l-errore-di-baumann-condanna-il-lugano-al-pareggio
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
CICLISMO
8 ore

Ellen van Dijk, l’ora al femminile ha un nuovo nome

Sulla pista del velodromo solettese di Grenchen, la trentacinquenne olandese ha battuto il primato della britannica Lowden: 49,254 metri
Calcio
9 ore

L’Fcl e una squadra da (ri)costruire, con il Crus e per l’Europa

Il giorno dopo la conclusione di una trionfale stagione, la società bianconera ha voluto fare il punto gettando già lo sguardo alla prossima annata
CALCIO
9 ore

Alex Frei è il nuovo allenatore del Basilea

L’ex attaccante rossoblù, fresco di promozione in Super League con il Winterthur, ha firmato un contratto di due anni con il club che lo ha lanciato
Tennis
9 ore

Stan Wawrinka deve già salutare il Roland Garros

Il 37enne vodese, rientrato sul circuito solo a fine marzo dopo oltre un anno di stop, è stato sconfitto al primo turno in quattro set dal francese Moutet
corsa d’orientamento
10 ore

Tornano i big e vincono nei boschi malcantonesi

Ad Astano si impongono Manuele Ren (nonostante qualche sbavatura) davanti a Tobia Pezzati ed Elisa Bertozzi su Elena Pezzati
Hockey
10 ore

Nico Hischier, tutta la stoffa del capitano

Terzo elvetico ad avere la ‘C’ sulla maglia in Nhl dopo Streit e Josi, il ventitreenne vallesano si gode il ruolo di leader. ‘Ma non sono certo l’unico’
atletica
10 ore

Salvadé e Delorenzi campioni ticinesi

Premiati anche Kariem Hussein, l’italiana Iezzi, Mattia Tajana, Nathan Oberti, Desirée Regazzoni e Laura Torino-Imberti
Hockey
10 ore

Helsinki, capolinea Italia (e miracolo Danimarca)

La selezione di Ireland e Huras perde il posto nell’élite, battuta 5-2 dal Kazakistan. Gli scandinavi, invece, battono nientemeno che il Canada
L’angolo delle bocce
10 ore

A Chiasso vittorie per Eichenberger-Gianinazzi e Bianchi

Il duo dell’Ideal si è imposto nella Boccia d’oro e il rappresentante della Condor Club nell’Arte e Bocce
basket
10 ore

Il Riva è terzo. ‘E dire che per alcuni non avevamo stimoli’

Buona stagione della squadra di Valter Montini, nonostante le tante giovani in campo e qualche infortunio di troppo
CALCIO
11.12.2021 - 22:53

L’errore di Baumann condanna il Lugano al pareggio

A San Gallo i padroni di casa si fanno preferire sul piano del gioco, ma le occasioni migliori capitano ai bianconeri, in rete per primi con Lovric

Il Lugano chiude la serie di trasferte del 2021 con il primo pareggio lontano da Cornaredo. Un 1-1 al Kybunpark di San Gallo che, per come si sono messe le cose riempie a metà il bicchiere bianconero. Da una parte perché la squadra di Mattia Croci-Torti aveva avuto l’opportunità di andare per prima in gol, a pochissimi secondi dal termine del primo tempo, con una pregevole azione sull’asse Yuri - Lavanchy - Lovric, con il colpo di testa risolutore in tuffo dello sloveno (da incorniciare la sua prestazione). Un gol che, per la tempistica con la quale è arrivato, avrebbe potuto fare molto male ai padroni di casa.

Sull’altro piatto della bilancia, però, bisogna posizionare pure la metà vuota del bicchiere, nella fattispecie una superiorità territoriale a vantaggio dei sangallesi, i quali, dopo i primi 10’ a marca bianconera, hanno preso saldamente in mano le operazioni. Un possesso palla – oltretutto su un campo in pessime condizioni per le nevicate degli ultimi giorni – che non si è però tradotto in vere e proprie occasioni da rete, anche per la decisione tattica dei padroni di casa di convogliare tutto il gioco nell’asse centrale e dimenticare totalmente le fasce laterali, con la conseguenza di un evidente imbottigliamento dalle parti dei tre centrali bianconeri, abili, con il ripiegamento dei centrocampisti, a spazzare qualsiasi cosa si muovesse.

Nella ripresa la tattica sangallese è leggermente mutata, con quale incursione dalle corsie laterali. E proprio da quella destra è nato il punto del pareggio, firmato al 69’ da… Baumann. In effetti, è stato il portiere bianconero, ingannato dal tentativo di deviazione di Duah sul primo palo, a cercare di fermare di piede il cross basso di Sutter, con il risultato di spingersi il pallone in mezzo alle gambe. Un errore marchiano che Sabbatini e soci hanno chiaramente accusato. Gli ultimi 20’ sono stati tutti di marca sangallese, nonostante l’ingresso in campo di Amoura (per uno spento Abubakar), incapace però di far valere la sua velocità. Una sola occasione, comunque, sul conto dei biancoverdi, con una deviazione sottoporta approssimativa di Youan, sulla quale Baumann ha fatto in tempo a chiudere.

A conti fatti, un pareggio salomonico tra un San Gallo che ha comandato il gioco e un Lugano capace di rendersi più pericoloso (da notare il palo colpito dall’eccellente Bottani dopo appena 2’). I bianconeri muovono la classifica, rimangono ai piani alti e domenica chiuderanno la prima parte di una stagione per molti versi esaltante contro lo Young Boys. Avversario che quest’anno a Cornaredo ci ha lasciato le penne in Coppa Svizzera...

San Gallo - Lugano (0-1) 1-1

Reti: 45’ Lovric 0-1. 69’ Sutter 1-1.

San Gallo: Zigi; Sutter (77’ Cabral), Stergiou, Fazliji, Traore; Görtler, Diakité, Babic (46’ Münst), Diarrassouba (60’ Duah); Besio (60’ Ruiz), Youan.

Lugano: Baumann; Daprelà, Maric, Ziegler; Lavanchy, Sabbatini, Custodio, Facchinetti (32’ Yuri); Lovric (87’ Guidotti), Bottani; Abubakar (66’ Amoura).

Arbitro: Horisberger

Note: 9’800 spettatori. San Gallo senza Guillemenot, Stillhart (squalificati), Kempter, Kräuchi e Lüchinger (infortunati). Lugano senza Celar, Mahmoud, Muci e Saipi (infortunati). Ammoniti: 50’ Görtler. 56’ Daprelà. 62’ Münst. 93’ Custodio.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fc lugano fc san gallo sandi lovric super league

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved