imola-e-verstappen-pioggia-e-spettacolo
+1
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Tokyo 2020
16 ore

Nina Christen regala la prima medaglia alla Svizzera

La 27enne ha ottenuto il terzo posto nella carabina ad aria 10m femminile. L'oro è andato alla cinese Qian Yang
MOUNTAIN BIKE
23 ore

Filippo Colombo, tutti i tasselli al posto giusto

‘Il percorso è stupendo e mi ci trovo molto bene, al caldo e all'umidità mi sono abituato, dormiamo in letti veri e l'ambiente è ideale’. In gara lunedì dalle 8.00
Calcio
1 gior

Incidente in auto, muore la mamma di Billy Costacurta

La donna ha perso il controllo della sua vettura finendo contro un muro a Cavaria Con Premezzo in provincia di Varese
Tokyo 2020
1 gior

Spuntano altri due casi: niente corsa in linea per Geschke

Il tedesco della Cofidis fermato dal Covid alla vigilia della gara più attesa. Positivo anche un massaggiatore iberico, ma tutti gli spagnoli saranno al via
Tokyo 2020
1 gior

Il Sudafrica chiede un trattamento rispettoso

Secondo il tecnico Notoane, ‘quando la gente ci incontra fugge a causa della presenza in squadra di tre casi di Covid-19‘
Calcio
1 gior

‘Vedo bene Braga e la squadra, ma iniziamo a salvarci’

Ancora scosso dalle vicissitudini societarie, domenica il Lugano di Angelo Renzetti ospita lo Zurigo nel primo match della nuova stagione di Super League
Tokyo 2020
1 gior

Il presidente dell'Ama: 'Sul doping, che gli Usa collaborino'

Il polacco Witold Banka parla di 'doping accademico' e invita Nfl, Nba, Nhl e Mlb a fare di più. 'Lavoriamo insieme e focalizziamoci su questa battaglia'
GALLERY
Tokyo 2020
1 gior

‘Dichiaro aperti i Giochi’. Gli occhi del mondo su Tokyo

La tennista Naomi Osaka accende il braciere con il fuoco di Olimpia, dando avvio alla trentaduesima olimpiade. Per sedici giorni di spettacolo, nonostante il Covid
CALCIO
1 gior

Benzema positivo al Covid-19

Lo ha annunciato il Real Madrid, senza precisare lo stato di salute dell'attaccante francese
Tokyo 2020
1 gior

L'ultimo colpo di Heidi Diethelm-Gerber

Bronzo nella pistola a Rio, la turgoviese (52 anni) chiuderà la carriera a Tokyo: ‘Gli ultimi 12 mesi sono stati mentalmente difficili’
Tokyo 2020
1 gior

Gmelin e Röösli - Delarze avanti con brio

Nel singolo la zurighese ha ottenuto l'accesso ai quarti di finale, mentre il due di coppia ha centrato la qualificazione alle semifinali
Tokyo 2020
1 gior

Betschart e Hüberli già certe della fase a eliminazione diretta

La coppia elvetica approfitta del ritiro delle ceche Hermannova e Slukova per la positività di quest'ultima
Formula 1
18.04.2021 - 20:030
Aggiornamento : 21:44

Imola è Verstappen, pioggia e spettacolo

L'olandese vince e convince, Hamilton conquista il secondo posto con un po' di fortuna. Bene le Sauber, entrambe a punti

Verstappen vince e convince, Hamilton salvato da un colpo di... qualcosa che su un quotidiano non si può dire. Imola è tutto qui, in una prestazione di assoluta eccellenza dell’olandese, primo dall’inizio alla fine e che risulta secondo nel Mondiale solo perché il britannico negli ultimi giri ha racimolato il punto del giro veloce.

Lewis Hamilton è stato davvero graziato dalla dea bendata: al 31esimo giro commette un errore banale, non da lui, ma per tutta la gara era nervoso. Aveva subìto una staccata straordinaria da parte dell’olandese subito allo start che lo aveva messo fuori tracciato rompendo anche una paratia dell’anteriore sinistro. Per il team Mercedes-Benz è chiaro che in questo Mondiale, pur restando il team da battere sempre, i distacchi si sono accorciati.

Lotta appassionante

La lotta per il titolo sarà certamente una questione tra i due citati. Alla luce del carattere dell’olandese – ma anche in virtù della maturazione che lo ha fatto crescere molto – il campionato potrà essere divertente. Inoltre nelle posizioni che seguono McLaren con Norris, Perez, e le due Ferrari potranno rendere le gare combattute.

È chiaro che la pioggia ha aiutato molto lo spettacolo con uscite di pista, Safety car, interruzioni di gara e ribaltoni. A questo ha anche contribuito un circuito come Imola che per la sua conformazione, il poco spazio laterale, il susseguirsi di curve, rende la corsa sempre fascinosa. E poi quel nome, autodromo Enzo e Dino Ferrari, rende il tutto vicino al mito.

Il 34esimo giro è stato determinante nell’economia della gara perché Bottas e Russell collidono per un errore del secondo. Infatti con la parte destra della sua Williams, il britannico finisce su cordolo, umido ed erba, gira verso sinistra colpendo Bottas. Colpo tremendo a 300 km/h, illesi, ma Russell non trova di meglio che aggredire con un colpo sul casco il totalmente incolpevole finlandese, speriamo solo perché sotto shock adrenalico: gesto molto poco sportivo. La Ferrari è il team che nonostante tutto è cresciuto più di tutti, nel senso che dall’arrancare della scorsa stagione è passata a giocarsi stabilmente i primi posti. Non può certo ambire al gradino più alto del podio, ma senza la Safety, Leclerc sarebbe stato terzo agevolmente. A fine corsa il monegasco ha lamentato quello che resta il tallone d’Achille ancora, la velocità pura, mentre la parte telaio è indubbiamente evoluta.

Norris, che bella gara

Bellissima gara quella di Norris, velocissimo in rettilineo per tutto il weekend. Era tecnicamente visibile la fatica che Leclerc dietro a lui faceva per entrare nello specchio del Drs: per tutto il giro sotto il secondo, ma nel punto di rilevamento proprio dopo un’apertura di gas in uscita da piega a destra, regolarmente venivano persi tre decimi. Il ragazzo cresce, la monoposto arancione pure: telaio ottimo, propulsore pure, Ricciardo si sta abituando e cresce pure lui.

Quanto alle Sauber, Giovinazzi ha avuto un blocco alla pinza freni ed è stato costretto a rientrare ai box. In questo caso, giova rammentarlo, c’è l’obbligo del team di richiamare il pilota perché il sensore è visibile e non farlo sarebbe una grave infrazione di regolamento. Raikkonen è stato colpito a fine gara da una penalizzazione di 30 secondi che lo ha relegato in 13esima posizione. La squadra sembra in questo momento con un pacchetto meglio sviluppato del 2020 e soprattutto con spazi costanti di miglioramento, cosa molto apprezzata anche dai piloti.

Tra due settimane il Portogallo con Portimao (Montreal sarà annullata a causa del Covid che in breve tempo ha reso il Canada Paese da lista nera dopo mesi di tranquillità). Un apprezzamento va riconosciuto sempre a Liberty Media che in ogni modo tiene in piedi questo Mondiale, che si attende abbia nella seconda metà l’arrivo almeno parziale degli spettatori, finalmente. Intanto nel 2022 arriva Miami, andiamo tutti al mare.

SPORT: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved