HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10265
2
LucHC Lions
10118
3
Sparta Becherovka
9862
4
FHM2223
9769
5
TrigoAce1
9727
6
Team Belozoglu
9686
7
thibault_gav
9678
8
HC Kaski Male
9654
9
Team7
9603
10
Chop
9481
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
24 min

Joaquin Ardaiz in prestito al Winterthur

Il 24enne uruguaiano lascia il Lucerna dopo mezzo campionato e un solo gol
nuoto pinnato
1 ora

Nuoto pinnato, Flippers Team in evidenza a Ravenna

Al Trofeo Bizantino Hrechko si impone nei 100 e 200 m monopinna, Smishchenko nei 50 apnea e monopinna e nei 100 monopinna e Del Ponte nei 50 apnea e mono
pallanuoto
1 ora

I Lugano Sharks a Basilea per i quarti di Coppa svizzera

Venerdì all’Eglisee gli uomini di Jonathan Del Galdo vogliono dar seguito al successo sullo Sciaffusa e qualificarsi per il final four
Calcio
1 ora

Varane non vestirà più la maglia ‘Bleu’

Il difensore centrale della Francia ha deciso di lasciare la Nazionale dopo 93 presenze e un titolo mondiale
TENNIS
1 ora

Marc-Andrea Hüsler aprirà le danze in Coppa Davis

Sarà lo zurighese a disputare la prima partita della sfida tra Germania e Svizzera. Nella seconda scenderà in campo Stan Wawrinka
SCI ALPINO
1 ora

Lucas Braathen operato di appendicite, addio Mondiali

Il 22enne norvegese ben difficilmente sarà ristabilito per il gigante (17 febbraio) e lo slalom (19 febbraio) della rassegna al via lunedì a Courchevel
CALCIO
16 ore

Frei e il Basilea respirano grazie alla vittoria in Coppa

Al Letzigrund battuto il Grasshopper grazie soprattutto a una doppietta di Zeki Amdouni. Dopo le magre in Super League, i renani rialzano la testa
BASKET
16 ore

La Sam domina il Neuchâtel, i Tigers resistono un tempo al Vevey

Una vittoria e una sconfitta nel turno infrasettimanale. Decisivi due parziali: la Spinelli piazza un 32-0, il Lugano incassa un 10-29
hockey
18 ore

‘Sono sorpreso, contento e orgoglioso’

Grande onore per il linesman Eric Cattaneo, scelto per la finale di Champions: ‘Rispetto al campionato non c’è la stessa conoscenza con i giocatori’
Rugby
19 ore

Sergio Parisse lascia il rugby: è nel XV ideale di ogni tempo

L’ex capitano della nazionale italiana si ritirerà a giugno. Con lui, nel team migliore di sempre secondo ‘PlanetRugby’, anche il compagno Castrogiovanni
CALCIO
21 ore

Per la Fifa i reati sessuali diventano imprescrittibili

La federazione internazionale ha provveduto a un aggiornamento del codice etico. In precedenza, i casi andavano in prescrizione dopo 10 anni
CALCIO
22 ore

È guerra tra Alpstaeg e il Cda dell’Fc Lucerna

Il principale azionista della società ha sporto denuncia, sia penale, sia civile e ha chiesto alla Sfl di indagare prima di concedere la licenza 2023-24
pugilato
22 ore

Tiago Pugno diventa professionista

Il 30enne pugile ticinese è ora alla ricerca di risorse economiche per lanciare al meglio la seconda parte di carriera
23.05.2021 - 21:23
Aggiornamento: 22:15

Un'altra botta di Meier, e la Svizzera è già a sei punti

Dopo aver sconfitto all'esordio la Repubblica Ceca, i rossocrociati di Fischer battono anche la Danimarca grazie all'ala appenzellese dei San José Sharks

un-altra-botta-di-meier-e-la-svizzera-e-gia-a-sei-punti
Grandissimo Timo Meier: due partite, già tre gol (Keystone)

Di nuovo un tiro micidiale di Timo Meier, che colpisce il ferro prima di spegnersi in gol. Di nuovo su delizioso assist di un'altra stella Nhl, cioè Nico Hischier, che al 13'12'' regala alla Svizzera il meritatissimo vantaggio nel primo tempo del suo secondo impegno al Mondiale, contro la Danimarca di Heinz Ehlers (e dell'attaccante del Lugano Mikkel Boedker). Meritatissimo perché, esattamente come la sera prima, in occasione del trionfale esordio contro i cechi, la Nazionale di Patrick Fischer continua a convincere. E le occasioni, quelle vere, arrivano: prima Praplan, subito in avvio, poi Ambühl e due volte Meier, di cui la seconda tramutata in gol. 

Dalle parti di Berra, invece, nei primi quaranta minuti è tutto tranquillo. Tanto che i danesi riescono a crearsi una sola ghiotta chance per segnare, ma è di quelle clamorose: fortuna che gli arbitri si accorgono subito dell'ostruzione di Poulsen sul portiere del Friborgo, altrimenti quello sfortunato autogol di Vermin immediatamente dopo, su tiro dalla distanza di Larsen sarebbe valso agli scandinavi il punto del pareggio. Invece, giustamente, a quel punto il gioco era ormai fermo, e così i rossocrociati possono difendere quel gol di vantaggio. Facendo poi la partita anche in un secondo tempo comunque meno emozionante, e non solo sul piano delle occasioni, in cui sono nuovamente gli elvetici a fare di più.

E la musica non cambia anche nell'ultima frazione. Con il portiere Dahm che al 45' dapprima riesce in qualche modo a salvare sulla linea di porta un tentativo di Ambühl, e poi al 49' si oppone due volte, con grande riflesso, a due conclusioni ravvicinate del solito Meier. Insomma, sempre e soltanto Svizzera. Con Berra che nei primi cinquanta minuti di gioco è chiamato a dover compiere tre sole parate. Dahm, invece, è costretto più volte a doversi superare, e a sei minuti dal termine riesce a chiudere la porta in faccia anche a Kurashev, centro passato da Lugano e che nel frattempo ha saputo ritagliarsi spazio a Chicago la cui finta nell'occasione non ha fortuna. Alla fine, però, quel gol di Timo Meier in avvio basterà, per mettere in cassaforte i secondi tre punti nel weekend inaugurale a Riga. Dove, archiviate le prime due partite, i rossocrociati torneranno in pista martedì per il loro terzo impegno, ancora alle 19.15 in Svizzera, per affrontare una Svezia che ha iniziato davvero malissimo il suo Mondiale, dopo le sconfitte di misura contro Danimarca, sabato, e Bielorussia.

Simion: 'Contenti di ciò che abbiamo fatto in queste prime due partite'

«Sapevamo che non sarebbe stato facile, del resto ne avevamo parlato già prima della partita, e sapevamo che avremmo dovuto avere pazienza perché la Danimarca è un'ottima squadra – spiega il ticinese dello Zugo Dario Simion, a caldo, ai microfoni dei colleghi di Rsi – e siamo riusciti a vincere giocando bene difensivamente, ciò che è alla base del nostro gioco. Siamo contenti di quanto abbiamo fatto in queste prime due partite, in cui siamo riusciti a mantenere un buon ritmo per tutti i sessanta minuti. Vale anche per la mia linea, che ha lavorato bene sul piano difensivo, e dopo aver fatto bene in powerplay contro i cechi, ora dobbiamo essere offensivamente più pericolosi anche a cinque contro cinque, in un contesto in cui il livello è molto alto e tutto va veloce».

Danimarca - Svizzera (0-1 0-0 0-0) 0-1

Rete: 13'12'' Meier (Hischier, Müller) 0-1

Danimarca: Dahm; Lassen, Lauridsen; Larsen, Jesper Jensen Aabo; Kristensen, Lauridsen; Krogsgaard; Nicklas Jensen, Jakobsen, Bödker; Hardt, Jesper Jensen, Andersen; Meyer, True, Bau; Olesen, Madsen, Poulsen; From

Svizzera: Berra; Müller, Siegenthaler; Untersander, Moser; Diaz, Geisser; Heldner, Alatalo; Scherwey, Bertschy, Praplan; Meier, Hischier, Andrighetto; Simion, Corvi, Hofmann; Vermin, Kurashev, Ambühl

Arbitri: Sir (Cec), Stano (Slc); Ondracek (Cec), Synek (Slc)

Note: partita a porte chiuse. Penalità: Danimarca 1 x 2'; Svizzera 2 x 2'. Tiri: 4(!)-30 (2-10, 1-9, 1-11). Svizzera senza Genoni, Loeffel, Herzog (a riposo), Frick, Mottet e Rod (non ancora annunciati). Danimarca senza portiere, per fare spazio a un sesto giocatore di movimento, dal 58'39'' e fino al termine.

Risultati e classifiche

Girone A: Gran Bretagna - Slovacchia 1-2, Svezia - Bielorussia 0-1, Danimarca - Svizzera 0-1. Classifica: 1. Russia, Svizzera e Slovacchia 2/6. 4. Danimarca e Bielorussia 2/3. 6. Svezia, Repubblica Ceca e Gran Bretagna 2/0.

Girone B: Norvegia - Italia 4-1, Kazakistan - Finlandia d.r. 2-1, Canada - Stati Uniti 1-5. Classifica: 1. Germania 2/6. 2. Finlandia, Kazakistan e Lettonia 2/4. 5. Stati Uniti e Norvegia 2/3. 7. Canada e Italia 2/0.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved