il-lugano-scorda-il-bienne-e-si-rifa-sul-berna
Il rigore di Fazzini frutta il 2-0 ai bianconeri (Ti-Press)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHCB
1523
2
Iselis Punktebuebe
1511
3
HC Contone
1490
4
Microsoft Excel
1446
5
The Fragno team
1440
6
DuMolesonOnYVoitMaMaison
1439
7
Robin.B
1431
8
TrigoAce1
1425
9
Chelsea HC
1388
10
Stephane_Combe
1388
ULTIME NOTIZIE Sport
il personaggio
3 ore

Le cattive amicizie del patriota Djokovic

Il tennista serbo fotografato a tavola con il criminale di guerra Jolovic, non la prima gaffe di uno sportivo attratto dal potere e dalla politica
Tennis
9 ore

Bencic e Teichmann, Ostrava è il capolinea

Niente derby svizzero in semifinale nel Wta 500 ceco: la sangallese e la biennese rispedite a casa in due set da Anett Kontaveit e Petra Kvitova
Hockey
10 ore

Lugano, stavolta nulla da fare all’Hallenstadion

Forte di ben tre stranieri in più lo Zurigo esce alla distanza e vince per 5 reti 2. Per i ticinesi inutile il gol di apertura firmato Morini.
Formula 1
11 ore

Circus in Russia, e dopo le polemiche la parola all’asfalto

Domenica riprende la battaglia per il primato tra Hamilton e Verstappen. Intanto però Mercedes già davanti, in un venerdì segnato dal crash di Giovinazzi
Basket
14 ore

C’è la conferma: Juwann James è della Sam

Il centro statunitense di 34 anni nella stagione 2018/2019 aveva vestito la maglia dei Lugano Tigers, dopo diverse stagioni tra Ginevra e Neuchâtel
Hockey
16 ore

La Russia si affida nuovamente a Znarok

Prima avversaria della Svizzera ai prossimi giochi di Pechino, la Sbornaja sarà guidata per un anno dal 58enne lettone, già in panchina dal 2014 al 2018
Ciclismo
18 ore

Izaguirre nel 2022 passerà dall’Astana alla Cofidis

A fine stagione il 32enne basco capace di conquistare tappe in ognuno dei tre grandi giri (Francia, Italia e Spagna) si accaserà alla squadra francese
Curling
19 ore

Peter De Cruz e il suo CC Ginevra andranno a Pechino

Lo skip ginevrino e i suoi compagni si sono imposti con un netto 4-0 sul Berna Zähringer nella serie di spareggio per un posto al prossimo torneo olimpico
CALCIO
19 ore

Contro il Breitenrain, il Bellinzona bussa al primo posto

Sfida al vertice domani pomeriggio nel canton Berna. Dal canto suo, il Chiasso sarà in trasferta a Carouge contro l’Etoile
Hockey
05.03.2021 - 21:570

Il Lugano scorda il Bienne e si rifà sul Berna

Alla Cornèr Arena torna il sorriso assieme ai tre punti: Lajunen, Fazzini, Boedker e Walker s'inventano i quattro gol che affossano gli Orsi

Il ritorno dei tre punti. E dei sorrisi. Per un Lugano che, comprensibilmente, dopo il manrovescio di martedì, scende in pista con un lineup quasi interamente rinnovato. In cui, vista pure l'assenza all'ultimo momento di Romanenghi, vittima di un piccolo problema a una caviglia, Julian Walker è costretto a un brusco ritorno alle origini, in qualità di centro in una quarta linea completata da Zangger e Haussener. 

Tutti quei cambiamenti sembrano avere subito un impatto, con il Lugano che prova subito ad aggredire gli Orsi. E al quarto tiro in porta arriva il gol d'apertura, al 3'49'', con Lajunen che è il più lesto a fiondarsi sulla respinta d'instinto di Tomi Karhunen dopo una deviazione di Fazzini su tiro di Suri. I bianconeri, però, non si fermano e continuano a pattinare in un primo tempo animato e anche piacevole da seguire, e il meritato raddoppio arriva al 14'30'': Heim e Pestoni pasticciano, Walker è il più lesto dei due e scatta in break tutto solo, con l'ala ticinese che all'ultimo si vede costretta ad arpionarlo a due passi da Karhunen: l'arbitro austriaco Miroslav Stolc non ha dubbi, è rigore, che Luca Fazzini s'incarica di trasformare con autorità. Ma non è tutto: quando sta per calare il sipario sul primo atto, Boedker scippa un disco a centropista a Praplan e dopo essersi presentato nel terzo del Berna lascia partire un missile che s'infila nell'angolo alto: è il 3-0 al 19'43''.

Nel secondo tempo, però, la musica è un po' diversa. Col Berna che decide di cambiar marcia, e il Lugano non ha più lo stesso impatto sulla partita. Anche se gli ospiti premono, però, i bianconeri non si fanno schiacciare. Pur se al 34'29'', in inferiorità numerica, devono incassare il primo gol degli Orsi, con una sventola al volo di Conacher che non lascia alcuno scampo a Schlegel. I due gol di margine in avvio di terzo tempo sono comunque un vantaggio confortante per gli uomini di Pelletier, che al secondo minuto sfiorano il 4-1 prima con Arcobello (big save di Karhunen) e poi Lammer. E il quarto gol bianconero alla fine arriva, al 55'16'': disco recuperato da Suri prima che uscisse dal terzo, e poi gran botta al volo di Walker dalla distanza.  

Lugano - Berna (3-0 0-1 1-0) 4-1

Reti: 3'49'' Lajunen (Fazzini, Suri) 1-0. 14'30'' Fazzini (rigore) 2-0. 19'43'' Boedker 3-0. 34'29'' Conacher (Andersson/esp. Zangger) 3-1. 55'16'' Walker (Suri) 4-1

Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Antonietti; Fazzini, Lajunen, Suri; Bürgler, Arcobello, Boedker; Lammer, Sannitz, Bertaggia; Zangger, Walker, Haussener; Traber.

Berna: Karhunen; Untersander, Zryd; Andersson, Beat Gerber; Thiry, Colin Gerber; Burren; Henauer, Burren; Conacher, Jeffrey, Olofsson; Scherwey, Heim, Pestoni; Sopa, Praplan, Moser; Berger, Bader, Jeremi Gerber.

Arbitri: Stricker, Stolc (A); Altmann, Wolf.

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 5 x 2' contro il Lugano; 4 x 2' contro il Berna. Tiri: 27-24 (14-6, 8-13, 6-5). Lugano privo di Herburger, Morini, Fadani, Riva (tutti infortunati) e Romanenghi (acciaccato); Berna senza Blum, Rüfenacht, Sciaroni (infortunati), Neuenschwander e Sterchi (in soprannumero). Premiati a fine partita, quali migliori in pista, Mikkel Boedker e Cory Conacher.

 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved