testa-e-intelligenza-per-fronteggiare-una-squadra-in-salute
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
BOXE
1 gior

Il giorno che Mike sbranò le orecchie a Holyfield

25 anni fa su un ring del Nevada Mike Tyson si rese protagonista di un episodio davvero clamoroso
calcio
1 gior

La nazionale femminile demolita dalla Germania

Nella penultima amichevole prima degli Europei le ragazze di Nils Nielsen vengono sconfitte addirittura per 7-0
calcio
1 gior

Il Basilea si aggiudica Zeki Amdouni

Il pezzo pregiato del calciomercato elvetico si accasa ai rossoblù con un prestito biennale con successiva possibilità d’acquisto definitivo
tennis
1 gior

Tennis, la favola di Bellier si conclude contro Bautista Agut

Lo spagnolo elimina l’elvetico nella semifinale del torneo di Maiorca
atletica
1 gior

Us Ascona protagonista nella prima giornata degli Svizzeri

Oro di Gian Vetterli nel lancio del disco, argento di Ajla Del Ponte sui 100 m, bronzo di Emma Piffaretti nel lungo. Mujinga Kambundji da record
nuoto
1 gior

Noè Ponti chiude ottavo nella finale dei 100 delfino

Vince Kristof Milak, mentre Noè crolla nel finale ed è ultimo
ATLETICA
1 gior

Athletissima, si prepara un 200 di grande livello

Presentati i primi nomi della 47esima edizione in programma il 26 agosto. Ma il cartellone definitivo verrà stilato solo dopo Mondiali ed Europei
CALCIO
1 gior

Parte la campagna abbonamenti dell’Fc Lugano

I detentori di una tessera stagionale potranno entrare gratuitamente alla prima partita casalinga di Conference League
CALCIO
1 gior

‘A Lugano per ultimare il mio apprendistato’

Lukas Mai, nuovo difensore centrale dei bianconeri, chiamato a sostituire Maric: ‘La dirigenza mi ha fatto capire di essere davvero interessata a me’
TENNIS
1 gior

A Wimbledon Wawrinka pesca l’italiano Sinner

Subito un pezzo grosso per il vodese, presente a Londra grazie a una wild card. In campo femminile, Golubic contro Petkovic, Bencic contro Wang
CALCIO
1 gior

Il norvegese Ole Selnaes a Zurigo

Il centrocampista ha firmato per una stagione. Il Sion cede in prestito al Winterthur il portiere Timothy Fayulu
Calcio
18.02.2022 - 15:16
Aggiornamento : 15:44

‘Testa e intelligenza per fronteggiare una squadra in salute’

Mattia Croci-Torti alla vigilia di Lugano-San Gallo: ‘Sono una squadra diversa rispetto all’andata. L’affrontiamo con rispetto ma senza timore’

«Se vogliamo vincere la partita di stasera contro una squadra che da quando c’è Zeidler mette sempre in campo questo "Teamgeist" (spirito di squadra) non possiamo pensare di essere meno gruppo di loro. I miei sentimenti circa il mancato rinnovo del contratto di Custodio e Lavanchy sono quelli di una persona che vive questo gruppo e che conosce il calcio. So che queste dinamiche succedono ogni anno, ovunque. Sono cose che fanno parte del gioco. A volte sono piacevoli, altre meno, ma bisogna saperle accettare e andare avanti. Il gruppo viene prima di tutto. Le mie riflessioni dei giorni scorsi sono state rivolte a fare in modo che ogni singolo pensasse soprattutto al bene del gruppo, in qualsiasi situazione».

Mattia Croci-Torti lancia così la sfida di Cornaredo contro il San Gallo, compagine che ha attinto al mercato invernale nel tentativo, apparentemente riuscito, di svoltare e cambiare ritmo e registro. «Hanno operato molto bene sul mercato – dice il mister riferendosi ai biancoverdi – prendendo giocatori che conoscono molto bene il nostro campionato. Elementi che hanno sempre fatto bene come Thoma e Quintillà o giovani di talento come Jankewitz o lo stesso Von Moos. Sono giocatori che conoscono e sposano l’idea dell’allenatore. La squadra è cambiata, ha un’altra faccia. Assomiglia al San Gallo degli anni passati. Anni in cui però il Lugano ha spesso fatto bene, negli scontri diretti. Dunque, grande rispetto ma niente paura».

La rosa del Lugano può finalmente dirsi al completo. «È stata la prima settimana nel corso della quale ci siamo allenati in tanti. È un piacere anche se per la prima volta dovrò fare scelte vere e qualcuno non sarà contento. Come ho sempre ribadito, più siamo, meglio è. Abbiamo quasi tutti gli effettivi a disposizione, ne sono molto contento».

Con la semifinale di Coppa lontana, l’obiettivo in campionato qual è? «Non è mai cambiato. È da quando sono in panchina che ripeto che siamo una squadra che deve pensare partita per partita. Dobbiamo cercare di vincere ogni incontro. La settimana scorsa abbiamo dimostrato di voler vincere la sfida contro lo Zurigo. Non ci siamo limitati a difendere, ci abbiamo provato. A livello di efficacia lo Zurigo è nettamente migliore di noi, in questa stagione, anche se non abbiamo mai sfigurato. Stasera affrontiamo una squadra che propone un calcio diverso, basato sulla filosofia del "pressing gegen pressing" cara a Zeidler. È un allenatore intelligente ma i suoi principi di gioco sono sempre i medesimi. Noi abbiamo lavorato sui diversi loro sistemi, sappiamo come possono venire a giocare. Dobbiamo creare superiorità in mezzo al campo. Va attaccato in un certo modo, a dipendenza di come difende. Abbiamo preparato più alternative. Sarà una bella sfida, da affrontare con grande intelligenza, perché nasconde molte insidie. La testa farà la differenza».

Particolare attenzione la meritano anche le situazioni da palla inattiva. A Zurigo da questo punto di vista qualcosa non ha funzionato. «Accusiamo un gap di centimetri. L’unico che supera 1 metro e 90 è Maric. Devo però fare in modo che questo non diventi un alibi. Dobbiamo aumentare il livello di concentrazione. La rete di Zurigo l’abbiamo incassata perché abbiamo perso quattro duelli, abbiamo dormito nella marcatura, non eravamo convinti sul primo rimpallo e non siamo stati sicuri di poter andare a prendere quella palla. Non è possibile commettere quattro errori su una palla inattiva. Per quell’episodio, domenica ero molto contrariato».

Ziegler a Zurigo ha sbagliato il rigore. Sarà confermato dal dischetto? «Deciderò all’ultimo. I rigori li sbagliano tutti. In Champions è toccato nientemeno che a Messi. Non è mai un problema, quello del rigore. Spiace averne falliti alcuni, in stagione, ma non intendo certo colpevolizzare Reto levandogli la fiducia. Vediamo se se la sente ancora lui».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
lugano mattia croci-torti san gallo super league zurigo

CALCIO: Risultati e classifiche

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved