Inter
1
Milan
0
2. tempo
(1-0)
Ginevra
1
Friborgo
3
2. tempo
(1-3 : 0-0)
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
IL DOPOPARTITA
1 ora

A Lugano era pazienza, adesso è competizione

I bianconeri si godono il successo sul Kloten e i 61 punti in classifica prima della pausa. ‘Pian pianino stiamo andiamo nella direzione in cui volevamo’
Basket
2 ore

Sam, domenica di festa condita da un successo

Anche se la sfida con il Monthey è davvero brutta. Gubitosa: ‘Viste le premesse contava solo vincere’. Un Lugano incerottato, invece, s’arrende al Nyon
CALCIO
3 ore

Un gol di Di Giusto affossa le ambizioni del Lugano

Bianconeri battuti dal Winterthur al termine di una prestazione poco brillante, ma nella quale qualche occasione per il pareggio c’è comunque stata
Hockey
3 ore

A Zurigo l’Ambrì vince la battaglia dei nervi

I biancoblù ottengono la vittoria all’overtime dopo un match poco spettacolare ma comunque giocato con buona solidità difensiva. Decide tutto Chlapik
CICLOCROSS
4 ore

Van der Poel batte Van Aert e torna campione del mondo

A Hoogerheide, l’olandese vince l’eterno duello con il rivale belga e conquista il suo quinto titolo, succedendo nell’albo d’oro al britannico Pidcock
Calcio
5 ore

Bellinzona ancora senza identità

I granata cedono alla distanza anche contro il Wil e le parti alte della classifica si fanno sempre più lontane
SCI NORDICO
6 ore

Nadine Fähndrich brilla sulle nevi di Dobbiaco

La lucernese, eliminata venerdì nella semifinale dello sprint, sabato ha colto il quarto posto nella 10 km skating
SCI NORDICO
7 ore

Trionfo di Alessandro Vanzetti in Val Bedretto

L’esponente del Simano vince il tradizionale concorso del Pizzo Rotondo, mentre fra le donne ottimo secondo posto per Natascia Leonardi
Hockey
23 ore

Grazie a Klok il Lugano decolla e atterra sopra il Kloten

Dopo lo Zugo, i bianconeri mettono sotto anche gli Aviatori e salgono al nono posto in classifica, strappandolo proprio alla formazione zurighese
Tennis
1 gior

Stan ottiene il punto decisivo: Svizzera alle finali di Davis

In svantaggio 2-1 dopo la sconfitta nel doppio, i rossocrociati ribaltano la sfida con la Germania grazie ai successi di Hüsler e Wawrinka
Sci
1 gior

A Chamonix lo slalom parla svizzero: primo Zenhäusern, 3° Yule

Due svizzeri sul podio dello slalom per la prima volta dal 1978. Fuori il francese Noel, in testa dopo la prima manche. Primo podio greco con Ginnis
CHALLENGE LEAGUE
16.07.2022 - 21:02
Aggiornamento: 17.07.2022 - 16:11

Esordio vincente per il Bellinzona

Contro il quotato Losanna, i granata al Comunale conquistano i primi 3 punti della stagione (1-0)

esordio-vincente-per-il-bellinzona

Felice esordio del neopromosso Bellinzona, che al Comunale supera contro i pronostici 1-0 il Losanna di Ludovic Magnin, alla vigilia da tutti considerata la squadra più forte del campionato cadetto. Dopo un primo tempo in cui i granata hanno un po’ subito l’iniziativa dei vodesi, che pur concludendo in porta un buon numero di volte non si sono mai resi davvero pericolosi, gli uomini di David Sesa nella ripresa si sono fatti preferire e al 66° minuto hanno trovato la rete del successo, firmata di testa da capitan Cortelezzi su cross pennellato di Souza. In una gara condizionata dal caldo, il Bellinzona ha iniziato in modo saggiamente prudente, lasciando che a manovrare fossero in prevalenza gli ospiti, scesi in Ticino forniti di grandi credenziali. Il maggior possesso di palla vodese non ha però dato frutti, se non a livello di corner conquistati: ben sette nel solo primo tempo, contro due soltanto calciati dai padroni di casa. Sull’unico reale rischio creato dal Losanna, ha reagito bene il portiere Kiassumbua, deviando in angolo un diagonale in corsa di Labeau. In un’altra occasione è stato invece provvidenziale Berardi, che con una perfetta chiusura in corner faceva valere la sua grande esperienza. I granata non si sono comunque limitati a difendere: alla mezz’ora Souza superava bene la barriera avversaria su punizione, il suo tiro però risultava debole e centrale. Da segnalare prima del riposo altre due occasioni, capitate entrambe sui piedi di un Tosetti molto vivace e intraprendente. Nel primo caso, dopo un’uscita sciagurata del portiere vodese Castella, il ticinese angolava troppo spedendo sul fondo in diagonale. In seguito, già nei minuti di recupero del primo tempo, sparava alto sugli sviluppi di un corner.

Nella ripresa, un Bellinzona in emergenza (solo quattro uomini in panchina) ma costantemente sostenuto dai suoi tifosi, è stato capace di far meglio dei vodesi, vistosamente calati a livello atletico e molto meno propositivi rispetto a quanto mostrato in apertura di gara. Presa fiducia, i granata alzavano un po‘ il baricentro e al 66’, si portavano in vantaggio con una bella azione manovrata conclusa da un assist al bacio partito dai piedi educati di Souza e destinato alla testa di Cortelezzi, che non lasciava scampo a Castella. Impreciso invece è stato Tia, che proprio in chiusura di partita ha fallito una facile occasione per raddoppiare. Il Bellinzona, che ha mostrato compattezza difensiva e buona intesa fra centrocampisti e attaccanti, incamera dunque tre punti preziosissimi, strappati a un avversario unanimemente indicato come probabile dominatore della Challenge League. Sarà stata colpa del caldo, o di una condizione atletica ancora precaria, ma per quanto visto sabato al Comunale, gli uomini di Ludovic Magnin, appena retrocessi dalla massima serie, hanno ancora parecchio da lavorare per essere all’altezza delle grandi aspettative che gravano sulle loro spalle. Il campionato cadetto è un torneo duro, dove non sempre i pronostici vengono rispettati. I vodesi posseggono certo finanze e parco giocatori di tutto rispetto, ma la promozione è sempre difficile da conquistare, Non a caso, negli ultimi 19 anni, soltanto San Gallo (2012) e Zurigo (2017) sono riusciti a tornare nella massima serie al primo tentativo.

Bellinzona - Losanna 1-0 (Cortelezzi al 66’)

Ammoniti: Cortelezzi 18‘, Schwitzer 30’, Giger 53‘, Tosetti 59’, Dabanli 72’ (tutti per gioco scorretto)

Arbitro: Gianforte

Spettatori :1369

Bellinzona (4-2-3-1): Kiassumbua, Morgado, Padula, Izmirlioglu, Berardi, Tia, Centinaro, Souza (dall‘86’ Miranda), Cortelezzi (C), Tosetti (dall’82’ Monti), Pollero (dal 47’ Samba). All. Sesa

Losanna (3-1-4-2): Castella, Husic, Dabanli, Sow (dall‘81’ Brown), Custodio (C), Schwitzer, (dall’81’ Spielmann), Sanches (dal 60’ Gaudino), Suzuki, Giger, Labeau, Coyle (dal 70’ Koyalipou). All. Magnin

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved