HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
9985
2
LucHC Lions
9922
3
Sparta Becherovka
9622
4
thibault_gav
9531
5
FHM2223
9504
6
TrigoAce1
9466
7
Team Belozoglu
9431
8
Team7
9385
9
HC Kaski Male
9365
10
Poitu
9248
ULTIME NOTIZIE Sport
IL DOPOPARTITA
9 ore

Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’

Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’.
HOCKEY
10 ore

Il powerplay del Rapperswil è micidiale, Lugano battuto

La trasferta sangallese ha interrotto la striscia positiva dei bianconeri, sconfitti per 5-2 dagli uomini allenati da Stefan Hedlund
VOLLEY
11 ore

Sconfitto in campionato, il Lugano si rifà in Coppa

Le bianconere cedono strada all’Aesch Pfeffingen, prima di conquistare il biglietto per le semifinali nell’inedito derby con le ragazze di Bellinzona
BASKET
14 ore

La Coppa della Lega è della Spinelli Massagno

A Montreux si è imposta 73-69 contro il Vevey, grazie a una grande prova di Marko Mladjan, Williams e Galloway. Infortunio per Sefolosha
IL DOPOPARTITA
15 ore

L’Ambrì oltre i tre punti. ‘Abbiamo ritrovato la costanza’

I biancoblù rientrano da Langnau con tre punti d’oro sulla strada verso i preplayoff. ‘Ma restano altre 11 battaglie. Rüfenacht? Fisicamente è messo bene’
Calcio
16 ore

Acb, anno nuovo e problemi vecchi

Prestazione davvero deludente dei granata, sconfitti senza appello in casa dall’Yverdon (0-2)
Tennis
16 ore

Doppio colpo per Novak Djokovic

Il serbo a Melbourne fa suo il primo Slam dell’anno e riconquista la vetta dell’Atp. Fra le donne vince la bielorussa Sabalenka
Bob
17 ore

Bronzo mondiale per Vogt e Michel

A Sankt Moritz, nel bob a due, arriva la prima medaglia iridata per la Svizzera dal 2016
SCI ALPINO
19 ore

Mikaela Shiffrin si ferma a sei centesimi dal record di Stenmark

Nella Repubblica Ceca la statunitense chiude lo slalom alle spalle della tedesca Lena Dürr. Migliore elvetica, Michelle Gisin con il nono posto
Tennis
20 ore

Ventiduesimo Slam per l’insaziabile Djokovic

A Melbourne il serbo piega il greco Stefanos Tsitsipas in soli 3 set: 6-3, 7-6 (7/4), 7-6 (7/5)
Hockey
20 ore

Una giornata a Bristedt per la testata a Kovar

Lo svedese sanzionato dal giudice unico per l’intervento scorretto ai danni del ceco, sabato in Davos-Zugo. Punito anche Tanner per un fallo su Romanenghi
Sci
21 ore

Per Marco Odermatt, a Cortina è... ancora domenica

Il nidvaldese completa un weekend da favola: dopo il trionfo della vigilia, il 25enne concede il bis nel secondo superG
Hockey
1 gior

Tre punti d’oro per un affarone: l’Ambrì espugna Langnau

I biancoblù colgono un importantissimo successo nell’Emmental e fanno 4 su 4 contro i Tigrotti in stagione. Decisivo l’apporto della prima linea
17.04.2021 - 22:51
Aggiornamento: 18.04.2021 - 11:51

Il Rapperswil espugna la Cornèr Arena e va avanti nella serie

Finisce all'overtime gara 4 dei quarti di finale tra bianconeri e sangallesi. E il secondo punto se lo aggiudica la squadra di Tomlinson

il-rapperswil-espugna-la-corner-arena-e-va-avanti-nella-serie
Un duello tra Egli e Lammer (Ti-Press)
+5

La reazione alla scialba prestazione di gara 2 c'è. Perche il terzo atto della serie di quarti di finale contro il Rapperswil il Lugano lo inizia subito su alti rimi. I primi venti minuti non sono spettacolari, ma propongono comunque un hockey di buona fattura. Con gli uomini di Pelletier che fanno un po' di più rispetto a quelli di Tomlinson. Ma non abbastanza per chiudere la frazione in avanti nel punteggio: alla prima sirena infatti il punteggio è di 1-1. E ad aprire le danze sono proprio gli ospiti, che dopo una buona occasione con Moses (col Schlegel che dopo aver solo smorzato il disco, lo recupera sulla riga di porta), vanno a bersaglio con un tiro di Loosli da posizione defilata che s'infila tra il palo e il casco del portiere bianconero. Ma la reazione dei bianconeri non tarda a produrre i suoi frutti, con l'immediato pareggio di Morini, lesto a fiondarsi su un rebound concesso da Nyffeler sul tiro di Fazzini, gol che arriva in situazione di superiorità numerica.

 E una rete per parte la regalano anche i secondi venti minuti. Che si aprono con il Lugano che una volta recuperato il quinto uomo di movimento (espulso Lammer nel finale del primo tempo), si istalla per diversi minuti nel settore offensivo di un Rapperswil incapace di superare mea pista. Ma la pressione del Lugano è sterile, anche perché davanti alla porta c'è un Nyffeler che abbassa la saracinesca, come quando para una conclusione quasi a botta sicura di Sannitz su un dai e vai inscenato con Walker. Poco dopo metà partita però il Rapperswil torna avanti nel punteggio: Lajunen in uscita dal settore difensivo scivola, e sul disco perso dal finlandese si fionda Wick che con una staffilata non dà scampo a Schlegel. Dopodiché sono entrambi i portieri a esaltarsi: prima quello del Rapperswil con una parata spettacolare su una cannonata di Loeffel dalla blu, e poi quello bianconero che sventa una sorta di rigore in movimento di Lehmann. Proprio in chiusura di periodo arriva però il pareggio bianconero, siglato da Lammer, che dopo una splendida verticalizzazione di Fazzini va a trafiggere il portiere avversario fra i gambali.

Con il risultato ancora in equilibrio, il terzo tempo si fa spigoloso. In poco più di cinque minuti entrambe le squadre si beccano due penalità minori (più 10' per carica alle assi sul conto di Jelovac). A risentirne è la manovra di entrambe le squadre, con trame spesso spezzate da qualche bastone vagante: il gioco non è più così fluido come nei primi due periodi, e le occasioni calano sensibilmente. Chi deve sbrogliare la matassa più grande è Nyffeler, che, comunque, riesce sempre a trovare il modo di cavarsi d'impaccio. Al 57' è però Schegel a metterci una pezza, su deviazione da distanza ravvicinata di Clark, favorita da un errore di Chiesa. È l'ultimo grosso sussulto dei tempi regolamentari. Per decretare un vincitore di gara 3 si rendono così necessari i supplementari. E qui a risolvere il match, al 77'21", è Forrer che regala così al Rapperswil il secondo punto nella serie.

‘Cinquanta tiri non son bastati: dovremo trovare il modo di segnare di più’

Il volto di Serge Pelletier a fine partita non nasconde la sua delusione. «Stasera abbiamo giocato abbastanza bene, quanto sarebbe potuto bastare per vincere. Ma non è andata così, nonostante i circa cinquanta tiri scagliati verso la porta avversaria – analizza a caldo il tecnico bianconero –. Per le prossime partite dovremo trovare il modo di andare in gol un po' più di due volte, come capitato stasera»  

Lugano - Rapperswil d.s. (1-1 1-1 0-0 0-1) 2-3

Reti: 14'05" Loosli (Vukovic, Vick) 0-1. 16'03" Morini (Fazzini, Loeffel/esp. Egli) 1-1. 30'51" Wick 1-2. 39'26" Lammer (Fazzini, Riva) 2-2. 77'21" Forrer (Rehak, Ness) 2-3.

Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Riva; Walker, Lajunen, Suri; Bürgler, Arcobello, Boedker; Fazzini, Herburger, Lammer; Morini, Sannitz, Bertaggia.

Rapperswil: Nyffeler; Vukovic, Jelovac; Egli, Profico; Maier, Sataric; Dufner; Lehmann, Rowe, Eggenberger; Clark, Wick, Schweri; Wetter, Schweri, Moses; Rehak, Ness, Forrer; Randegger.

Arbitri: Piechaczek, Fluri; Obwegeser, Fuchs.

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 6 x 2’ contro il Lugano; 6 x 2’ più 1 x 10' contro il Rapperswil. Tiri in porta: 48-29 (17-10, 17-9, 10-3, 4-7). Lugano senza Traber (infortunato), Antonietti, Brennan, Fadani, Josephs, Haussener Romanenghi e Vedova (soprannumero); Rapperswil privo di Cervenka, Dünner, Lhotak, Payr (inforutnati), Rüegger e Scheidegger (soprannumero). Premiati quali migliori in pista Luca Fazzini e Melvin Nyffeler.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved