per-l-acb-obiettivo-promozione-senza-tanti-giri-di-parole
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
PALLANUOTO
15 min

Sharks eliminati dal Carouge

La stagione dei luganesi finisce ai quarti di finale
Calcio
22 ore

L’Asf solleva Vogel dalla panchina della U17

Alla base della decisione una differente visione sull’implementazione della nuova filosofia di gioco
Atletica
23 ore

Caroline Agnou non ce la fa: niente Eugene per lei

Reduce da un infortunio ai Campionati svizzeri, l’eptatleta elvetica deve gettare la spugna per i Mondiali statunitensi
basket
1 gior

Rinnovo faraonico per Nikola Jokic

Per il 27enne serbo, pivot dei Denver Nuggets pronto un contratto da 264 milioni su cinque anni
hockey
1 gior

Hockey, Mondiali U18 a Basilea e Porrentruy l’anno prossimo

L’anno seguente la competizione femminile si terrà invece in Ticino
tennis
1 gior

Djokovic avanza facilmente a Wimbledon

Il serbo atteso ora all’esame Van Rijthoven, avanti anche Alcaraz, Norrie e Sinner. Tra le donne bene Jabeur, male Sakkari. Bencic avanti in doppio
Calcio
1 gior

Mohamed Salah rimane al Liverpool

L’attaccante egiziano ha firmato con i Reds un prolungamento di contratto valido fino al 2025
CICLISMO
1 gior

Prologo bagnato, Yves Lampaert crea la sorpresa

Il belga della Quick-Step prima maglia gialla del Tour de France. A Copenaghen ha preceduto Van Aert e Pogacar. Male gli svizzeri Küng e Bissegger
L’ANGOLO DELLE BOCCE
1 gior

Bucchieri campione svizzero di categoria B

Il portacolori del Boccia club Uster ha vinto a Rancate, superando in modo chiaro Claudio Vanossi dell’Ideal. Fuori in semifinale Sandra Bettinelli
FORMULA 1
1 gior

Hamilton in grande spolvero nelle libere di Silverstone

Si arriva al weekend di gara con i soliti gossip di circostanza e, soprattutto, con il brutto affare delle dichiarazioni di Nelson Piquet
calcio
1 gior

Lugano e Inter di fronte nella ‘Lugano Super Cup’

Il 12 luglio a Cornaredo si affrontano i vincitori della Coppa Svizzera e della Coppa Italia
CALCIO
1 gior

Bernt Haas nuovo direttore sportivo del Grasshopper

L’ex nazionale aveva ricoperto lo stesso ruolo a Vaduz (con Giorgio Contini) e a Sciaffusa. Per il Gc esordio il 24 luglio contro il Lugano
CALCIO
1 gior

Divorzio tra l’Olympique Marisglia e Jorge Sampaoli

L’allenatore argentino aveva espresso dubbi in merito alla volontà della società di operare sul mercato per essere protagonista nella prossima Champions
BASKET
1 gior

Brittney Griner a processo in Russia per traffico di droga

Il dibattimento è iniziato oggi in un sobborgo di Mosca. La stella della Wnba accusata per il possesso di un liquido a base di cannabis. Rischia 10 anni
Calcio
laR
 
17.02.2022 - 05:30
Aggiornamento: 19:44

Per l’Acb obiettivo promozione, senza tanti giri di parole

Domenica alle 15 al Comunale l’esordio nel 2022 contro il Basilea II. Il tecnico Aeby: ‘Più qualità e maggiore concorrenza in squadra’

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Dieci punti di ritardo sulla capolista Breitenrain. È con questo margine da colmare che l’Ac Bellinzona si rimette in corsa nel campionato di Promotion League che nel weekend mette in campo la 19esima giornata. Un divario considerevole, che costringe i granata a rimboccarsi le maniche e a iniziare la rincorsa con il passo giusto, pur senza però l’aggravio pesante della rimonta a tutti i costi subito, giacché la formula del campionato prevede che le sei prime classificate si affrontino in un "gironcino" di cinque turni nei quali sarà ancora possibile fare la differenza, a patto che l’attuale capolista sia stata agganciata o quanto meno sia rimasta a tiro.

Obiettivo promozione, per l’Acb, dichiarato senza mezzi termini. L’asticella è stata posta in alto, ma nulla è stato lasciato al caso per centrare l’obiettivo stagionale, il ritorno in Challenge League. La società si è mossa sul mercato inserendo tasselli in tutti i reparti e dotando l’organico granata di quella qualità necessaria a fare compiere all’intera squadra l’auspicato e necessario salto di qualità, in ossequio proprio al traguardo che si desidera tagliare. «L’obiettivo è la promozione, ma la strada è lunga è irta di ostacoli», ricorda Jean-Michel Aeby, tecnico del Bellinzona. Per i granata il primo ostacolo da superare è rappresentato dal Basilea II, avversario atteso al Comunale domenica alle 14.30. «Abbiamo ripreso la preparazione il 10 gennaio – spiega il mister –. All’inizio non eravamo tanti, poi sono arrivati nuovi giocatori. I cambiamenti intervenuti sono stati parecchi. Di uomini, ma non solo. Sono stati modificati anche gli orari degli allenamenti, ciò che dovrebbe rappresentare un vantaggio nei confronti delle avversarie, molte delle quali costrette a lavorare di sera. In queste ultime sedute cercheremo di capire chi possiamo schierare domenica. Il gruppo è stato rinforzato, ma ora si tratta di trovare il giusto amalgama in una squadra che è stata profondamente rinnovata. In rosa c’è maggiore qualità, ma il calcio è uno sport collettivo. Spetta a me fare in modo che il gruppo si muova come un’entità compatta e omogenea».

Nessuna speculazione sul Breitenrain

Quanto ha potuto incidere sui cambiamenti intervenuti? «Partenze e arrivi sono decisioni prese dalla società. In qualità di allenatore, io devo lavorare con i giocatori che mi mettono a disposizione per allestire la migliore squadra possibile. Mi concentro sul lavoro con i ragazzi che sono con me tutti i giorni. I profili dei nuovi giocatori, in relazione a quelli che avevamo prima, sono interessanti. In seno al gruppo ci sarà inevitabilmente maggiore concorrenza. Per me è importante poter contare su due calciatori per ruolo di buona qualità. Ci sarà spazio per tutti, mancano dodici partite, poi ci sono i playoff».

Il Breitenrain scatta con 10 lunghezze di vantaggio, un capitale ragguardevole. Non è però chiaro quali siano le ambizioni dei bernesi. Soprattutto, non è chiaro se faranno domanda della licenza di Challenge League e se hanno la possibilità di ottenerla (vi è in primis da risolvere la questione stadio, un trasloco dall’attuale impianto si impone). «Le prime partite sono molto importanti, soprattutto sul piano contabile. Bisogna muovere subito la classifica con tre punti alla volta, a partire già da domenica, contro il Basilea terz’ultimo. Un esordio al quale faranno seguito altri due incontri insidiosi contro avversarie in difficoltà in classifica, il Sion II (penultimo) e l’Etoile Carouge (quart’ultimo). Quanto al Breitenrain, non bisogna sprecare energie per niente, non serve farsi false speranze, non ci sono certezze. A noi non resta che lavorare, senza fare speculazioni di sorta. Aspettiamoci semmai che la licenza la chiedano. Ci dobbiamo concentrare sull’aspetto sportivo della questione, al momento penalizzante in virtù dei 10 punti in meno dei bernesi. Prima di ospitarli, confido di aver ridotto un po’ lo scarto, per poi aggiudicarci lo scontro diretto. Questa, però, è musica del futuro. Concentriamoci prima su quello che dobbiamo fare nell’immediato. Un primo bilancio lo faremo dopo quattro o cinque partite».

La fine delle restrizioni potrebbe indurre il popolo granata a riprendere con maggiore convinzione la via del Comunale. «Il Bellinzona ha tifosi speciali e molto vicini alla squadra, alcuni dei quali però avevano scelto di non più andare allo stadio, per via della pandemia. Mi auguro che possano tornare in massa e fungere da dodicesimo uomo. L’Acb ha bisogno del loro supporto».

In collaborazione con il Rabadan

La partita è stata organizzata in collaborazione con il Rabadan (presenti Re e Corte). Il pomeriggio sarà animato dalla Guggen Stracaganass. Al fischio finale tutti i tifosi sono invitati a raggiungere la buvette principale per "l’aperitivo in musica".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ac bellinzona acb jean-michel aeby promotion league promozione
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved