CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SCI ALPINO
10 ore

Lara Gut-Behrami inizia con il botto

La ticinese si è imposta nel gigante di Killington, davanti all’italiana Bassino e alla svedese Hector
Hockey
10 ore

Un buon Ambrì cede alla distanza contro gli Zsc Lions

I biancoblù disputano due tempi di buon livello ma sprecano un doppio vantaggio, mentre i padroni di casa si affidano alle fiammate e al powerplay
QATAR 2022
10 ore

Il genio di Messi tiene in vita l’Argentina

Al 69’ una rete da fuori area della Pulce stende il Messico (nel finale il raddoppio di Fernandez). Ma l’Albiceleste ancora non convince
QATAR 2022
13 ore

Doppietta di Mbappé, la Francia è agli ottavi

Battuta una Danimarca che ha saputo rispondere alla strapotenza transalpina, ma che dovrà giocarsi la qualificazione contro l’Australia
QATAR 2022
16 ore

La Polonia vince, l’Arabia Saudita si mangia le mani

La compagine europea in rete con Zielinski e Lewandowski, quella asiatica domina ma sbaglia un rigore con Al Dawsari. Szczesny migliore in campo
QATAR 2022
19 ore

All’Australia basta un gol di Duke

Grazie a una strenua difesa la Nazionale dell’Oceania resiste al tentativo di rimonta di una Tunisia che è quasi fuori dal Mondiale
CURLING
20 ore

Finali stregate, due medaglie d’argento per la Svizzera

Agli Europei di Östersund, Silvana Tirinzoni e compagne battute dalla Danimarca, il team di Yannick Schwaller superato dalla Scozia
Video
Qatar 2022
23 ore

Spogliatoio lasciato come... nuovo: il Giappone incanta

Dai tifosi ai giocatori nipponici il grande senso civico dimostrato nel ripulire spalti e cabine prima e dopo la vittoria contro la Germania
i mondiali dal divano
1 gior

Ipercinetico Armando: fenomenologia di un telecronista

Fra metafore, immagini, neologismi e modi di dire, Ceroni tramanda ai posteri un modo di fare giornalismo sportivo singolare e (forse) sottovalutato
il dopopartita
1 gior

Sarebbe servita una terza fase ‘e più velocità’

Dopo quattro vittorie di fila e una buona prima metà di gara, il Lugano ritorna a perdere a Friborgo. Marco Müller: ‘Entrambe le squadre brave in difesa’.
CALCIO
07.10.2022 - 21:41

Incubo granata in salsa neocastellana

Terza sconfitta consecutiva in Challenge League per il Bellinzona, messo sotto alla Maladière fin dai minuti iniziali

di Matteo Giottonini
incubo-granata-in-salsa-neocastellana

Terza sconfitta consecutiva in campionato per l’undici di mister Raineri: mai realmente in partita, i granata continuano a faticare a trovare la via del gol. Euforia in casa Xamax per i primi tre punti, con i neocastellani che regolano la pendenza già nel primo tempo. L’incubo inizia subito, con lo sfortunatissimo Padula che regala ai neocastellani un gol quasi carnascialesco: il suo rilancio viene intercettato dall’astuto Ouattara, la palla si impenna e assume una traiettoria balorda che supera Klein. Per questo fragile Bellinzona è un colpo durissimo. I granata si fanno vedere quasi unicamente su palle ferme, mentre latitano nella costruzione del gioco: lenti, imprecisi e senza idee, subiscono la verve dei neocastellani, impazienti di trovare la prima gioia di questo campionato. Memori di quanto successo a fine agosto al Comunale (dove erano andati in vantaggio per primi, salvo poi tornare a casa con un 3-1 sul groppone), i romandi stavolta non ci stanno e cercano con insistenza quello che sarebbe il meritato raddoppio, in particolare con Del Toro: dagli e ridagli, sarà proprio lui a trovare il secondo gol. Palla persa dai granata in ripartenza, tiro da fuori di Hammerich e sulla respinta di Klein l’attaccante italiano si fa trovare al posto giusto al momento giusto.

Gli uomini di Saibene non si accontentano, non dimostrando alcuna compassione per una squadra purtroppo male in arnese come questo Bellinzona. Ancor prima della pausa è Ouattara a trovare nuovamente gloria: lasciato libero di entrare palla al piede fino in area – mancava solo il tappeto rosso – viene affrontato in netto ritardo da Monti al momento di concludere. Ne esce un tiretto sghembo, sufficiente però a sorprendere Klein nell’angolino basso. Ci si continua ad aspettare una reazione d’orgoglio in casa granata, che però non arriva: al suo posto un possesso palla insufficiente, errori individuali e una pletora di sterili traversoni.

Gli avversari proseguono invece come un treno in corsa in direzione del quarto gol, che arriva puntuale con Pasche. Per il Bellinzona la luce si spegne del tutto, e probabilmente molti pagherebbero per far terminare la partita con mezz’ora d’anticipo. Come se non bastasse, Klein si infortuna ed è sostituito da Muci: nota di merito però per lui, che riesce a evitare la quinta rete avversaria superandosi in più di un’occasione. Mentre parte la festa per gli increduli tifosi neocastellani (fatta salva la Coppa, era dalla notte dei tempi che lo Xamax non riusciva a segnare più di due gol in una partita), il Bellinzona ha di che meditare: sabato al Comunale, contro il Wil, si spera in un pronto riscatto.

Neuchâtel Xamax - Bellinzona (3-0) 4-0

Reti: 4’ B. Ouattara 1-0, 28’ Del Toro 2-0, 40’ B. Ouattara 3-0, 65’ Pasche

Neuchâtel Xamax: Guivarch, Hammerich, Havenaar, Mujcic, Balaruban, Del Toro (81’ Dakouri), Veloso (C), Pasche, Saiz (88’ Aliu), B. Ouattara (53’ Nuzzolo), Bakayoko (88’ Koide)

Bellinzona: Klein (71’ Muci), Manis, G. Padula, Monti, Mihajlovic (C), Doldur (66’ Samba), Centinaro (66’ Tosetti), Romero, Souza, Chacón, Pollero

Arbitro: Huwiler

Note: 3’039 spettatori. Ammoniti: 48’ Monti, 61’ Centinaro, 69’ Chacón. Neuchâtel Xamax privo di Cavanda, Epitaux, Maurer, A. Ouattara, Ouhafsa (infortunati), Berisha, Fatkic (squalificati); Bellinzona privo di Berardi, Cortelezzi, Kiassumbua, A. Padula (infortunati), Izmirlioglu (squalificato)

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved