per-il-lugano-non-e-serata-per-il-rapperswil-invece-si
Suri, Eggenberger, Schlegel e un disco che danza sulla linea (Keystone)
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Tokyo 2020
17 ore

Nina Christen regala la prima medaglia alla Svizzera

La 27enne ha ottenuto il terzo posto nella carabina ad aria 10m femminile. L'oro è andato alla cinese Qian Yang
MOUNTAIN BIKE
1 gior

Filippo Colombo, tutti i tasselli al posto giusto

‘Il percorso è stupendo e mi ci trovo molto bene, al caldo e all'umidità mi sono abituato, dormiamo in letti veri e l'ambiente è ideale’. In gara lunedì dalle 8.00
Calcio
1 gior

Incidente in auto, muore la mamma di Billy Costacurta

La donna ha perso il controllo della sua vettura finendo contro un muro a Cavaria Con Premezzo in provincia di Varese
Tokyo 2020
1 gior

Spuntano altri due casi: niente corsa in linea per Geschke

Il tedesco della Cofidis fermato dal Covid alla vigilia della gara più attesa. Positivo anche un massaggiatore iberico, ma tutti gli spagnoli saranno al via
Tokyo 2020
1 gior

Il Sudafrica chiede un trattamento rispettoso

Secondo il tecnico Notoane, ‘quando la gente ci incontra fugge a causa della presenza in squadra di tre casi di Covid-19‘
Calcio
1 gior

‘Vedo bene Braga e la squadra, ma iniziamo a salvarci’

Ancora scosso dalle vicissitudini societarie, domenica il Lugano di Angelo Renzetti ospita lo Zurigo nel primo match della nuova stagione di Super League
Tokyo 2020
1 gior

Il presidente dell'Ama: 'Sul doping, che gli Usa collaborino'

Il polacco Witold Banka parla di 'doping accademico' e invita Nfl, Nba, Nhl e Mlb a fare di più. 'Lavoriamo insieme e focalizziamoci su questa battaglia'
GALLERY
Tokyo 2020
1 gior

‘Dichiaro aperti i Giochi’. Gli occhi del mondo su Tokyo

La tennista Naomi Osaka accende il braciere con il fuoco di Olimpia, dando avvio alla trentaduesima olimpiade. Per sedici giorni di spettacolo, nonostante il Covid
CALCIO
1 gior

Benzema positivo al Covid-19

Lo ha annunciato il Real Madrid, senza precisare lo stato di salute dell'attaccante francese
Tokyo 2020
1 gior

L'ultimo colpo di Heidi Diethelm-Gerber

Bronzo nella pistola a Rio, la turgoviese (52 anni) chiuderà la carriera a Tokyo: ‘Gli ultimi 12 mesi sono stati mentalmente difficili’
Tokyo 2020
1 gior

Gmelin e Röösli - Delarze avanti con brio

Nel singolo la zurighese ha ottenuto l'accesso ai quarti di finale, mentre il due di coppia ha centrato la qualificazione alle semifinali
Tokyo 2020
1 gior

Betschart e Hüberli già certe della fase a eliminazione diretta

La coppia elvetica approfitta del ritiro delle ceche Hermannova e Slukova per la positività di quest'ultima
Hockey
15.04.2021 - 22:160
Aggiornamento : 23:28

Per il Lugano non è serata. Per il Rapperswil, invece, sì

Bianconeri costretti alla resa nel secondo atto del quarto con i sangallesi. I quali tirano poco, ma quei tiri li sfruttano: sabato si ricomincia dall'1-1

Uno a uno, disco al centro. Tutto da rifare, insomma, per un Lugano che dopo il successo di martedì scende in pista in gara 2 del quarto col Rapperswil nella medesima formazione, in cui è però Dario Bürgler a vestire i panni del topscorer siccome nei playoff il contatore dei punti si rimette a zero, al posto di un Arcobello senz'altro non più abituato a portare la maglia numero 36. Il Rapperswil, dal canto suo, in panchina ritrova Jeff Tomlinson dopo il malessere accusato prima di gara 1, non invece il suo regista Roman Cervenka, infortunato, e così gli stranieri a sua disposizione sono soltanto tre.

Ciò non impedisce però ai sangallesi di andare in vantaggio per primi, al primo tentativo della partita, originato proprio da un errore di Arcobello: Clark trafigge Schlegel all'1'15'', con l'involontaria complicità di Bürgler, che sporca il disco irrimediabilmente. Il Lugano ovviamente non ci sta e prova subito a reagire, con Herburger che si rende subito autore di un doppio tentativo. Le occasioni migliori per i ticinesi, che sul ghiaccio sono i più intraprendenti, sono però per Boedker (il cui tiro finisce sull'esterno del palo) e, soprattutto, per Bertaggia, che nel bel mezzo di una penalità inflitta a Wellinger per sgambetto (al 7'47'') si presenta tutto solo davanti a Nyffeler, ma il portiere ha la meglio. Al contrario, dopo aver sfruttato un disco vagante in difesa, il sangallese Marco Lehmann riesce a vincere il duello con Schlegel, dopo essere passato in mezzo a Nodari e Wellinger con un po' troppa tranquillità: è il 2-0 all'11'46''.

Ed è con la stessa tranquillità che al 28'59'', poco dopo la fine di una penalità sul conto dello stesso Rowe, per sgambetto, il Rapperswil porta addirittura a tre le reti di vantaggio, con il capitano statunitense dei sangallesi che porta il disco tranquillamente nel terzo bianconero, e dopo aver aggirato indisturbato la gabbia serve al liberissimo Egli il puck del 3-0. Anche grazie al clamoroso palo di Fazzini nell'epilogo del tempo di mezzo, quelle tre reti di margine la squadra di Tomlinson riesce a portarle fino alla seconda pausa. Nonostante nei primi quaranta minuti i suoi giocatori abbiano concluso appena dieci volte (!) nello specchio della porta di Schlegel.

Nel terzo tempo il Lugano prova a inventarsi qualcosa, ma il Rapperswil si difende con grinta e soprattutto ordine. Mentre i ticinesi non riescono a pungere. Anzi, in un'emblematica azione di rimessa, i padroni di casa, al suo quindicesimo tiro in porta, trova il 4-0 al 52'07'', con Egli che pesca il liberissimo Clark davanti a Schlegel. Poi, dopo un altro gol (giustamente) annullato a Moses, per ostruzione sul portiere, a chiudere la serata è il 4-1 del Lugano, firmato da Arcobello al 54'31''. 

Rapperswil - Lugano (2-0 1-0 1-1) 4-1

Reti: 1'15'' Clark (Wick, Schweri/autorete Bürgler) 1-0. 11'46'' Lehmann 2-0. 28'59'' Egli (Rowe, Ness) 3-0. 52'07'' Clark (Egli, Wick) 4-0. 54'31'' Arcobello (Bertaggia, Loeffel) 4-1. 

Rapperswil: Nyffeler; Vukovic, Jelovac; Sataric, Maier; Egli, Profico; Randegger, Dufner; Lehmann, Rowe, Eggenberger; Clark, Wick, Schweri; Moses, Wetter, Loosli; Rehak, Ness, Forrer

Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Chiesa, Loeffel; Nodari, Wolf; Riva; Walker, Lajunen, Suri; Bürgler, Arcobello, Boedker; Fazzini, Herburger, Lammer; Bertaggia, Sannitz, Zangger; Morini.

Arbitri: Salonen (Fin), Urban (A); Progin, Steenstra (Can). 

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 5 x 2’ + 2 x 10' (Clark e Rehak) contro il Rapperswil; 5 x 2' + 1 x 10' (Bertaggia) contro il Lugano. Tiri in porta 17-42 (6-18, 4-11, 7-13). Rapperswil senza Cervenka, Payr, Dünner, Lhotak (infortunati), Rüegger, Scheidegger e Taubel (in soprannumero); Lugano privo di Haussener, Brennan, Josephs, Antonietti, Romanenghi, Fadani, Vedova (tutti in soprannumero) e Traber (infortunato). Al 37'12'' palo colpito da Fazzini. Al 53'07'' rete annullata a Moses (fallo sul portiere). Premiati quali migliori in pista Nyffeler e Fazzini.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved