CALCIO

Stella Rossa battuta, l'Europa dello Young Boys prosegue

I gialloneri in gol nel primo tempo con un'autorete di Nedeljkovic e un gol di Blum. Serbi imprecisi sotto porta. Bernesi ripescati in Europa League

28 novembre 2023
|

C'è voluta una spintarella da parte della Dea bendata, ma alla fine lo Young Boys è riuscito a superare la Stella Rossa Belgrado nella quinta giornata della fase a gironi di Champions League. Un risultato che promuove i gialloneri al terzo posto della classifica e, di fatto, conferma la loro presenza nei sedicesimi di finale di Europa League del prossimo mese di febbraio. Il 2-0 finale è stato firmato all'8’ dall'autorete di Nedeljkovic, dopo corner di Ugrinic e conclusione di Benito sulla quale si è venuta a creare una strana carambola tra portiere e difensore, e al 29’ da una conclusione in diagonale di Blum, pure quella susseguente a un calcio d'angolo, sulla quale l’estremo difensore Glaser non ha fatto una bellissima figura.

La sfida, in un Wankdorf che ha fatto segnare il tutto esaurito, è stata vivace e zeppa di occasioni su ambo i fronti. Buon per i campioni svizzeri che la Stella Rossa abbia dovuto fare i conti con attaccanti poco ispirati, nonostante l'importanza delle palle gol avute a disposizione. Anzi, a conti fatti sono stati i serbi a costruirsi un maggior numero di possibilità per andare in rete, segnatamente con il palo colpito da Inbeom Hwang al 57’ e in precedenza (24’) con la discesa in solitaria di Bukari, il quale proprio sul più bello si è allungato la sfera e ha permesso l'intervento in uscita di Racioppi. L'estremo difensore giallonero, nonostante un paio di indecisioni con i piedi nei primi minuti, è stato il migliore in campo, con una serie di interventi che hanno permesso ai padroni di casa di mantenere il vantaggio acquisito. Una bella soddisfazione, alla luce delle molte critiche ricevute dopo l'errore di sabato nella sfida al vertice contro lo Zurigo. Raphaël Wicky gli ha dato fiducia, preferendolo ancora una volta a David von Ballmoos e lui ha risposto presente.

Anche lo Young Boys è stato capace di farsi pericoloso in più di una circostanza, segnatamente con Nsame a due riprese (21’ e 72’) e con Garcia (77’), ma nessuno dei due è riuscito a trovare quel terzo gol che avrebbe messo la parola fine alla contesa.

Lo Young Boys, dunque, ha raggiunto l'obiettivo prefissato: essere ripescato nei sedicesimi di Europa League. Un traguardo, tra l'altro, che farà molto bene anche alle casse del club della capitale. Infatti, per il momento la società bernese ha già intascato qualcosa come 24 milioni di franchi da questa campagna europea.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE