CALCIO

Raphaël Wicky esonerato dallo Young Boys

Sarà Joël Magnin, allenatore dell’U21, a guidare i bernesi da qui a fine stagione

4 marzo 2024
|

Raphaël Wicky non è più l'allenatore dello Young Boys, questa la decisione presa dai bernesi all’indomani della sconfitta per 1-0 con lo Zurigo. Il vallesano verrà sostituito dall'attuale allenatore dell'U21 Joël Magnin, che farà da traghettatore sino a fine stagione. Il rapporto tra Wicky e lo Young Boys si interrompe dopo solo un anno e mezzo. Il vallesano l’anno scorso aveva condotto la squadra della capitale alla vittoria di campionato e Coppa, oltre che alla partecipazione alla Champions League. Seppure l’Yb sia in testa alla classifica di Super League, il margine sul Servette è di solo un punto. Tuttavia, quello che probabilmente ha spinto i dirigenti dello Young Boys a esonerare il tecnico sono le prestazioni tutt’altro che positive, soprattutto nelle ultime settimane. Infatti, i gialloneri hanno subito due sconfitte consecutive in Super League per la prima volta dal 2017. Non finisce qui, fra le due sconfitte in campionato, settimana scorsa l’Yb è stato anche eliminato nei quarti di finale di Coppa contro il Sion, squadra di Challenge League. Contando tutte le competizioni, la squadra della capitale ha vinto solo una partita delle ultime sette, oltretutto solo per 1-0 contro l’ultima classificata della Super League, lo Stade Losanna, che ha pure sbagliato un rigore.

Il direttore sportivo Steve von Bergen ha così commentato questo periodo di forma: «Da tempo le prestazioni della squadra non soddisfano le nostre aspettative e con le recenti sconfitte in campionato e in Coppa, la speranza che la situazione migliori in questa costellazione è diminuita».

A difesa dell’allenatore vallesano va sottolineato che le cessioni di Fabian Rieder, Christian Fassnacht e Cédric Zesiger la scorsa estate e i trasferimenti invernali di Jean-Pierre Nsame e Ulisses Garcia hanno avuto un impatto negativo sulle prestazioni in campo. Lo stesso vale per gli infortuni di Loris Benito e Filip Ugrinic, per i quali Wicky non può essere incolpato. «La partenza di Raphaël Wicky ci ha fatto molto male, ma dopo un'attenta riflessione siamo giunti alla conclusione che la situazione sia in stallo e che la squadra abbia bisogno di nuove energie per poter intraprendere l'impegnativo percorso di ritorno al successo», ha spiegato Christoph Spycher, delegato allo sport del Consiglio dello Young Boys, nel comunicato stampa del club.

«Nonostante questa separazione anticipata, conserverò ricordi molto positivi del mio periodo all'Yb – ha commentato Raphaël Wicky in una dichiarazione congiunta con i suoi ormai ex dirigenti –. Non dimenticherò mai le emozioni che abbiamo vissuto insieme. Incrocio le dita affinché il titolo resti a Berna».

Il tecnico vallesano era in carica dal luglio 2022. Responsabile della squadra U17 degli Stati Uniti nella stagione 2021/2022, Wicky è stato in precedenza responsabile dei Chicago Fire dal dicembre 2019 al settembre 2021, ma non è riuscito a portarli ai playoff della Mls. Nazionale a 75 riprese, ha anche allenato il Basilea nella stagione 2017/2018, una stagione segnata dalla perdita del titolo nazionale e dalla qualificazione agli ottavi di finale della Champions League.

Joël Magnin, che guiderà la squadra ad interim sino alla fine della stagione, ha lavorato principalmente con il programma giovanile dello Young Boys dal 2007 e ha trascorso un anno come allenatore del Neuchâtel Xamax e mezza stagione come assistente dello Zurigo tra il 2019 e il 2020.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE