Ti-Press
Hockey
13.01.2019 - 18:080

L'affare lo fa il Friborgo

Per l'Ambrì di Luca Cereda il weekend è senza punti: si tratta della prima sconfitta alla Valascia dei biancoblù da quasi due mesi

È un weekend senza punti, per l'Ambrì di Luca Cereda. Che, dopo la sconfitta di sabato a Bienne, si deve arrendere anche al Friborgo. E per i biancoblù si tratta della prima sconfitta casalinga da metà novembre – quando si dovettero arrendere allo Zurigo –, arrivata al termine di una sfida importante in ottica playoff, contro un avversario che però, a sorpresa, nonostante l'importanza della posta in palio, decide di schierare tra i pali la riserva Ludovic Waeber, al posto di Reto Berra («scelta tecnica», dicono dallo staff di Mark French). Mentre l'Ambrì, com'era ampiamente prevedibile, è costretto a giocare con tre stranieri davanti e uno dietro, vista l'assenza dell'infortunato Lerg (per il momento, non ci sono dettagli sull'entità del problema alla mano accusato dall'americano la sera prima a Bienne).

Alla fine, gli uomini di Mark French fanno valere soprattutto la loro efficienza nella gestione dei dischi, oltre che la maggior efficacia sotto porta. E, dopo un primo tempo conclusosi sull'1-1 (prima Miller all'1'46'', poi Guerra un minuto dopo in powerplay), e un secondo contraddistinto da un solo gol (del francese Bertrand, al 27'), gli ospiti fanno la differenza segnando due volte nella prima metà del periodo conclusivo. Con il 4-1 di Rossi, al 49'04'', che ha poi chiuso definitivamente i conti, prima del gol della speranza di Bianchi (4-2 al 52'27'') e del definitivo 5-2 di Marchon a porta vuota al 57'20''.

Tags
ambrì
friborgo
sconfitta
© Regiopress, All rights reserved