il-lugano-espugna-il-tourbillon-in-pompa-magna
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
STORIE MONDIALI
28 min

Breve la vita felice di Cartavelina e Trello

Nel 1938 la Svizzera tolse a Hitler il sogno di vincere la Coppa del mondo disputata in Francia
Calcio
6 ore

Violenza sessuale, arrestato un calciatore inglese

Un non meglio precisato giocatore di Premier League interrogato a Londra per un presunto stupro avvenuto il mese scorso. Ne dà notizia il The Sun
Tennis
7 ore

Rafa a spasso per Londra. Poi, però, deve soffrire

Il maiorchino batte in tre set il ventisettenne olandese, venticinquesimo dell’Atp, con qualche preoccupazione nel finale: ai quarti contro Taylor Fritz
Sci
10 ore

Petra Vlhova, olimpionica di Slalom, si allena a Tenero

Il tecnico ticinese Mauro Pini: preparazione mirata, focus sulle discipline tecniche, all’orizzonte c’è Cortina 2026
CALCIO
12 ore

Hicham Mahou bianconero per i prossimi quattro anni

Il laterale francese di origini marocchine ha disputato l’ultima stagione con il Losanna. Per il Lugano un prezioso rinforzo sulla corsia laterale
CICLISMO
15 ore

Marc Hirschi e la Uae Emirates, uniti per la causa di Pogacar

TdF, il 23enne bernese: ‘Non credo avrò molta libertà d’azione. Il Covid sembrava avermi tagliato fuori, ora invece sto bene e sono contento di esserci’
Calcio
15 ore

Gabriel Jesus all’Arsenal

Lascia il City dopo 5 anni
ciclismo
16 ore

Maratona dles Dolomites, Rocco Cattaneo vince ancora

Settimo successo consecutivo per il ticinese sulle strade dolomitiche, su un percorso che vanta ben 4320 metri di dislivello
BASKET
17 ore

La qualificazione unica buona notizia per una Nazionale scarsa

Il weekend dedicato alle pre-qualifiche di Euro 2025 ci ha restituito una Svizzera povera di contenuti, sia con Cipro (figuraccia), sia con l’Irlanda
L'ANNIVERSARIO
1 gior

Quando il Ticino si fermò per Brasile-Italia

Il 5 luglio del 1982 ai Mondiali di Spagna si disputò una delle partite più significative della storia del calcio, anche per la nostra realtà
TENNIS
1 gior

Van Rijthoven ci prova, ma Djokovic è troppo forte

Wimbledon, il serbo ai quarti. Nella sfida tra astri nascenti, Jannik Sinner manda a casa Alcaraz. In campo femminile la tunisina Jabeur ai quarti
CALCIO
12.03.2022 - 22:49
Aggiornamento: 13.03.2022 - 15:34

Il Lugano espugna il Tourbillon in pompa magna

Bella prestazione dei bianconeri che vanno in rete con Facchinetti, Bottani e Celar, in una partita chiaramente dominata

Delle ultime dieci sfide contro il Sion, il Lugano ne ha vinte cinque e ne ha pareggiate quattro, con l’unica sconfitta nel primo confronto diretto di questa stagione, in quella che era stata l’ultima partita di Abel Braga sulla panchina bianconera. Il successo odierno al Tourbillon, che conforta il quarto posto in classifica, è senza dubbio stato uno dei più agevoli. I ragazzi di Croci-Torti, pur concedendo qualche logica occasione ai padroni di casa, non sono mai apparsi in difficoltà e Saipi, ad esempio, non si è mai dovuto superare per tenere inviolata la porta. Anzi, hanno quasi sempre comandato le operazioni, per quanto nel primo tempo le occasioni create non siano state moltissime (una conclusione al volo di Facchinetti, un tentativo di deviazione di Sabbatini e un tiro sbilenco di Bottani). Il Lugano, però, con un centrocampo a quattro e Sabbatini al fianco di Bottani a sostegno di Celar, è stato in grado di sterilizzare le fonti del gioco vallesano, recuperando una miriade di palloni, spesso tramutati in pericolose ripartenze. Insomma, una prestazione collettiva di grande spessore… «Non posso che fare i complimenti alla squadra – ha commentato Mattia Croci-Torti a fine partita –. Abbiamo preparato bene la partita e siamo riusciti a fare ciò che avevamo deciso. Siamo stati bravi a rimanere sul pezzo dal primo all’ultimo minuto, anche quando ci siamo ritrovati sul 3-0, perché quello del Tourbillon è un ambiente che sas come resuscitare una squadra i ndifficoltà».

Ancora una volta preziosissimo il supporto di Mattia Bottani, elemento che in questa stagione si è dimostrato imprescindibile per la manovra offensiva bianconera. È vero, il numero 10 fatica a "vedere" la porta, ma al 46’, ritrovatosi davanti a Fickentscher dopo aver saltato Berardi, ha infilato con uno splendido diagonale il gol dello 0-2, quello che ha definitivamente tagliato le gambe ai padroni di casa. Un colpo reso ancora più duro dal fatto che il punto d’apertura era caduto pochi minuti prima, al 43’ con una conclusione di Facchinetti, lesto a recuperare un pallone respinto dal palo su colpo di testa di Maric. Bottani non si è fermato al quarto centro stagionale (più tre in Coppa), ma ha 60’ ha recuperato palla a centrocampo e ha verticalizzato per Celar, il quale è andato tutto solo a battere per la terza volta Fickentscher.

Il fallaccio da tergo di Costa ai danni di Lovric ha costretto l’arbitro Wolfensberger ad estrarre il cartellino rosso e a togliere ai padroni di casa anche le residue speranze di una miracolosa rimonta.

E lo sloveno è stato, assieme a Bottani, uno dei principali protagonisti della vittoria bianconera. Messo davanti alla difesa, in una formazione con Custodio quale primo elemento del terzetto difensivo (erano assenti Daprelà e Hajrizi, entrambi squalificati), ha saputo dettare i tempi della manovra ed i suoi strappi hanno spesso tagliato in due i lcentrocampo Nel finale, con l’uomo in più in campo, il Lugano non ha più rischiato nulla e ha condotto in porto una vittoria importante dopo il rovescio di sette giorni fa contro il Basilea. Una vittoria netta al termine di un’ottima prestazione. Avanti così…


Sion - Lugano (0-1) 0-3

Reti: 43’ Facchinetti 0-1. 46’ Bottani 0-2. 60’ Celar 0-3

Sion: Fickentscher; Berardi, Kabashi (74’ Cavaré), Bamert, Iapichino; Costa, Araz, Zuffi, Wesley; Sio (83’ Tavares), Sojilkovic (83’ Karlen)

Lugano: Saipi; Custodio, Maric, Ziegler; Lavanchy, Lovric, Rüegg (89’ Belhadj), Facchinetti (89’ Valenzuela); Sabbatini (89’ Durrer), Bottani (84’ Haile-Selassie); Celar (76’ Aliseda)

Arbitro: Wolfensberger

Note: 5’800 spettatori. Sion senza Bua, Itaitinga, Doldur (infortunati), Ndoye, Grgic, Cipriano e Tramezzani (squalificati); Lugano senz Daprelà e Hajrizi (squalificati) e Guidotti (infortunato). Al 64’ espulso Costa. Ammoniti: 23’ Benito. 49’ Lavanchy. 56’ Kabashi. 64’ Fickentscher. 68’ Sio. 88’ Iapichino

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fc lugano fc sion mattia bottani sandi lovric super league žan celar
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved