il-post-derby-fa-rima-con-sconfitta-per-il-lugano
Alla Cornèr Arena a fare festa sono i vodesi (Ti-Press)
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
11 ore

Filip Pesan nuovo tecnico del Losanna?

Il 44enne ex selezionatore della Repubblica Ceca avrebbe raggiunto un accordo valido per le prossime due stagioni con la società vodese
Hockey
12 ore

Scherwey lascia la Nazionale. ‘Lo devo al mio corpo’

Il club gli avrebbe concesso di restare, ma l’attaccante del Berna decide di tornare a casa per operarsi. ‘A un certo punto non sentivo più il piede’
Calcio
13 ore

L’apostrofo rosa tra il Botta e la Nazionale

Nel giorno del suo 31esimo compleanno Mattia Bottani festeggia la convocazione di Yakin: ‘Non ci credevo più, proverò a dimostrare che non si sbaglia’
CALCIO
14 ore

Al Grasshopper non meno di nove partenze

Le cavallette cambiano pelle in vista della prossima stagione. Al momento, cinque mancati rinnovi e quattro rientri dal prestito
tiro
14 ore

Vittoria di Oxana Baetscher ai Campionati cantonali juniores

All’84esima edizione della Giornata cantonale del giovane tiratore a 300 m, successo della pregassonese davanti a Luca Veglio e Alex Patocchi
scherma
14 ore

Ancora un titolo svizzero a squadre del Club Lugano Scherma

Ai Nazionali di spada di Neuchâtel, festeggiano le ragazze U20, battendo in finale il Ginevra di un solo punto. Quarto posto per le U17
PODISMO
14 ore

Oehen e Stampanoni trionfano al Tamaro Trail

Elhousine Elazzaoui ha invece migliorato il trentennale record della Giubiasco-Carena. Domenica in programma la Staffetta Vigor
Hockey
15 ore

Smacco Danimarca: la Slovacchia le soffia il posto all’ultimo

Tatar e compagni infliggono una severa lezione agli scandinavi. Mentre nell’altro girone anche gli Stati Uniti chiudono la prima fase con un successo
Altri sport
15 ore

‘Dopo Merckx e Cancellara, riecco il ciclismo nel Mendrisiotto’

Presentata la 5ª tappa del Tour de Suisse in agenda il 16 giugno sulle strade che hanno già vissuto epiche battaglie. ‘Favorito Marc Hirschi’
CICLISMO
15 ore

Tappa a Hirt, Hindley rosicchia 4” alla maglia rosa Carapaz

Nella giornata del Mortirolo, al Giro d’Italia si impone il ceco, davanti al giovane olandese Arensman. Domani altra frazione di montagna
CALCIO
16 ore

Pascal Besnard lascia la presidenza del Servette

Didier Fischer, patron della Fondazione 1890, diventa amministratore del club e rileva ad interim la carica dell’ex giocatore granata
02.10.2021 - 22:02
Aggiornamento : 05.10.2021 - 10:53

Il post-derby fa rima con sconfitta per il Lugano

Alla Cornèr Arena i bianconeri pagano dazio al Losanna, capace di piazzare l’accelerazione decisiva nel periodo centrale

Il derby del giorno prima ha lasciato qualche scoria nelle file del Lugano, che per la sfida contro il Losanna, pure lui orfano di Sekac e Genazzi per motivi interni alla società, si presenta in pista senza Schlegel (stiramento alla coscia destra nell’ultimo rigore al cospetto di Bürgler, cosa che lo costringe a uno stop di sei settimane) e pure Herburger (infortunio alla parte alta del corpo per lui), oltre che dei soliti Loeffel e Josephs. Ma si rivede Haussener, che McSorley schiera come tredicesimo attaccante. E di scorie, il derby del giorno prima, sembra averne lasciate anche a livello di energie, perché nei venti minuti iniziali, caratterizzati da una lunga fase di schermaglie introduttive, i bianconeri faticano a carburare. Col passare del tempo le cose migliorano, e arrivano anche le occasioni. Da annotare in particolare quelle di Carr (tiro di poco alto) e Alatalo (sventata da Stephan). Anche per Fatton c’è del lavoro da sbrogliare, specie quando viene chiamato in causa in rapida successione da Frick e Bozon, ma il portiere del Lugano riesce a opporsi efficacemente. Deve però dichiararsi battuto quando dopo un disco non trattenuto su tiro di Frick dopo un batti e ribatti finisce sulla pala del bastone di Bozon, e da lì in fondo alla rete.

Dopo la prima pausa, il Lugano si presenta sul ghiaccio con tutto un’altro atteggiamento, costruendosi in pochi minuti diverse occasioni concrete per pareggiare il conto. Ci provano in rapida successione Carr, Morini e ancora il numero 7 bianconero, ma Stephan non capitola. Il gol arriva invece sull’altro fronte, e lo firma Heldner su passaggio a ritroso di Emmerton. Nemmeno tre minuti più tardi i vodesi vanno in triplo vantaggio al termine di un veloce contropiede finalizzato da Varone. Ci pensa allora Boedker, in due tempi, a evitare che la situazione precipiti del tutto per il Lugano, che al 33’10" trova la sua prima rete, fissando lo score alla seconda pausa sull’1-3.

La missione riaggancio dei bianconeri diventa ancora più complicata al 41’11", quando Frick con un polsino porta i vodesi a quota quattro. Di tempo per recuperare il Lugano ne avrebbe ancora, ma la quarta segnatura dei vodesi lascia il segno in una squadra che a quel punto subisce la carica degli ospiti, intenzionati a forzare i tempi per mettere in cassaforte il prezioso successo. Gli uomini di McSorley provano ancora a portarsi dalle parti di Stephan, ma a quel punto quelli di Fust smettono di spingere sull’acceleratore per serrare i ranghi nelle retrovie, e per i bianconeri trovare il pertugio giusto per passare si fa sempre più difficile. A settanta secondi dal termine McSorley, dopo aver chiamato il timeout, gioca la carta del sesto uomo di movimento, per permettere ai suoi di giocare a 6 contro 4, ma la partita finisce senza altre segnature.

Lugano - Losanna (0-1 1-2 0-1) 1-4

Reti: 16’54" Bozon (Bertschy, Frick) 0-1. 29’19" Heldner (Frick, Riat) 0-2. 32’12" Varone (Riat, Gernat) 0-3. 33’10" Boedker (Carr) 1-3. 41’11" Frick (Kenins, Bertschy) 1-4.

Lugano: Fatton; Fatton; Alatalo, Riva; Nodari, Müller; Chiesa, Guerra; Wolf; Fazzini, Arcobello, Walker; Boedker, Morini, Carr; Bertaggia, Thürkauf, Stoffel; Traber, Tschumi, Vedova; Haussener.

Losanna: Stephan; Glauser, Gernat; Heldner, Frick; Barberio, Marti; Krueger; Riat, Emmerton, Varone; Bozon, Bertschy, Kenins; Jäger, Fuchs, Baumgartner; Krakauskas, Maillard, Douay.

Arbitri: Urban, Fluri; Altmann, Burgy.

Note: 5’023 spettatori. Penalità: 2 x 2’ contro entrambe e squadre. Tiri in porta: 31-29 (4-12, 16-10, 10-6). Lugano senza Loeffel, Herburger, Josephs e Schlegel (infortunati); Losanna privo di Genazzi e Sekac. Al 58’10 timeout Lugano, poi senza portiere fino al termine. Premiati quali migliori in pista Thibault Fatton e Ronalds Kenins.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
hc lugano hockey losanna lugano losanna national league

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved