CALCIO

Saranno le Ail a dare il nome al nuovo stadio dell’Fc Lugano

Raggiunto un accordo a partire dal 2025 e per la durata di cinque anni, con opzione per altri cinque

20 settembre 2023
|

Il 20 settembre 2023 segna l’avvio di una nuova era in ambito commerciale per la Fc Lugano Sa: nei giorni scorsi si sono infatti felicemente concluse le trattative con le Aziende Industriali di Lugano (Ail) per i diritti di denominazione della futura Arena sportiva, condotte per oltre 15 mesi.

A partire dal 1° luglio 2025 e per almeno 5 anni sarà lo storico sponsor principale della prima squadra e del settore giovanile a dare il nome allo stadio di calcio agibile nel 2026 (con un'opzione di estensione dell’accordo per ulteriori 5 anni). Nei prossimi mesi, un gruppo di lavoro già prontamente allestito da Ail e Fc Lugano si chinerà sulle questioni operative relative alla messa in atto e alla realizzazione dei diritti negoziati nel contesto dell’accordo. In tale ambito, lo sviluppo del marchio che veicolerà l’immagine del nuovo impianto è un primo importante passo in direzione dell’era che lo stadio di calcio di Lugano aprirà, concepita nel segno della modernità.

Andrea Prati, Ceo delle Ail: «Siamo particolarmente contenti di potere annunciare questa collaborazione che ci lega a doppio filo sia con l’Fc Lugano sia con il Polo Sportivo e degli Eventi di Lugano, nel quale saremo presenti con importanti investimenti, sia in ambito termico – per la produzione e distribuzione di calore – sia in ambito elettrico, in particolare con la realizzazione di un impianto fotovoltaico di ampie dimensioni per coprire parte del fabbisogno della struttura».

Per il vice-presidente bianconero martin Blaser, «questa partnership è il culmine di un rapporto di natura commerciale di lunga data che sfocia quasi nella tradizione, sempre caratterizzato da fiducia e rispetto reciproco. La scelta di Ail come “Naming Right Partner” del nuovo stadio rappresenta una vera e propria pietra miliare nella storia dell’Fc Lugano e della realtà in cui opera la Città di Lugano. Soprattutto in relazione alle considerazioni a lungo termine sul radicamento della nostra organizzazione in tutto il Ticino, un principio che lo stadio di calcio che si ergerà come un faro indicatore sosterrà in maniera sostanziale. A nome della Fc Lugano Sa e di tutta la sua organizzazione, desidero ringraziare Ail per la fiducia che ha riposto in noi e per lo scambio sempre costruttivo e proficuo sfociato in questo accordo. Non vediamo l'ora di affrontare le sfide future che ci attendono a fianco di Ail».

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE