giocatori dell’Evz contagiati dal virus dopo la partita in Champions contro i tedeschi del Monaco, fra i quali sono venuti alla luce ben 18 casi
Altri sport
8 ore

Dalle difficoltà della pandemia nasce FeSTI

Le Federazioni sportive si riuniscono sotto un solo cappello. Presidente Loris Galbusera, numero uno dell’Associazione ticinese di ginnastica
Bocce
9 ore

Il fantastico weekend di Anna Giamboni

La portacolori della Gerla di Cadempino si è aggiudicata il titolo nazionale di coppia mista con Tiziano Catarin e la gara nazionale femminile individuale
Inline hockey
9 ore

Juniores, colpaccio del Sayaluca

Folle fine settimana per l’inline hockey
Basket
9 ore

Non ci sono scusanti per chi gioca senza lottare

Sconcertante la prestazione dei Tigers contro il Nyon: sul piano tecnico, inutile avere tre lunghi se nessuno li sa servire
Hockey
13.10.2021 - 22:160
Aggiornamento : 23:23

Il Lugano saluta l’Europa: alla Cornèr passa il Berlino

L’ultima partita della fase a gironi è il capolina di Champions League dei bianconeri, battuti dai tedeschi nella sfida da non perdere

È in inizio tutto in saluta per il Lugano il sesto e ultimo impegno nella fase a gironi di Champions Hockey League. Costretti a battere il Berlino per agguantare gli ottavi di finale, i bianconeri non hanno un’entrata in materia ideale. Prova ne è che in nemmeno trenta secondi di gioco, gli uomini di McSorley per ben due volte si rifugiano in liberazione vietata. E, addirittura, al ventesimo il numero di queste ultime sarà lo stesso dei tiri verso la porta difesa da Ancicka. A peggiorare ulteriormente le cose, poi, arriva anche la rete dell’Eisbären Berlino, siglata da White con un polsino all’incrocio alla sinistra di Irving. Incolpevole il debuttante portiere canadese, ma colpevole una difesa bianconera che lascia tutto il tempo e spazio allo statunitense per piazzare il tiro. Meglio, i bianconeri lo fanno quando si ritrovano in superiorità numerica, piazzando l’assedio per un abbondante minuto davanti alla porta avversaria, aumentando la statistica dei tiri, ma senza peraltro pervenire al pareggio. Così il primo tempo se ne va con il vantaggio ospite, e con Tschumi che si ritrova in panchina a purgare un 2’ più 2’ rimediato proprio negli scampoli finali di un primo tempo tecnicamente non eccelso.

In entrata di secondo tempo, gli Eisbären fanno 0-2 sfruttando la superiorità numerica: Irving sventa una fiondata dalla media distanza di Després, ma non trattiene il puck, con Byron che è il più lesto ad avvedersene e lo manda in fondo alla rete. Il Lugano prova a reagire, e con Arcobello al 23’17" ha una grossa occasione per dimezzare lo scarto, ma Ancicka sventa la minaccia. Poco dopo è Irivng a sbarrare la strada a due riprese a Noebels, prima vincendo un ‘uno-contro-uno’ e poi su una bordata alla sua sinistra. McSorley prova a dare maggiori impulsi alla squadra, e poco prima di metà partita chiama il timeout. E qualcosa effettivamente cambia, perché al 30’48" Vedova dimezza lo scarto. A quel punto Hungerecker rileva Ancicka tra i pali. Due minuti e spiccioli più tardi Wolf con un siluro a lunga gittata infila il 2-2 che dà tutta un’altra prospettiva alla partita. Noebels, in un break con i suoi in inferiorità numerica, prova poi una terza volta a battere Irving, ma come nelle due precedenti occasioni, ad avere la meglio è il portiere bianconero. L’occasione più grossa capita però a Riva, che dopo una bella azione a tre (con Arcobello e Alatalo) spara a botta quasi sicura un disco sui gambali di Hungerecker. Il secondo tempo si chiude così con le due squadre in parità: 2-2.

La strada verso gli ottavi di finale di Champions League per il Lugano torna però a farsi nuovamente in salita quando White devia nello slot un assist di Clark dopo un errore in uscita dal proprio terzo dei bianconeri. Il Berlino prova poi a insistere nel tentativo di chiudere anticipatamente i conti. Quando Byron si fa espellere per un aggancio, è però la squadra di McSorley ad avere l’opportunità di riequilibrare il punteggio; il tempo però passa senza che il powerplay bianconero riesca a fare breccia nella difesa della compagine diretta da Serge Aubin. A poco più di 4’ dal sessantesimo, il Lugano si ritrova nuovamente in superiorità numerica: gli uomini di McSorley capiscono che quella è forse l’ultima occasione per risalire sul treno dell’Europa e moltiplicano gli sforzi, ma la roccaforte davanti a Hungerecker non cede. A 1’52" dal termine Irving fa posto a un sesto giocatore di movimento, e a quel punto Fiore chiude i conti segnando il definitivo 2-4.

Lugano - Eisbären Berlino (0-1 2-1 0-2) 2-4

Reti: 4’07" White (Boychuk, Jensen) 0-1. 21’28" Byron (Pföderl, Després/esp. Tschumi) 0-2. 30’48" Vedova (Morini) 1-2. 32’10" Wolf (Alatalo, Türkhauf) 2-2. 45’18" White (Clark) 2-3. 58’20" Fiore (Lugano senza portiere) 2-4.

Lugano: Irving; Alatalo, Riva; Chiesa, Mirco Müller; Nodari, Guerra; Wolf, Ugazzi; Fazzini, Arcobello, Boedker; Werder, Ugazzi. Thürkauf, Walker; Vedova, Morini, Stoffel; Traber, Tschumi, Haussener.

Esibären Berlino: Ancicka (30’48" Hungerecker); Ellis, Jonas Müller; Wissmann, Mik; Després, Jensen; Geibel; Pföderl, Byron, Noebels; White, Boychuk, Veilleux; Toumie, Streu, Clark; Fiore, Wiederer, Rossmy.

Arbitri: Stricker, Urban; Obwegeser, Fuchs.

Note: 2’166 spettatori. Penalità: 6 x 2’ contro il Lugano; 8 x 2’ più 1 x 10’ (Boychuk) contro l’Eisbären Berlino. Tiri in porta: 31-31 (6-9, 11-15, 14-7). Lugano senza Bertaggia, Carr, Herburger, Josephs Loeffel, Schlegel (infortunati). Timeout Lugano al 29’28”. Lugano senza portiere dal 58’08" al 58’20” e dal 58’31" fino al termine.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved