Ti-Press
Hockey
30.08.2018 - 18:370
Aggiornamento 21:53

Lombardi conferma: 'A ottobre il via ai lavori'

I compiti amministrativi verranno conclusi ancora in settembre; l'inaugurazione della nuova Valascia è prevista nell'estate del 2021. Bianchi nuovo capitano.

"Nel mese di settembre contiamo di chiudere i lavori amministrativi e contrattuali". L'aveva detto in occasione della presentazione ufficiale dell'Ambrì Piotta al pubblico, e l'ha poc'anzi ripetuto in occasione della presentazione della squadra alla stampa. Filippo Lombardi l'ha appena ribadito: i tempi per dare avvio alla realizzazione del nuovo stadio ("atteso da qualcosa come quasi quarant'anni, da quando cioè venne realizzata la copertura della Valascia, effettuata a titolo temporaneo in... attesa di trovare una nuova soluzione") sono ormai maturi. "Una volta chiusi questi lavori, aggiorneremo in modo più dettagliato sulla tempistica dei lavori. "Che, anche questo tengo a ribadire, è nostra intenzione avviare nel corso di ottobre".

Il progetto nel dettaglio
In attesa di conoscere ulteriori dettagli sulla tempistica del progetto, durante la presentazione sono state presentate nel dettaglio le cifre di questo progetto.
Il costo complessivo dell'investimento è di 50 milioni di franchi. Così composti: 42,5 milioni per la costruzione effettiva (inclusi impiantistica, onorari e parte principale dei contenuti), 2,5 milioni quale supplemento (sussidiato) per posti protetti della Protezione civile, 3,5 milioni per terreno, progetto architettonico, lavori preparatori, licenze e consulenze, 1,5 milioni per la dismissione della vecchia Valascia. Altri 3 milioni sono invece quelli destinati al rifinanziamento dei debiti della vecchia Valascia.

"Non è un lusso. E nemmeno di una cattedrale nel deserto. Questo è un progetto dimensionato alle nostre esigenze, niente sfarzi. Abbiamo cercato di trovare la soluzione più consona alle nostre dimensioni, contenendo al massimo i costi".

Il finanziamento
Il finanziamento dell'intero progetto è così composto: 16,5 milioni (pari al 31 per cento) con capitali propri – 4,4 di amento di capitale azionario, incluso l'apporto del Comune di Quinto, 2 milioni di apporto da partner privati nell'investimento, 6,6 di indennizzo di delocalizzazione, 3,5 milioni rappresentati dall'offerta del progetto architettonico, altre donazioni e contributi privati e fondazioni) –, 12,5 milioni di mezzi pubblici – 23,6 per cento, derivanti da sussidio politica regionale (3 milioni), contributo fondo Sport Toto (3 milioni), contributo di delocalizzazione (3 milioni), contributo per la costruzione di locali protetti della Protezione civile (2,5 milioni), sussidio Cisin 4 (1 milione) –, 3 milioni di prestito senza interesse, 21 milioni (39,6 per cento) di finanziamenti esterni onerosi – 2 milioni di credito ipotecario banca Wir, 17 milioni di credito dal pool di banche (Ubs, Credit Suisse, BancaStato, Raiffeisen e una quinta banca), un milione sotto forma di leasing e un milione di pestiti da enti locali.
La volumetria complessiva dello stadio sarà di 117 mila metri quadrati, e avrà una capacità di 3000 posti a sedere e 4000 seduti.

Bianchi il nuovo capitano
In coda alla presentazione, il direttore sportivo Paolo Duca ha svelato il nome del nuovo campitano dei biancoblù: a ereditare la prestigiosa 'C' da Michael Fora sarà Elias Bianchi.

Tags
progetto
lavori
presentazione
valascia
bianchi
contributo
ottobre
lombardi
milioni contributo
milione
© Regiopress, All rights reserved