CALCIO

Belhadj e un pizzico di fortuna regalano tre punti al Lugano

A Cornaredo la rete di testa del centrocampista permette ai bianconeri di superare il Lucerna. All'ultimo minuto salvataggio di Hajdari sulla linea

3 dicembre 2023
|

Seconda vittoria consecutiva in Super League per il Lugano, grazie all'1-0 di Cornaredo contro il Lucerna. Ed è pure il primo successo ottenuto dopo un giovedì europeo. Tre punti che fanno molto bene alla classifica, aspettando i prossimi due impegni casalinghi, mercoledì il recupero contro il Basilea, domenica l'addio a Coranredo per il 2023 contro il Winterthur. L'ennesima settimana inglese non poteva iniziare meglio.

Il Lugano si presenta in campo con la solita lunga lista di infortunati, alla quale si aggiunge pure Hajrizi, ultima vittima della mancanza di feeling dei bianconeri con il sintetico (nell’occasione quello di Bodø).

La serie delle occasioni la apre al 7’ Bislimi con una conclusione di controbalzo da buona posizione, ma l’esecuzione forzatamente affrettata fa finire la sfera alta sopra la traversa della porta di Loretz. Al 10’ Bislimi recupera palla al limite dell'area lucernese, tocca in verticale per Steffen, ma il numero 11 è anticipato al momento della conclusione e finisce a terra senza per altro aver subito fallo. Al 12’ la replica degli ospiti è affidata a Max Meyer che parte sul filo dell’offside, si accentra e batte sul primo palo, con Saipi che rintuzza in corner. Due minuti dopo ci prova ancora il Lucerna, con un tiro da lontano di Frydek, sulla cui traiettoria si inserisce Dorn per un velo che mette a mal partito Saipi, costretto a respingere d’istinto.

Dopo una decina di minuti senza particolari emozioni, al 24’ ci prova Beloko dalla lunga distanza e Saipi vola per deviare in corner. Un minuto dopo, sugli sviluppi dell’angolo, si crea una mischia sotto porta e Jaquez va alla deviazione da pochi passi, ma per fortuna dei bianconeri la palla si spegne a un soffio dal palo lontano. Al 32’ si rivede il Lugano dalle parti di Loretz, con un colpo di testa di Belhadj di poco al lato. Al 37’ grossa occasione per Cimignani che, ricevuta palla da Bislimi, rientra sul sinistro e batte cercando il palo lontano, ma il pallone si spegne venti centimetri sopra l'incrocio dei pali. Al 39’ l’urlo del gol si strozza nella gola dei tifosi di Cornaredo: Arigoni e Vladi si avventano su un corner battuto da Steffen, la palla finisce in rete, ma il signor Horisberger annulla immediatamente in quanto, come dimostrato in modo chiaro dalle immagini televisive, il difensore bianconero ha mandato la sfera oltre la linea bianca con il chiaro ausilio di una mano. Al 43’ il direttore di gioco ammonisce Mahou per aver simulato un fallo fuori area, prendendo però una clamorosa cantonata.

Nella ripresa le due squadre tornano in campo con gli effettivi immutati e il Lugano riesce subito a sbloccare la situazione. Al 50’ discesa di Cimignani sulla destra, palla messa in mezzo e Belhadj con una bella torsione riesce a deviare di testa la sfera e a indirizzarla nell’angolino basso alla destra di Loretz. Il Lucerna prova a reagire allo svantaggio, ma i bianconeri fanno buona guardia e avrebbero pure qualche buona occasione per ripartire, senza però mai arrivare a impensierire Loretz. Sull’altro fronte, invece, al 65' Saipi è costretto a miracolo, quando Dorn si ritrova tutto libero all'altezza del dischetto: la conclusione a botta sicura è però intercettata e deviata in corner dall’estremo difensore bianconero. Il Lugano ci riprova al 70’: imbucata di Sabbatini per Steffen che va sul fondo e mette in mezzo un pallone sul quale Celar arriva con una frazione di ritardo. Brivido al 77’, quando una conclusione senza troppe pretese di Abubakar sfugge a Saipi, forse a causa di un rimbalzo farlocco, ma per fortuna il numero uno bianconero è lesto a riagguantare la sfera.

All'89’ il Lugano rischia il crollo in contropiede: Beloko si sciroppa 70 metri di campo sulla fascia, si beve Durrer, entra in aera, evita pure l'uscita di Saipi e serve il pallone sul dischetto del rigore a Klidje, il quale si gira e batte a colpo sicuro, incontrando però sulla linea di porta la deviazione decisiva di Hajdari. È l'ultima vera occasione (ma che occasione!) per gli ospiti e al termine di quattro minuti di recupero il Lugano può festeggiare una vittoria che conferma quella di settimana scorsa a Yverdon. Entrambe ottenute senza aver subito reti, e questa è una grande notizia.

Lugano - Lucerna (0-0) 1-0

Rete: 50’ Belhadj 1-0

Lugano; Saipi; Arigoni, Mai, Hajdari; Belhadj (81’ Durrer), Sabbatini; Cimignani, Steffen (81’ Babic), Bislimi (67’ Macek), Mahou (72’ Espinoza); Vladi (67’ Celar)

Lucerna: Loretz; Ottiger, Jaquez, Simani, Frydek; Dorn, Jashari, Beloko; M. Meyer (62’ Kadak); Abubakar (86’ S. Meyer), Chader (62’ Klidje)

Arbitro: Horisberger

Note: 2’905 spettatori. Lugano senza gli infortunati Aliseda, Bottani, Grgic, Marques, Osigwe, Valenzuela, Hajrizi; Lucerna senza Ademi, Beka, L. Meyer, Spadanuda, Villiger, Okou. Ammoniti: 43’ Mahou. 58’ Sabbatini. 61’ Frydek

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE