CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SCI ALPINO
50 min

I Mondiali si aprono con l’argento di Wendy Holdener

La svittese ha chiuso al secondo posto la combinata, alle spalle dell’italiana Brignone. Fuori alla terz’ultima porta Shiffrin, male Michelle Gisin
Hockey
3 ore

Heim salta la Nazionale, Rüfenacht torna sul ghiaccio

Ad Ambrì si attende di conoscere l’entità del problema del bernese e di quello di Kneubuehler. Forze nuove in arrivo per Luca Cereda
Tennis
10 ore

L’esempio di Ashe, trent’anni dopo

Il 6 febbraio del 1993, non ancora cinquantenne, il grande tennista si arrendeva all’Aids, contratto in ospedale dopo un’operazione al cuore
IL DOPOPARTITA
16 ore

L’Ambrì doma i Leoni. ‘Volevamo pulizia, ci siamo riusciti’

Spacek e Chlapik regalano due punti preziosi ai biancoblù, in una sfida che si anima nel terzo tempo. Negli spogliatoi anzitempo Heim e Kneubuehler
Volley
16 ore

Il Lugano risorge dalle proprie ceneri, Sciaffusa al tappeto

Dopo un avvio a dir poco difficile, le ragazze di Apostolos Oikonomou cambiano volto alla partita vincendo tutti e tre gli ultimi set
IL DOPOPARTITA
20 ore

A Lugano era pazienza, adesso è competizione

I bianconeri si godono il successo sul Kloten e i 61 punti in classifica prima della pausa. ‘Pian pianino stiamo andiamo nella direzione in cui volevamo’
Basket
20 ore

Sam, domenica di festa condita da un successo

Anche se la sfida con il Monthey è davvero brutta. Gubitosa: ‘Viste le premesse contava solo vincere’. Un Lugano incerottato, invece, s’arrende al Nyon
CALCIO
21 ore

Un gol di Di Giusto affossa le ambizioni del Lugano

Bianconeri battuti dal Winterthur al termine di una prestazione poco brillante, ma nella quale qualche occasione per il pareggio c’è comunque stata
Hockey
21 ore

A Zurigo l’Ambrì vince la battaglia dei nervi

I biancoblù ottengono la vittoria all’overtime dopo un match poco spettacolare ma comunque giocato con buona solidità difensiva. Decide tutto Chlapik
CALCIO
18.09.2022 - 17:11
Aggiornamento: 17:41

Il Lugano passa senza problemi con il Breitenrain

I bianconeri firmano quattro reti nella ripresa, dopo un primo tempo poco incisivo e nel quale hanno dovuto adattarsi al vecchio terreno in sintetico

il-lugano-passa-senza-problemi-con-il-breitenrain

Mattia Croci-Torti aveva avvisato che la trasferta a Berna contro il Breitenrain non sarebbe stata una passeggiata. E i bianconeri, catechizzati a dovere dal loro tecnico, non hanno preso sottogamba la sfida contro la compagine di Promotion League. Alla fine, agli ottavi di Coppa Svizzera ci vanno i ticinesi, al termine di una partita dominata da capo a piedi, a dimostrazione di come l’atteggiamento sia stato quello giusto. Lo 0-4 finale rispecchia solo in parte la differenza vista in campo: alle reti di Babic, Aliseda (doppietta) e Amoura (splendida) nella ripresa, vanno infatti aggiunti un palo dell’attaccante argentino, due salvataggi sulla linea e un paio di grosse occasioni, in particolare sui piedi di Haile-Selassie. Una supremazia, quella bianconera, espressa soprattutto nel corso della ripresa. Durante il primo tempo, infatti, gli ospiti si sono limitati a controllare il gioco, senza però riuscire a incidere più di tanto (soltanto un salvataggio sulla linea di Lüthi su conclusione di Babic). I bianconeri hanno impiegato almeno mezz’ora per adattarsi alla superficie di gioco in sintetico di prima generazione dello stadio di Spitalacker, un impianto che propone un terreno da gioco più corto e più stretto rispetto alla norma. Una volta trovate le misure, gli uomini di Croci-Torti hanno alzato il ritmo e messo sempre più in difficoltà l’avversario.

Anche in retrovia, il Lugano non ha sbandato, controllando bene un Breitenrain che non ha mai provato a impensierire Osigwe. Il cui unico intervento nel primo tempo lo ha effettuato per deviare in corner un traversone sporcato da Ziegler.

Nella ripresa, la partita è stata messa subito in discesa dal gol di Babic, abile a sfruttare un corner di Steffen. Una rete che, di fatto, ha messo in cassaforte la qualificazione, visto che la reazione dei padroni di casa praticamente non c’è stata. Il timido tentativo di mettere sotto pressione la retroguardia luganese ha avuto un solo risultato: aprire gli spazi alle ripartenze di Steffen e compagni, i quali non si sono fatti pregare per infierire. La doppietta di Aliseda e la splendida conclusione di Amoura hanno suggellato uno 0-4 finale che permette al Lugano di proseguire senza problemi la difesa di quella Coppa Svizzera conquistata il 15 maggio al Wankdorf, a poche centinaia di metri in linea d’area dallo Spitalacker.

Breitenrain - Lugano ¬(0-0)¬ 0-4

Reti: ¬47’ Babic 0-1. 70’ Aliseda 0-2. 86’ Amoura 0-3. 89’ Aliseda 0-4

Breitenrain:¬ Hornung; Lüthi, Wenger, Hischier, Hurter; Pereira (74’ Rüegsegger), Briner; Frey (83’ Freiburghaus), Konopek, Ciftci (59’ Gomes); Chatton (59’ Ajeti)

Lugano: ¬Osigwe; Valenzuela, Mai, Daprelà (81’ Hajrizi), Ziegler; Doumbia, Bislimi (72’ Macek), Sabbatini; Steffen (72’ Haile-Selassie), Babic (61’ Aliseda), Mahou (61’ Amoura)

Arbitro: ¬Kanagassingam

Note:¬ 2’300 spettatori. Lugano senza gli infortunati Bottani, Celar e Arigoni. Ammonito: 89’ Rüegsegger.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved